Anteprima First Look at Japan: Giugno 2009

Hayate the Combat Butler!, Eden of the East, Hatsukoi Limited e The Girl who Leapt Through Space sono i protagonisti della scena anime di giugno 2009.

anteprima First Look at Japan: Giugno 2009
Articolo a cura di

Eccoci al nuovo appuntamento dedicato alle novità trasmesse dalle TV giapponesi. In questo speciale andremo ad analizzare brevemente altre quattro serie attualmente in onda: Hayate the Combat Butler!!, Eden of the East, Hatsukoi Limited e The Girl who Leapt Through Space.
Il primo è una commedia demenziale popolata da una moltitudine di spassosi personaggi; il secondo è un thriller pieno di misteri e complotti che vi terrà incollati alla sedia. Il terzo ci riporta fra i banchi di scuola, con un gruppetto di ragazze alla scoperta dei primi amori, e infine il quarto, una storia fantascientifica con robot dalle forme improbabili e tanto tanto fanservice.

Hayate the Combat Butler!!

Seguito della prima serie andata in onda nel 2007. Ayasaki Hayate è un sedicenne come tanti, perseguitato dalla sfortuna; la sfortuna di ritrovarsi dei genitori buoni a nulla, capaci soltanto di sprecare denaro nel gioco d'azzardo. Dovrà quindi cominciare a lavorare per tentare di mantenere in piedi la sempre più precaria situazione economica della famiglia. La vigilia di Natale però, a causa di un enorme debito contratto dagli scriteriati parenti, Hayate scopre di essere stato venduto alla yakuza; afflitto e disperato, vede in una ragazzina, Nagi Sanzenin, incontrata in un parco, l'unica speranza per uscire da una situazione a dir poco disperata. Decide così di rapirla e chiedere un riscatto, ma a causa di un fraintendimento Nagi scambia le intenzioni di Hayate per una passionale confessione d'amore. Confuso dall'evolversi degli eventi, ed essendo una persona totalmente incapace di compiere un crimine, Hayate si ravvede e lascia andare la ragazza che subito dopo viene realmente rapita dagli stessi criminali a cui deve il debito dei genitori.
Senza pensarci due volte parte al salvataggio a bordo di una bicicletta presa al momento, e come un novello superman riesce nell'impresa: come segno di gratitudine, Nagi offre al ragazzo un posto di maggiordomo presso la tenuta dei Sanzenin, una famiglia potentissima e ricchissima. Commosso, Hayate accetta e si ripromette di proteggere la sua nuova padrona a rischio della vita.
Comincia così la movimentata vita a villa Sanzenin, fra tigri parlanti, strani individui e tantissimi altri pazzi personaggi che non mancheranno di divertire ed appassionare lo spettatore.
Al di là dell'incipit piuttosto serio, Hayate no Gotoku (Hayate the Combat Butler, in inglese) si presenta come una commedia divertente e demenziale, infarcita fino alla nausea di citazioni prese da una moltitudine di anime famosi e non: troveremo quindi busti in marmo raffiguranti Inuyasha e Conan, in bella mostra fra i corridoi della villa. Oppure, episodi interi che richiamano neanche troppo velatamente le gesta dei Saint Seiya; la lista sarebbe ancora lunghissima, ma preferiamo non rovinarvi la sorpresa lasciando il gusto della scoperta in prima persona.

Eden of the East

Il 22 Novembre 2010, dieci missili colpiscono il suolo giapponese. Questo incredibile atto terroristico, fortunatamente, non produce alcuna vittima e ben presto la vita torna a scorrere tranquilla come se nulla fosse; successivamente l'evento verrà denominato "Careless Monday" a causa proprio dell'indifferenza a riguardo della popolazione.
Tre mesi dopo, a Washington D.C. facciamo la conoscenza con la protagonista, Morimi Saki, in viaggio negli States dopo essersi laureata. Sorpresa, da alcuni poliziotti, intenta a fotografare la casa bianca prima del ritorno, si trova in difficoltà nello spiegare l'ovvio fraintendimento. D'un tratto, dall'altra parte della strada, sbuca un misterioso individuo armato, con un cellulare in mano e completamente nudo; grazie al provvidenziale diversivo, Saki riesce a togliersi dalla spinosa situazione. Sulla strada verso l'aeroporto, però, viene avvicinata proprio dal tizio di prima, sorprendentemente in cerca di aiuto. Viene a sapere così dell'amnesia di cui soffre lo strano compagno, e dopo aver seguito alcune indicazioni di gente del posto, arrivano infine ad un appartamento dove trovano alcuni effetti personali, fra cui un passaporto corrispondente ad un certo Takizawa Akira.
Sulla via del ritorno, Saki non può fare a meno di notare lo strano apparecchio telefonico del ragazzo, completamente diverso dalla norma e apparentemente unico. Una volta in Giappone, le vicende iniziano a intrecciarsi rapidamente, e gli sforzi perpetrati da Akira nel tentativo di recuperare le memorie perdute trascinano i due in un vortice di rivelazioni e mistero. Cos'è realmente la Seleçao e quali sono i suoi obiettivi? Chi è la misteriosa e melliflua voce femminile dall'altra parte, in grado di rendere possibile ogni richiesta? Qual'è il significato di quei dieci miliardi di yen caricati sullo strano cellulare?
Dai maestri della Production IG (Ghost in the Shell, Blood the last vampire) una storia coinvolgente e intrigante, un thriller colmo di misteri e complotti che sapranno mettere a dura prova l'investigatore che c'è in voi, lasciandovi in trepidante attesa per l'episodio successivo.

