First look First Look on Aprile&Maggio 2007

Uno sguardo alle novità degli ultimi mesi

Articolo a cura di

First Look on Aprile & Maggio 2007

L'articolo che vi apprestate a leggere vuole essere solamente uno specchietto delle nuove uscite mensili, in cui oltre alla trama potrete sapere le nostre iniziali impressioni sulle potenzialità dei manga pubblicati. I nostri giudizi completi saranno da ricercare nelle future recensioni.

I fumetti di questa edizione:

Anne Freaks
Cat
D-Cloth
Glaucos
Honey Bitter
Keroro
Negima
Ikigami

Anne Freaks



Nome: Anne Freaks
Autore: Yua Kotegawa
Editore: Planet Manga
PAgine: 192
Prezzo: 4.90€



Panini concede nuovamente fiducia all' autrice Yua Kotegawa e dopo la pubblicazione del suo volume autoconclusivo Line decide di portare in Italia la miniserie Anne Freaks.

Il volume si apre con la presenazione di uno dei tre protagonisti della storia: Yuri. Questi è intento a sepellire un cadevere, di notte; il corpo è quello della madre morta poco prima.
Il ragazzo, seppur in stato confusionale, risulta abbastanza lucido e il suo primo pensiero è quello di far sparire il corpo e studiare un piano per giustificare l'assenza della madre alle altre persone. Non si aspetta certo che una ragazza lo sorprenda proprio in quel momento, ne che lei risulti propensa fin da subito ad aiutarlo nell' impresa e a costruirsi un alibi. La ragazza si chiama Anne e da quella fatidica sera diviene l'ombra del giovane Yuri. Il suo scopo è convincere il giovane a seguirla per aiutarla nell'uccisione del proprio padre. Ai due si aggiunge un terzo ragazzo, Mitsuba, ritrovatosi in una situazione analoga: la sua famiglia è stata uccisa per giungere a lui. Nel corso del volume viene gettata luce sulla storia di Anne, sulle motivazioni che hanno generato l'odio verso il padre, così come il perchè Mitsuba sia stato assalito. Centrale è il ruolo di Yuri nel bilanciamento fra Anne, fredda mente del trio, e il forte, quanto impulsivo, Mitsuba; Yuri ha un carattere mite e sottomissivo, e risulta apparentemente inspiegabile e illogico come sia arrivato all' uccisione della madre; episodio in parte presentato a sprazzi, mediante flash-back, nel corso del volume.
L'opera non presenta violenza fine a se stessa, ma si colloca in quel filone di riflessione incentrato sul rapporto giovani-adulti e sul ruolo della violenza nella società contemporanea. Le esitazioni di Yuri e l'episodio alla scuola durante la sfilata dei bambini sono emblemi della contrapposizione interiore degli stessi personaggi.

Già nella precedente opera pubblicata nel nostro paese l'autrice aveva saputo dimostrare di essere molto brava nella gestione della storia, e con Anne Freaks si riconferma un' ottima sceneggiatrice; è in grado di dosare saggiamente le parti di azione, di violenza, di phatos e momenti romantici.
Il tratto è decisamente buono, la Kotegawa ha un suo stile a metà fra lo shonen e lo shojo per quanto concerne il chara dei personaggi e il taglio delle inquadrature; decisamente ottima la resa nelle scene d'azione. Per contro i fondali sono pressochè inesistenti e anche i dettagli latitano, al di fuori dei protagonisti che sono molto ben caratterizzati.

L'edizione è la classica Panini per il formato: discreta carta, ottima rilegatura e inchiostratura; completano il quadro la presenza della sovracoperta e le quattro pagine a colore di inizio albo.
L'adattamento risulta buono e non sono stati rilevati errori di italiano, purtroppo bisogna però segnalare la presenza di numerose pecette nell'opera.

L'opera risulta essere molto valida, ma a persone particolarmente sensibili o a chi cerca una lettura spensierata se ne sconsiglia la lettura viste le tematiche e lo sfoggio di violenza, anche se in ogni caso mai gratuita.
Per tutti gli altri un manga sicuramente da provare.

Cat



Nome: Cat
Autore: Fung Chin Pang
Editore: Free Books
PAgine: 192
Prezzo: 5.90€



Freebooks presenta al pubblico italiano il manhua C.A.T. - Confidential Assassination Troop, opera composta da due volumi dell'autore Fung Chin Pang, per la prima volta pubblicato in Italia.

