Cosplay Cartoon Meeting VII

Cartoon Meeting VII: passione otaku e divertimento a Roma

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Let's Cartoon Meeting together

Da sempre, tutte le manifestazioni di matrice fumettistico/ludica sono nate dalla scintilla della passione, maturata con gli anni e sbocciata grazie all'impegno. Se a queste si riesce ad unire una certa abilità manageriale e logistica nel recuperare fondi e spazi poi, si può ambire a portare avanti la cosa in maniera stabile e sempre più grande.
Raduni come il Cartoon Meeting, tuttavia, sfatano il luogo comune secondo il quale senza fondi e appoggio delle istituzioni non si possa mai creare qualcosa di "serio" e interessante.

Tanto con poco

Giunto oramai alla sua settima edizione, il Cartoon Meeting nasce dalle fervide menti di un gruppo di giovani e giovanissimi "otaku" romani, il gruppo NERC, che hanno sentito l'esigenza di ulteriori possibilità di raduno al di fuori della kermesse del Romics, oramai unica manifestazione del genere rimasta stabilmente in territorio romano. Da qui l'idea di un "Cartoon Meeting" creato dagli appassionati per gli appassionati. Un ritrovo tra amici (o potenziali tali) innanzitutto, che concepisse al suo interno tutto quello che può accomunare i fan di manga e anime under trenta.
Un passo alla volta, si è cominciato in maniera molto semplice, dall'oratorio, fino a trovare a poco a poco spazio e appoggio. Attualmente la manifestazione si tiene all'interno della struttura dell'ex lavanderia posta al centro del Parco di Santa Maria della Pietà, in Monte Mario a Roma. Zona non proprio centrale, ma facilmente raggiungibile tramite treno metropolitano o automobile.

Simply Entertainment

La settima edizione del Cartoon Meeting si è tenuta il 13 di Settembre, in una bella giornata di fine estate. Le preoccupazioni per il possibile cattivo tempo sono infatti state ben presto fugate, per la gioia di tutti i cosplayer e dei fotografi presenti all'evento.
Sebbene la manifestazione abbia aperto i battenti la mattina presto, l'affluenza maggiore si è avuta, naturalmente, a partire dall'ora di pranzo, con l'arrivo della maggior parte dei cosplayer.
La giornata è stata densa di iniziative: sebbene questa volta non sia stato possibile allestire, come le volte precedenti, una zona dedicata ai card game, le attività ludiche non sono mancate di certo. A cominciare dai vari tornei gratuiti di videogiochi che si sono succeduti nel corso della giornata, su diverse console: in particolare Guitar Hero III, Soul Calibur IV e Super Smash Bros. Brawl, svoltisi su appositi schermi lcd o proiettati direttamente su maxi schermo.
Una nota di merito va ai partecipanti, che nonostante l'accesa rivalità hanno partecipato con molto spirito sportivo.
Uno dei momenti topici del Cartoon Meeting è poi la classica caccia al tesoro: i partecipanti vengono distribuiti in due grandi squadre e vengono coinvolti in una caccia all'ultimo indizio, condita da quiz di natura fumettistica. E' quantomeno singolare vedere correre per il parco di Santa Maria della Pietà decine di persone, molte delle quali in cosplay, alla ricerca della risoluzione di qualche enigma sapientemente distribuito dai ragazzi della NERC in giro per la struttura.
Altro appuntamento oramai immancabile è quello con la musica Eurobeat, a cura del Parabeat Group (www.parabeat.it): al piano superiore dell'ex lavanderia infatti, come ogni volta è stato possibile conoscere questa energica espressione musicale, così tanto di moda in Giappone. Oltre a provare famosi Rhythm Games made in Konami della serie Bemani come Dance Dance Revolution, Para Para Paradise e Beatmania, Mizzu/Alessio e gli altri ragazzi del gruppo hanno fornito dimostrazioni pratiche di Para Para e si sono esibiti sul palco prima della sfilata cosplay.

NERC Cosplay Contest

Alle 17, infine, con un discreto ritardo accumulato rispetto al programma e dovuto alle attività precedenti, ha avuto inizio la sfilata cosplay a premi.
Sei le categorie in lizza per quest'edizione:
-Miglior cosplay maschile
-Miglior cosplay femminile
-Miglior gruppo
-Miglior interpretazione
-Premio simpatia
-Premio NERC
I partecipanti alla gara sono stati numerosi, anche se meno delle scorse due edizioni, ma era preventivato vista la vicinanza con altre fiere, il tempo atmosferico incerto e gli incombenti nuovi impegni scolastici di molti degli avventori.
Teox (Matteo) e Ryott (Pier) si sono districati bene sul palco sia nella presentazione dei partecipanti che nella conduzione della sfilata, ma notevole è stato l'apporto della NERC tutta e della giuria di esperti per assicurare un bello spettacolo.
Da notare la presenza decisamente limitata di cosplay ispirati a Naruto e Final Fantasy, che di solito monopolizzano manifestazioni di questo genere. Immancabili personaggi tratti da altri classici come Nana o Inuyasha, anche se forse i cosplay che si sono fatti notare di più per quest'edizione sono stati quelli ispirati a Guitar Hero (molto di moda al momento) e One Piece (tornato in auge anche grazie al nuovo passaggio televisivo su Italia Uno).

Considerazioni finali

Il Cartoon Meeting made in NERC è la dimostrazione che anche senza avere sponsor e spendere cifre esorbitanti è possibile organizzare manifestazioni che, nel loro piccolo, richiamano - anche solo grazie al semplice tam-tam fra appassionati - un nutrito numero di persone, tutte desiderose di divertirsi e fare amicizia, com'è nello spirito originale del cosplay. Un plauso dunque ai ragazzi di NERC: Teox, Zio Ben, Ryott, Squall, Ovino, Crysthel e tutti gli altri membri, effettivi ed onorari, e un grazie anche allo staff che si occupa della gestione dell' ex lavanderia, anche per l'offerta di un servizio bar di buona qualità a prezzi onesti.
Vi lasciamo ora ammirare le foto della manifestazione e vi diamo appuntamento al prossimo Cartoon Meeting, previsto per la fine dell'inverno.
(Si ringrazia FaBioHazard per le foto della sfilata e dei cosplay)