First look First Look on Aprile 2006

Ecco i manga di Aprile, recensiti per voi dallo staff di Animeye!!!

Articolo a cura di

First Look


L'articolo che vi apprestate a leggere vuole essere solamente uno specchietto delle nuove uscite mensili, in cui oltre alla trama potrete sapere le nostre iniziali impressioni sulle potenzialità dei manga pubblicati. I nostri giudizi completi saranno da ricercare nelle future recensioni.

Le novità manga di questo mese:


B-Reaction
Buzzer Beater
Kekkaishi
Shamo
Venus in Love
Saiyuki Reload
Sogno e Illusione
Old Boy


Buona lettura!


B-Reaction - Reazione a Catena (PlanetManga)

Titolo: B-Reaction - Reazione a catena
Autore: Hirohisa Tsuruta
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 4,00 €
Pagine: 208




Ecco l'uscita di un nuovo manga appartenente al filone "botte da orbi e belle ragazze" per la PlanetManga, stiamo parlando di B-Reaction - Reazione a catena, una commedia scolastica in salsa shonen e con tanti pugni e (tante) ragazze con le curve al posto giusto.
La nostra storia comincia quando Kensaku Onodera, un liceale che non ha mai frequentato palestre di arti marziali, vince un torneo di lotta amatoriale mettendo al tappeto uomini molto più imponenti di lui. Accade però che, durante la premiazione, Kensaku inciampi e cada direttamente addosso alla round girl che regge la coppa, la quale istintivamente gli tira un calcio, mandandolo KO. Ovviamente la premiazione salta e Kensaku si ritrova senza premio e con la sua ragazza, Akane Ninomiya, totalmente inviperita, tanto da piantarlo su due piedi.
Fin qui sarebbe tutto normale se tre fattori non entrassero a far parte di questa storia:
il primo è che Kensaku è l'esagitato di turno con la mania di diventare il più forte lottatore in circolazione (ma questo senza allenamento, solo picchiando i teppisti in strada...);
il secondo è che la ragazza che lo ha picchiato durante la premiazione del torneo, Nanae Asato, oltre a essere una ex campionessa di kick boxing, è anche la sua nuova professoressa;
il terzo è che, secondo Kensaku, da quando ha ricevuto quel primo calcio da Nanae, ha acquisito la capacità di prevedere i colpi dell'avversario, solo che il problema sta nel fatto che questo "potere" funziona al momento solo con la (avvenente) professoressa, la quale è peraltro membro insegnante del club di karate.

Si può ben immaginare a cosa porterà tutto questo, infiniti combattimenti (svolti, non si sa perché, all'interno delle mura scolastiche) e duelli in strada, momenti piccanti (molti) e gag riprese dalle più classiche commedie scolastiche, il tutto insieme, ovviamente, al fatto che aver a che fare con un sacco di belle ragazze così violente (notoriamente attratte dai tipi poco furbi e amanti delle risse come il nostro protagonista), darà i suoi grattacapi a Kensaku.

Inoltre il formato Planet, anche se non molto più elaborato del solito, bene o male si merita il prezzo di copertina.
Insomma, un manga che ha delle buone premesse, ma le quali, al momento, rimangono solo premesse, visto che in giappone pare si sia fermi da tempo al numero 1.

Buzzer Beater (PlanetManga)

Titolo: Buzzer Beater
Autore: Takehiko Inoue
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 8,00 €
Pagine: 65




Sono passati ormai molti secoli dalla nascita della pallacanestro e col tempo questo sport si è diffuso in tutto l'universo. Pur essendo il pianeta inventore di tale sport, la Terra non vanta nessuna squadra nelle leghe intergalattiche più importanti; questa grave mancanza spinge il vecchio Yoshimune, leggenda vivente del basket terrestre, a indire una gara a premi per reclutare i più forti giocatori della Terra e partecipare alla lega Intergalattica, il più importante torneo spaziale. I cinque migliori giocatori riceveranno cento milioni di ricompensa e, cosa più importante, la possibilità di sfidare le più forti squadre dell'universo. Tra tutti i partecipanti spicca un quattordicenne tutto grinta ed ambizione, deciso a diventare il numero uno della galassia: Hideyoshi è il nostro giovane protagonista, che per molti tratti ricorda il grande Hanamichi Sakuragi di Slam Dunk, pietra miliare di Inoue.