Protagonista della storia è una giovane spia freelancer il cui nome in codice è CAT. La ragazza è rimasta orfana a soli 6 anni a causa della follia del padre; questi in preda ad un raptus uccise la moglie per poi togliersi la vita. Rimasta senza nessuno, la bambina trovò rifugio in una chiesa abbandonata dove visse convivendo assieme ad un branco di gatti randagi, fino al giorno in cui fu scoperta. A dodici anni fu infatti trovata e utilizzata come cavia da laboratorio per un esperimento mirato alla creazione di soldati perfetti, spie da utilizzare da parte degli americani contro le potenze nemiche: il progetto SFP. I tecnici del laboratorio la molestarono fino al giorno in cui, a tredici anni, fu violentata. Riuscì in seguito a fuggire e da allora divenne una spia/killer freelancer a pagamento, ma il suo obiettivo in ogni caso rimane la vendetta verso i tre tecnici autori della violenza.
Fulcro della storia è quindi il personaggio di CAT, il suo passato e il suo rapporto con il mondo esterno e “normale”, ma non solo, anche con tutte le spie russe e cinesi, che indagano sul progetto SFP, coinvolte nella trama dell'opera e manovrate da scienziati e militari senza scrupoli. Di contorno una storia di puro stile spionistico.

Lo stile di disegno di Fung Chin Pang è ispirato a quello di Samura, ma nonostante questo l'autore riesce a renderlo personale nelle dinamiche degli scontri, nei tagli delle scene e nella regia generale dell' opera.
Decisamente un ottimo livello di tecnica, le tavole hanno un ottimo impatto.
Freebook offre una anteprima di CAT al seguente indirizzo.

L'edizione è la nota dolente: purtroppo l'insoddisfacente carta e la pessima rilegatura avviliscono l'ottimo tratto di Fung e la presenza di una splendida sovraccoperta non fa giungere alla sufficienza.
Sul fronte adattamento ci troviamo di fronte ad un ottimo prodotto, privo di errori e curato nella maniera adeguata.
Benché la trama non sia originalissima, per via della componente uomini modificati geneticamente, nel complesso è una buona storia di spionaggio e azione di vecchio stampo ed i disegni di Fung apportano un contributo notevole all' opera.
Per gli amanti del fumetto d' azione e considerando che l' opera consta di soli due numeri, se ne consiglia la lettura.

D-Cloth



Nome: D-Cloth
Autore: Kuroda Yosuke e Ohno Junji
Editore: Flashbook
PAgine: 192
Prezzo: 5.90€



Flashbook presenta alcuni nuovi autori nel panorama italico: Ohno e Kuroda, grazie a D-Cloth loro miniserie composta da tre numeri.
D-Cloth è uno shonen manga di tipo action-fantascientifico proveniente dal catalogo Akita Shoten.

Protagonista della storia è Yuki Mirai, giovane studente che in seguito alla separazione fra i suoi genitori si trasferisce col padre, lo scienziato Yuki Nobutaka, al centro ricerche dell’isola di Mino.
Durante una visita al laboratorio, dove lavora il padre, rimane coinvolto in una grande esplosione. La maggior parte degli scienziati rimane uccisa e il giovane non può far altro che soccorrere Okitsu Ayaka; la ragazza apparentemente è l'unica sopravvissuta e verte in evidente stato di shock a causa della perdita della madre sepolta sotto le macerie dell' edificio.
I due giovani nel tentativo di uscire dall' edificio pericolante si imbattono in Nobutaka: il padre di Yuki è sopravvissuto al disastro, mostra loro una via di fuga e consegna al figlio una valigetta informandolo che il destino del mondo è legato ad essa; Yuki dovrà impedire che cada nelle mani dei militari accorsi subito sul luogo dell' incidente. La valigetta si scopre contenere una particolare tuta, denominata D-Cloth, che indossata conferisce al portatore una potenza fisica ed una resistenza senza eguali. Per aiutare Yuki nell' impresa si unirà al gruppo Mana, ragazza responsabile dell'esplosione al centro di ricerca; il suo obbiettivo era la distruzione del D-Cloth sperimentale, lei sa bene che la realizzazione del D-Cloth causer una serie di guerre che porterà il paese sull' orlo della distruzione. Proprio per evitare lo svolgersi degli eventi assieme ad altri sei ragazzi è giunta dal futuro per alterare il corso della storia.

Il tratto è discreto, nella media per il genere; le tavole di Ohno risultano pulite e comprensibili anche nei momenti di azione più concitati.
L'edizione è la classica Flashbook: ottima la rilegatura, l'inchiostratura e l'adattamento; molto buona la carta e l'edizione è impreziosita dalla presenza della sovracoperta.
D-Cloth appare come un discreto shonen; il canovaccio risulta essere prevedibile e le similitudini con altre opere, in particolare Generator Gawl, sono evidenti.
Risulta quindi un titolo discreto che gli amanti del genere apprezzeranno; per gli altri non risulta un acquisto indicato.

