First look Due Figlie e Altri Animali Feroci

Leo Ortolani e la sua avventura per metter su famiglia!

Articolo a cura di

Testi di Jacopo Peretti Cucchi & Daniele DaccòLa vita è una cosa, la carriera un'altra. Un figliol prodigo Leo lo ha già, il caro vecchio Rat-Man. Ma Rat-Man è fin troppo bravo ed educato. Non sporca, non urla, non si lamenta. Quel ruolo solitamente spetta ad Andrea Plazzi. Rat-Man no, è ormai il ragazzone che va all'università, che cammina sulle sue gambe. Leo questo lo sa e le ha provate tutte per rendersi la vita più difficile, ritrovare un po' di adrenalina, arrivato a disegnare con gli occhi bendati, immerso in una vasca di squali, Leo si è accorto che questo non era sufficiente. Quindi il libro.

Antologia dell'ultima grande impresa del nostro eroe che non contento e non ancora soddisfatto, è diventato padre nella vita vera, padre di due stupende bambine.
Presentato alla Feltrinelli di Milano in Corso Buenos Aires, giovedi 20 ottobre, il libro "Due figlie e altri animali feroci" nasce dalle lettere scambiate tra Leo e i suoi amici durante il lento procedimento di adozione affrontato un anno e mezzo fa in Colombia.
Procedimento che a dire dell'amico Gianni Fantoni, presente alla conferenza insieme ad Andrea Plazzi, si può riassumere così: "Leo è passato da lavoratore atipico a tipico padre".

Vi troverete di fronte ad un Ortolani inedito, un Ortolani alle prese con due creature che difficilmente smettono di piangere ad un suo tocco di china. Un Ortolani che mai come in questo caso diventa intimo e generoso nel raccontare la propria vita, le proprie esperienze e nel regalarci il suo punto di vista trasversale e tagliente nei confronti della vita.
A chiosare l'incontro il commento di Leo "I genitori sono il concime dei figli".
Edito da Sperling & Kupfer, "Due figlie ed altri animali feroci", sono 183 pagine di vita vissuta e illustrazioni. Consigliato a tutti gli Ortolaniani e anche a chi, magari, sta cominciando a mettere su famiglia... Niente Valker, niente Piccettino o Deboroh LaRoccia, il Geologo più talentuoso di Italia questa volta sperimenta, si inoltra in una strada nuova spinto dai suoi cari.
Le divertenti vicissitudini famigliari di Leo, incantano e travolgono in un senso che è più profondo del mero sorriso.

Se Rat-Man può flettere i muscoli ed esser nel vuoto. Leo non può, non sarà mai più solo ora che ha una famiglia e raccontarci il modo nel quale ha raggiunto questo importante rraguardo è un regalo, un dono che fa ai lettori, a noi.
Ortolani nasconde sempre una malinconica nota di fondo nei suoi progetti qualunque sia il loro fine, un accento che firma in qualche modo le sue opere.
L'amaro necessario a esaltare il gusto del sorriso, a insaporire il tutto, questo differenzia un'opera pensata esclusivamente per la vendita da un progetto più serio, completo.

Due Figlie e Altri Animali Feroci Consigliamo "Due Figlie e Altri Animali Feroci" non per il nome dell'autore, ma per la tenerezza e l'importanza che Leo ha saputo trasmettere ad ogni pagina, battuta e vignetta. Troppo spesso si parla di profondità senza cognizione di causa, ma credeteci, questa volta non rischiate. Da avere.