Buzzer Beater è davvero un manga piacevole e scorrevole, che lascia poco spazio alla riflessione e molto alle risate ed alla comicità. Il prezzo, elevato secondo molte persone, è giusto se consideriamo anche la cadenza bimensile e la realizzazione su carta di ottima qualità del colore e della sovracoperta del fumetto, davvero di ottima realizzazione tecnica. Probabilmente, vista la stesura su quattro volumi, la storia non dovrebbe lasciare spazio a grandi colpi di scena, ma per chi ha apprezzato Slam Dunk e Real questo rappresenta un'altro grande appuntamento da non perdere. Come in tutti i lavori di Inoue l'umorismo la fa da padrone, ma qui viene lasciato più spazio allo scorrere degli eventi, ad una velocità davvero notevole, che non ai dettagli tecnici del basket e dei suoi personaggi. Un manga originale e divertente consigliato ai fan del genere sportivo e di Inoue.

Kekkaishi (PlanetManga)

Titolo: Kekkaishi - Professione Acchiappademoni
Autore: Yellow Tanabe
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 4,00 €
Pagine: 192




Yoshimori Sumimori è il discendente di una famiglia molto speciale. Da generazioni, infatti, sono dei Kekkaishi, potentissimi cacciatori di demoni in grado di rinchiudere le creature infernali all'interno di barriere mistiche ("kekkai" ) e distruggerli. Da generazioni i Kekkaishi hanno difeso il castello di un potente signore che, con la sua aura spirituale, attirava demoni di ogni forma e dimensione. Questi, giunti nei pressi del castello, divenivano più forti cibandosi dell'incredibile forza che permeava il luogo; il compito dei Kekkaishi era bandirli da questo mondo prima che potessero divenire eccessivamente pericolosi.
Col passare dei secoli il castello è andato distrutto e sulle sue fondamenta è stata costruita una scuola. Ma la straordinaria energia del signore del castello è rimasta intatta ed i Kekkaishi hanno continuato a praticare la loro arte, tramandandola di generazione in generazione ai soli discendenti che possedevano il "marchio"
Uno dei discendenti, non avendo figli, fu costretto a lasciare l'eredità ai suoi discepoli, che diedero vita a due famiglie distinte, i Sumimori e gli Yukimura, che si contesero per generazioni il diritto alla successione.
Così, lo sfortunato Yoshimori, si è trovato a fare un lavoro che non ama. La notte vorrebbe dormire, ma è costretto a sorvegliare la scuola per cacciare i demoni in compagnia di Madarao, un cane fantasma in grado di individuare i demoni col suo potentissimo olfatto.
Ma la sfortuna di Yoshimori non si limita a questo. Tokine, la ragazza di cui è innamorato, appartiene agli Yukimura e fa il suo stesso lavoro!
Lei si dimostra subito interessata da apprendere l'antica arte, mentre lui è sempre svogliato e disattento.
Questo finchè una sera, per colpa di un incidente, Tokine non rischiò la vita. Da quel giorno Yoshimori si decise a divenire un potentissimo kekkaishi, per proteggere il suo amore da ogni pericolo.
Il tratto di Tanabe è molto limpido e pulito, mantenendosi chiaro in ogni situazione. I combattimenti, anche se basati principalmente sulla strategia, sono molto dinamici, ma il punto di forza di questo manga sono anche i momenti comici ed i vari siparietti (forse un pò banali) tra il nonno allenatore ed il discolo allievo.
Unica nota dolente è l'eccessiva divisione in episodi autoconclusivi, chiaro sintomo di una pubblicazione nel sol levante che non prevedeva la raccolta di questi in un unico volume, col passare dei numeri, però, Kekkaishi acquisirà una trama più solida e continuativa.
Nel complesso sembra essere un buon manga, divertente, originale e senza molte pretese, ma che non mancherà di stupirvi e regalarvi delle emozioni.