Glaucos



Nome: Glaucos
Autore: Akio Tanaka
Editore: Planet Manga
PAgine: 224
Prezzo: 4.90€



Glaucos, miniserie composta da quattro volumi, è la seconda opera dell' autore Akio Tanaka pubblicata da Panini, più recente di Shamo ma non per questo molto differente da un punto di vista psicologico.
Benchè in Glaucos la stroria sia incentrata su tutt'altre tematiche, come in Shamo il fulcro del manga è la componente psicologica del protagonista, in questo caso il rapporto fra Cisse e il mare.

Protagonista del manga è Cisse, ragazzo partorito in mare da una donna che finirà con l'annegare e salvato da un gruppo di delfini.
Un pescatore del luogo scorge gli animali ed il bambino e credendolo un presagio decide di salvarlo ed allevarlo come suo figlio.
Cisse, probabilmente a causa della sua particolare entrata nel mondo, ha la capacità di resistere in apnea per parecchi minuti, cosa che il suo padre adottivo vede di mal occhio; teme che il figlio possa sparire nel mare come il ragazzo di una antica leggenda del luogo.
Punto chiave del manga è l'incontro fra l'ormai diciassettenne Cisse e l' ex campione di free diver Claude; quest' ultimo, malato e vicino alla morte, non ha dimenticato come il francese Petit abbia battuto il suo record di immersione in apnea di 80 metri portando il nuovo “limite” a 90 metri.
In Cisse vede un grande talento e la possibilità di raggiungere un nuovo record tramite lui; dall' altra parte Cisse decide di seguire Claude e diventare suo allievo per scoprire i suoi limiti, sfidare e vincere il mare, nonché per procurarsi il denaro necessario alle cure della malattia che recentemente ha colpito il suo padre adottivo.
Nel primo volume Cisse intraprende la sfida con se stesso, con i propri limiti sottoponendosi ai duri allenamenti di Claude e monitorato dalla giovane dottoressa Haruka.

Il tratto è buono, praticamente invariato rispetto a Shamo; Akio predilige l'esaltazione dei volti, molto dettagliati, strumento importante per trasmettere l'angoscia e le emozioni al limite della follia presenti nelle sue tavole.
L'edizione è la classica Panini per il formato: discreta carta, ottima rilegatura e inchiostratura arricchita dalla presenza della sovraccoperta; per quanto riguarda l'adattamento ci troviamo di fronte ad un buon lavoro.
Glaucos risulta essere un buon manga, ma esattamente come per Shamo tutto ruota attorno all' esasperazione del protagonista; la sua quasi follia nel cercare di superare i propri limiti, nella sua scarsa capacità di rapportarsi con le persone che gli stanno vicino, la predilezione della natura rispetto alla società.
Un manga originale per la tematica trattata, il free diver, riflessivo al punto giusto, ma non per tutti; chi cerca azione o letture spensierate è consigliato di passare oltre, per tutti gli altri se ne consiglia la lettura, almeno del primo numero.

Honey Bitter



Nome: Honey Bitter
Autore: Akio Tanaka
Editore: Dynit
PAgine: 192
Prezzo: 6.50€



La protagonista di questo manga è Shuri Otokawa, una ragazza di diciannove anni molto particolare; infatti nonostante la sua giovane età già da tempo collabora con la polizia di varie nazioni per l'arresto di criminali di ogni specie. Ciò le è possibile per via di un 'potere' che detiene fin dalla nascita: è capace di leggere nella mente delle persone come se esse fossero un libro che in alcuni punti è magari più o meno leggibile... una telapatia imperfetta, dunque, che costituisce per lei uno dei più grandi vantaggi nel suo mestiere. Questa però non è la sua unica particolarità, visto che la giovane Shuri è anche totalmente omofobica, avendo subito in passato un pesante trauma che le pregiudica totalmente quasiasi rapporto con l'altro sesso. Tutto questo non le ha comunque causato problemi di sorta fino a quando, tornata in Giappone per lavorare nella ditta di investigazione privata di sua zia, ritrova il proprio ex, [b]Riki Nijihara[/b] (il quale pare avere delle responsabilità nel trauma della ragazza) e incontra uno strano ragazzo, [b]Yota Kubo[/b] che le fa una continua corte spregiudicata.
E' questo l'incipit della nuova storia sceneggiata e disegnata da Miho Obana, un misto tra il genere giallo, sovrannaturale e romantico a un qualità di stampa e adattamento di primo livello, degni di quello a cui ci ha abituati la DynIt.
Unica pecca pare essere il prezzo, tremendamente più alto delle edizioni a pari qualità e pari numero di pagine.

