First look Conan il ragazzo del futuro

Salta i pericoli vola tra gli alberi corri insieme a noi. Dai Conan!

Articolo a cura di

Luglio 2008, scoppia la terza guerra mondiale. Devastante, ineluttabile.
La razza umana viene quasi completamente cancellata e la potenza delle armi usate causa uno spostamento dell'asse terreste per cui la maggior parte dei continenti viene sommersa dalle acque.
In un mondo martoriato che a fatica tenta di rimettersi in piedi, su una piccola isola verdeggiante, nasce il nostro protagonista, ingenuo e dal cuore puro; vive la sua giovinezza convinto che non esistano altri esseri viventi a parte se stesso e suo nonno. Quando, una mattina, scoprirà una ragazza svenuta sulla spiaggia, la sua esistenza verrà completamente sconvolta. Vedrà morire l'uomo che l'ha incondizionatamente amato e cresciuto, lascerà l'Isola Perduta e si avventurerà per mari e cieli sconosciuti, facendo sempre nuove amicizie nei posti più impensati.
Questa a grandi linee, è la storia di Conan, il ragazzo del Futuro (未来少年コナン, Mirai shōnen Konan) , anime creato dalla mente di Miyazaki Hayao, basato sul romanzo di fantascienza per ragazzi "The incredible tide" di Alexander Key, tra le cui tematiche troviamo la crescita attraverso il viaggio e la scoperta nel "nuovo".
Da un punto di vista grafico ha anche tutte le caratteristiche stilistiche degli anime con cui siamo cresciuti, come quei divertentissimi modi di correre con le braccia aperte o piegate ad angoli retti, con espressioni soprattutto quelle concentrate che arrivano ad essere quasi burlesche.

Orgoglio Nerd

Nonostante l'attacco ai nostri danni continui (qui) siamo riusciti a stringere un'allenza che ci porterà sicurezza e fortuna.
Ma settimana prossima ci sarà un editoriale speciale al riguardo, intanto per stuzzicarvi, ecco le nuove tracce d'Orgoglio Nerd, tutte per voi.
Buon Divertimento

Potrebbe essere che molti di noi sentendo nominare il maestro Miyazaki, uno dei registi più conosciuti in Giappone e all'estero, pensino solo ai suoi squisiti film d'animazione, come La città incantata o Il castello errante di Howl, senza avere idea o memoria delle serie televisive che il regista nipponico ci ha regalato.
Fortunatamente c'è la Dynit, che ci aiuta a ricordare.
Nel 2011, vede la luce il cofanetto che comprende tutti i 26 episodi della mitica serie, divisa in 4 DVD. In sostanza la versione definitiva, per chiunque voglia avere per intero tra le mani un' opera completa e indimenticabile. Il doppiaggio è decisamente accettabile, le voci, anche se non più quelle dell'anime dei "nostri tempi", sono azzeccate e credibili, potrebbero accontentare perfino coloro che spesso storcono il naso se un personaggio si esprime con una lingua diversa dal giapponese.
La confezione, su cui spicca un'immagine di un cielo terso e di alte vette (oltre che i due protagonisti), richiama subito alla mente una delle tematiche a quanto pare quasi da sempre presente nelle opere di Miyazaki Hayao: lo scontro e la differenza tra natura e artificio umano, tra scienza moderna e qualcosa di più primitivo e ancestrale.

Non per niente sono state le armi elettromagnetiche a causare la distruzione della verde Terra e lo sterminio dei tre quarti della razza umana, e sempre tra le società createsi dopo la catastrofe quella di Indastria rappresenta il "male", così come tutti coloro che utilizzano meccanismi automatizzati e macchine tecnologiche. Un altro particolare a cui rimanda il colore del cofanetto sono le immense distese d'acqua che coprono il nostro pianeta quasi per tutta la sua interezza. Una situazione penosa e disastrosa che dona però un'idea di nuova nascita, come se cancellata dall'acqua il vecchio e malato mondo fosse possibile dare il via a qualcosa di migliore.
Tra i contenuti speciali possiamo trovare sia entrambe le sigle della versione originale, senza crediti, sia la versione della opening italiana, cui Giorgia Lepore dà la voce.
Così ora potremo tutti insieme tornare a cantare: "Dai Conan! Tutto deve ricominciare. Dai Conan!"

Conan il ragazzo del futuro Un'uscita, quella del cofanetto firmato Dynit, che permetterà ai più piccoli di rivivere una storia senza tempo, nata nel passato pensando al futuro, assolutamente godibile nel presente, qui e ora. Con un protagonista gentile ma determinato, che li farà e ci farà ridere sempre con il modo tutto suo di utilizzare perfino le dita dei piedi per svolgere tutte le azioni per cui noi solitamente utilizzeremmo le mani, come per esempio mettersi le dita nel naso o impugnare una lancia. Prendendo per mano fratellini più piccoli, figli e nipoti, dovremmo correre subito nell'azzurro sconfinato di Conan, il ragazzo del futuro.