Shamo (PlanetManga)

Titolo: Shamo
Autore: Izo Ashimoto / Akio Tanaka
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 4,00 €
Pagine: 192




Deja vu.
E' impossibile non farsi pervadere da un senso di "già letto" sfogliando le pagine di questo Shamo n°1. C'è tutta la parte carceraria di Rocky Joe riproposta, e ovviamente attualizzata. Difficile però dire dove voglia andare a parare questo crudo manga del duo Ahimoto/Tanaka.
Ryu Narushima, 16 anni, in un raptus uccide i genitori, lasciando viva solo la sorella. Da qui inizia il suo calvario carcerario: passato il raptus, Ryu è solo un sedicenne spaventato a morte, che deve convivere con delle autentiche bestie e con l'indifferenza talvolta agghiacciante dei suoi carcerieri. Soprattutto, il giovane si è macchiato di un reato che neanche i più incalliti criminali riescono a digerire: l'assassino dei genitori è una infamia per la quale molti si sfogheranno su di lui, nei modi più disparati. Chi tenterà di soggiogare il suo corpo, chi il suo spirito. Ogni capitolo finisce con un Ryu isolato e dallo sguardo assente, incapace di prendere piena coscienza della sua nuova realtà. Ma c'è speranza anche all'inferno: e ha le sembianze di un vecchio istruttore di karate, che farà breccia nella diffidenza di Ryu e gli darà un motivo per andare avanti.
Il primo numero di Shamo non dice molto. Non si capisce ancora bene se questo manga dalle buone potenzialità diverrà il solito manga di "mazzate" o prenderà una strada più introspettiva, e certamente più originale. Di certo si può già giudicare buono il tratto pulito e preciso di Akio Tanaka, che rende bene sia nelle numerose scene di violenza che nei più intimi momenti nei quali è una semplice espressione, uno sguardo, a dover parlare.
L'edizione italiana è molto buona, con sovracoperta e onomatopee non tradotte, il che vuol dire niente pecette ingombranti, il vero tallone d'Achille per tutte le vecchie edizioni Panini.
Alla casa editrice va un applauso per aver portato un manga certamente divero dalla massa che affolla le edicole. Se poi sarà davvero di qualità, lo scopriremo coi prossimi numeri.

Venus in Love (PlanetManga)

Titolo: Venus in Love - Il doppio volto di Venere
Autore: Yuki Nanaji
Casa Editrice: Planetmanga
Prezzo: 5,00 €
Pagine: 208




Ricetta per lo shojo del mese:
Prendete un'università in una piccola città (non troppo piccola, però):
metteteci dentro un tale Shinya Fukami, bel ragazzo del primo anno, gentile, abile un po' in tutto, e perennemente conteso dalle ragazze; aggiungete anche un'altra matricola, Suzuna Ashihara, una ragazza carina ma non troppo appariscente, appena arrivata dalla campagna e che, sebbene diciottenne, si agita ancora come una quattordicenne, e la vedrete innamorarsi immediatamente di Shinya.
Mettete tutto questo insieme a un vecchio amico di Shinya (ora vicino di casa di Suzuna), tale Eichi Uozumi, un tipo tagliente, senza peli sulla lingua e all'apparenza totalmente privo di tatto, con una sola piccola particolarità, i sentimenti che prova per Shinya vanno un po' al di là quelli che si provano normalmente per un amico. Infine aggiungete al tutto anche Hinako Kaji, un'amica di Suzuna che conosce molto bene anche Shinya ed Eichi e sempre disposta a far baldoria.
Ora mischiate il tutto per bene ed otterete Venus in Love - Il doppio volto di Venere la proposta shojo di questo mese della Panini, capace di vantare uno dei triangoli amorosi più particolari che si siano mai visti, in un vero e proprio sfarzo di situazioni comiche e, a tratti, romantiche.
Il tratto dell'autrice peraltro ricorda molto quello di Yuu Watase e il prezzo, per quanto un po' eccessivo, è comunque ben ripagato, se non dalla qualità dell'edizione (che non è comunque inferiore allo standard PlanetManga), proprio dalla trama leggera, appassionante e divertente.
Davvero consigliato.