Hatsukoi Limited

Tratto dal manga omonimo, l'autrice di 100% Fragola (leggi la recensione) ci regala una nuova interpretazione dell'amore fra i banchi di scuola, tema ormai preponderante ed ampiamente abusato nelle produzioni odierne.
Differentemente da altre opere analoghe, però, non abbiamo un protagonista ben definito, ma piuttosto un nutrito cast di studenti e studentesse, fra medie e superiori, alle prese con la scoperta dei primi amori e tutto quello che comporta una relazione, fra timidi sguardi e impacciate confessioni. Un insieme di varie storie, dunque, apparentemente slegate fra di loro, ma che col proseguire degli avvenimenti, andranno a congiungersi e intrecciarsi facendo interagire personaggi all'inizio estremamente distanti fra loro.
La prima di queste che ci viene presentata riguarda una ragazzina delle medie, Arihara Ayumi, alle prese con gli attacchi amorosi di un grosso e spaventoso teppista, Zaitsu Misao, fondamentalmente gentile e romantico nell'animo. Le attenzioni che questi rivolge ad Ayumi sarebbero nella norma, con la differenza che, a causa dell'aspetto non proprio rassicurante, causano divertenti fraintendimenti e situazioni surreali. Infastidita, la ragazza vorrebbe respingerlo, ma la soggezione è troppa e la cosa si protrae nel tempo fino al giorno in cui viene rapita da alcuni rivali del ragazzo. Grazie all'accaduto riesce a trovare il coraggio e finalmente si libera dell'ingombrante presenza, che però rimane tristemente nell'ombra ad osservare da lontano.
Facciamo quindi la conoscenza di un altro dei personaggi principali, la liceale Yamamoto Misaki. Dal fisico perfetto e slanciato, è corteggiata e ammirata da tutti. É a lei che Misao chiede consigli per avere successo nel corteggiamento; poi c'è il fratello minore, il timido Zaitsu Mamoru, compagno di classe di Ayumi e segretamente innamorato di Misaki.
Col proseguire degli episodi, scopriremo il resto del cast e le relative storie, tra alti e bassi, piccole disavventure e grandi delusioni, mantenendo comunque un tono abbastanza leggero e spensierato.
Hatsukoi Limited è la perfetta incarnazione del classico "A ama B, ma B ama C" e così via; consigliato caldamente a chi ha apprezzato il precedente lavoro dell'autrice, 100% Fragola.

The Girl who Leapt Through Space

Nuova avventura spaziale targata Sunrise, tra belle ragazze in tute succinte e robot dalle forme stravaganti, come dagli standard cui ci hanno abituato di questi tempi.
Nell'anno 311 del calendario orbitale, l'umanità ha abbandonato la Terra per stabilirsi su delle colonie orbitali dislocate in vari punti dello spazio. Shishido Akiha è una studentessa in una di queste; non è particolarmente intelligente ed è piuttosto imbranata, ma conduce una vita tranquilla all'insegna del divertimento.
Un giorno, a causa di un litigio con la sorella maggiore che la vorrebbe sposata per la continuità della famiglia, si ritrova a vagare per il cosmo quando all'improvviso la navetta viene attratta dalla gravità di un'altra colonia, seguita a ruota da un ufficiale del ICP, Kannagi Itsuki. Esplorando la struttura completamente disabitata, Akiha si imbatte nell'intelligenza artificiale che la governa, Leopard, caratterizzata da una personalità decisamente eccentrica. Infastidito dalla presenza all'esterno di un gran numero di navette appartenenti al ICP, decide di annientarle, obbligando Akiha ad aiutarlo con l'ausilio di una piccola pistola dorata che dovrebbe attivare il cannone della colonia. C'è un malfunzionamento, e Leopard, umiliato, vuole suicidarsi schiantandosi sulla Terra; ma grazie agli sforzi congiunti di Akiha e Itsuki, si riesce ad evitare la catastrofe. Il primo episodio termina con una misteriosa ragazza che interrompe bruscamente i festeggiamenti delle due.
The Girl who Leapt Through Space (Sora o Kakeru Shoujo, in originale) è una serie decisamente fuori dagli schemi, a volte apparentemente inconcludente e senza una storia di fondo, il primo episodio infatti getta lo spettatore in mezzo all'azione senza dare nessuna spiegazione di sorta, lasciando completamente spiazzati e in balia degli eventi. Proseguendo, fortunatamente, la regia diviene più chiara e lineare introducendo elementi utili alla fruizione dell'anime, risollevandone il valore. I personaggi trovano finalmente una collocazione precisa e la comparsa di un nemico comune fa convergere la storia verso un punto ben definito.
In conclusione quindi, non ci troviamo davanti ad un capolavoro, assolutamente. Anzi, per certi versi si attesta addirittura sotto la media di produzioni analoghe, ma possiede quel qualcosa che sa tenere viva l'attenzione; qualcuno lo troverà nel fanservice, altri nell'ambientazione, altri ancora proprio nella storia. Di sicuro un'anime che merita una chance.