Keroro



Nome: Keroro
Autore: Mine Yoshizaki
Editore: Dynit
PAgine: 192
Prezzo: 3.30€



Che cosa succederebbe se gli alieni dovessero invadere la Terra? E se ad invaderla fosse uno sparuto gruppo di ranocchi umanoidi che definire comici è poco, abbandonati sul nostro pianeta in seguito a un cambio di programma della flotta d'invasione e destinati ad arrangiarsi per portare avanti la loro 'conquista' in un modo o nell'altro.
E' questa, in breve, la storia di [b]Keroro[/b] , un manga che vede l'omonimo sergente ranocchio destreggiarsi tra i temibili pericoli della società umana, in una perenne coesistenza poco pacifica con i membri della famiglia Hinata, la cui casa hanno avuto la sfortuna di 'invadere' per sbaglio.
C'è altro poco da dire su questa serie (peraltro già nota ai più, visto che l'anime è in onda da alcuni mesi su Mediaset) se non che punta tutto sulla comicità ed è a dir poco ricca di citazioni provenienti da altri anime.
Edizione tutto sommato nella media e prezzo ragionevolmente basso; consigliata a chi ha tempo e voglia di svagarsi.

Negima



Nome: Negima
Autore: Ken Akamatsu
Editore: Dynit
PAgine: 192
Prezzo: 4.00€



Prendete un tipico ragazzino di undici anni stile Harry Potter, occhialoni sul naso e mago dilettante... questo è il protagonista della storia di Negima, tale [b]Negi Springfield[/b], diplomando all'accademia di magia come Magister Magi (un tipo di mago con compiti particolari). La prova finale per ottenere il titolo di Magister Magi è l'esecuzione di qualche particolare lavoro nel mondo umano e varia, praticamente a caso, da persona a persona: nel caso di Negi il lavoro da svolgere è ingegnante in una scuola giapponese.
E' così che Negi Springfield, undici anni, viene inviato dal Galles in Giappone, come insegnante di inglese in una scuola media femminile, dove finisce inesorabilmente per diventare il bambolotto delle sue allieve.
Serie totalmente improntata sulla comicità, le situazioni 'ambigue' e piccanti e il non-senso, [i]Negima[/i] è anche dotato del classico buon tratto e fantasioso character-design con i quali Ken Akamatsu ha già reso particolare [i]Love Hina[/i], altra sua serie di punta.
L'edizione è media, con impaginazione di livello discreto e un buon adattamento.

Ikigami



Nome: Ikigami
Autore: ?
Editore: Planet Manga
PAgine: 192
Prezzo: 7.00€



Panini comics consolida la sua posizione di leader nella proposta di novità in campo seinen manga grazie all'uscita del promettente Ikigami.
Nato dalla penna del giovane Motoro Mase, l'opera è una novità anche Giappone, dove ha raggiunto soltanto la terza uscita.
Il nuovo titolo di casa Planet Manga è ambientato in una realtà distopica dove un governo ha istituito un metodo perverso e spietato per ricordare alla popolazione l’importanza della vita, ovvero tramite gli “ikigami”, vere e proprie notificazioni, casuali, di condanna morte con decorso entro le successive 24 ore!
Ad ogni abitante viene infatti somministrata un'iniezione da bambino: una su mille contiene una capsula letale che non è più possibile neutralizzare. Solo dopo i 24 anni d'età potrete tirare un sospiro di sollievo, ma il ricordo di quella angoscia dovrebbe "aiutarvi" a valorizzare il resto della vostra esistenza.
Non importa chi voi siate o come viviate, dovrete sempre ricordarvi che il prossimo potrebbe essere il vostro ultimo giorno di vita!
Ogni episodio ruota intorno alle storie e alle reazioni degli sfortunati ricevitori di “ikigami”, senza dimenticare i dubbi e gli interrogativi di Kengo Fujimoto, neo assunto "messaggero" per il famigerato ministero di Salute e Benessere.
Sebbene la trama prenda spunto da concetti e situazioni non troppo originali, li sviluppa in maniera personale e apprezzabile, dando vita ad una lettura che genera interessa verso lo sviluppo della storia.
I disegni non sono particolarmente accattivanti, ma svolgono il loro dovere in maniera almeno discreta.
Ma parliamo sempre delle impressioni di un solo numero; invece l'unico neo di questo manga bimestrale che ci sentiamo quindi di esprimere con certezza è il prezzo.
Anche con sovracoperta e le sue 216 pagine (standard Manga 2000) i suoi 7€ di copertina appaiono francamente troppi e potrebbero tener lontani molti possibili acquirenti.