Sogno e Illusione (DynIt)

Titolo: Sogno e Illusione
Autori: Genei Musou, Natsuki Takaya
Casa Editrice: Dynit
Prezzo: 4.40 €
Pagine: 192




L’autrice di Fruits Basket è artefice di questo nuovo manga Dynit, Sogno e Illusione. Tamaki Otoya è l’ultimo (insicuro) erede di un tempio buddista, religione di cui è tuttavia esperto in tutte le pratiche esoteriche. Grazie alle sue doti speciali è infatti in grado di percepire i Jaki, demoni spietati originati da individui che si sono lasciati andare a sentimenti negativi, spesso in seguito a drammi personali. Tali individui costituiscono una minaccia per le persone, ma Tamaki è in grado di fermarli grazie alle sue capacità e alle arti magiche tramandate dalla sua famiglia. Ad aiutarlo la bella Asahi, innamorata di lui, e la simpaticissima madre, che non mancherà di stuzzicarlo.
Uno shojo decisamente diverso dal solito, lontano dai classici cliché di innamorati, ma che strizza l’occhio a Tokyo Babylon delle più acclamate Clamp. Le storie tendono la mano al genere d’avventura: non mancano i combattimenti e neppure qualche scena un po’ cruda, creando un mix senza dubbio gradito. Inoltre già negli ultimi capitoli si evince di come la trama subisca un'impennata e la situazione si complichi in vario modo, anche ponendo i presupposti per un dramma d'amore, creando una certa suspence.
La narrazione purtroppo procede in maniera un po’ spezzettata, l’inesperienza dell’autrice si traduce in un susseguirsi di vignette abbastanza frammentato; i disegni invece, sebbene già a fine numero possano sembrare migliori, restano approssimativi e poco puliti, con retini usati in maniera talvolta grossolana, nonostante di base il tratto sia morbido e gradevole.
L’edizione Dynit è la stessa degli ultimi shojo pubblicati: carta spessa e resistente, buon inchiostro e sovracoperta per 4.40€, decisamente ottimo.
In definitiva, sebbene non particolarmente originale o ben realizzato, perlomeno in quest’incipit, Sogno e Illusione potrebbe essere una valida alternativa al classico shojo manga, riuscendo a convogliare elementi vari e distinti in un’unica storia che riesce a regalare qualche emozione.

Saiyuki Reload (DynIt)

Titolo: Saiyuki Reload
Autore: Kazuya Minekura
Casa Editrice: Dynit
Prezzo: 4.90 €
Pagine: 196




Finalmente sono tornate le avventure del gruppo più strano che si sia mai visto: un bonzo scontroso, un don giovanni dalla fluente chioma rossa, un affamato ragazzino ed un saggio conoscitore di arti curative e di combattimento.
Il venerabile Sanzo ed i suoi compagni sono pronti a ricominciare il lungo viaggio verso Ovest e portare a termine la loro missione: impedire la rinascita del demone Gyumao e scoprire la causa dell'anomalia negativa che ha invaso il Togenkyo, facendo perdere la ragione a tutti i demoni.
Il manga mantiene, per fortuna, tutti gli standard degli episodi precedenti: poetico, divertente, con il bellissimo tratto di Minekura.
Purtroppo tutto è rovinato dalla pessima edizione Dynit.
Anche tralasciando il pessimo adattamento dei dialoghi, ciò che rovina in modo sostanziale la lettura è la scelta della carta. Più simile alla carta velina (e sono stato buono a chiamarla "velina") che alla solita carta utilizzata per i manga, rendendo a tal punto trasparente la pagina che è possibile leggere il retro di questa senza problemi; in questo modo ogni vignetta è "macchiata" da quella retrostante, rovinando la lettura anche al più accanito dei fan.
Non resta che sperare in un miglioramento dell'edizione già dal prossimo numero.

Old Boy (Coconino)

Titolo: Old Boy
Autore: Tsuchiya Garon Minegishi Nobuaki
Casa Editrice: Coconino Press
Prezzo: 9.90 €
Pagine: 192


Edito da Coconino Press, frutto della collaborazione tra Tsuchiya Garon e Minegishi Nobuaki, Old Boy è il fumetto che ha ispirato l’omonimo film del regista coreano Park Chan-Wook, rientrante nella sua “trilogia della vendetta” (Sympathy for Mr. Vengeance - Old Boy - Lady Vendetta).
Nel centro di Tokyo esiste un palazzo costruito in epoca remota, caratterizzato da un piano segreto ai più: il settimo piano e mezzo. Premendo contemporaneamente nell’ascensore i pulsanti del settimo e dell’ottavo piano si giunge in questo piano rialzato, costruito in segretezza ed utilizzato dalla mafia come vera e propria prigione privata. Sono pochi coloro i quali possono dormire sogni tranquilli avendo ucciso qualcuno, ed è per questo che il business della prigione segreta frutta all’organizzazione criminale notevoli introiti. Nella prigione del settimo piano e mezzo si trova di tutto, c’è chi vi ha rinchiuso qualche nemico, chi ha voluto tenere nascosta una fonte di imbarazzo, chi si è voluto nascondere per sfuggire alla polizia accettando una reclusione forzata e pagando per essa. Per dieci lunghi anni un uomo è stato tenuto rinchiuso in quel palazzo, dieci anni interminabili, trascorsi in una piccola cella quadrata senza poter vedere nessuno, con l’unico comfort di una televisione ed un letto dove dormire. La voglia di vendicarsi è ciò che ha tenuto l’uomo del settimo piano e mezzo in vita, è l’unica cosa che gli ha impedito di impazzire: egli ha fortificato il suo corpo in attesa del giorno della sua scarcerazione e quel giorno è finalmente arrivato.

Finalmente fuori l’uomo inizia la sua ricerca: chi l’aveva costretto a 10 anni di reclusione e perché?
Egli sa di avere un nemico potente, un nemico che è riuscito a tenerlo imprigionato per ben dieci anni, e per questo capisce di non poter agire avventatamente, è necessario progettare con attenzione ogni singola mossa, e prima di ogni cosa, è necessario porre le basi per una rinascita. E’ così che lentamente l’uomo del settimo piano e mezzo riprende a vivere: dapprima trova una compagna, Eri, una giovane cameriera che lo chiama affettuosamente “zio”, quindi un lavoro ed un posto dove vivere. Ma è solo quando scopre grazie alla giovane Eri la trasmittente che era stata impiantata nella sua schiena che inizia la sua battaglia; ora egli sa che qualcuno lo sta tenendo d’occhio e quella scoperta può giocare a suo favore...

Come sempre un bel prodotto, realizzato da Coconino con estrema cura, copertina cartonata ma di buona fattura, ottima carta, pesante e resistente, buona la rilegatura, numerose le note esplicative, ed interessanti gli inserti a fondo volume sulle opere i Park Chan-Wook, per un’opera dal prezzo certamente non accessibile a tutti. La lettura di questo primo volume risulta scorrevole e piacevole, un prodotto consigliato in attesa di ulteriori volumi per poter meglio giudicare un prodotto sicuramente interessante.