First look First Look on Luglio 2005

Estate: nuovi manga ad alleviare la calura estiva!

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Hot Gimmick (Planet Manga)


Nome: Hot Gimmick
Autore: Miki Aihara
Casa Editrice: Planet Manga
Collana: Manga Dream
Prezzo: 4 €
Pagine: 192


Ecco il titolo dell'ennesimo shojo arrivato in casa Planet Manga. L'ultimo fumetto della giovane Miki Aihara, scuderia Shogakukan, ci viene presentato nel suo formato originale a 192 pagine per 4€, nella collana Manga Dream (quindi senza sovracoperta). Un nuovo Vitamin? una nuova Nana? Purtroppo, niente di tutto questo.
Hatsumi è una ragazza timida e ingenua. Una ragazza arrendevole, con poca fiducia in se stessa e che, nonostante i suoi sedici anni, non ha ancora conosciuto l’amore. E l’amore travolge la nostra Hatsumi attraverso modi e tempi inaspettati, giocandole un tiro mancino dopo l’altro, fino a trasformare la sua tranquilla vita in un susseguirsi di sconvolgenti emozioni. A contendersi le sue attenzioni l'antipatico Ryoki e il suo amore d'infanzia, Azusa. Ma le cose potrebbero non essere come sembrano, e se lupo e agnello si scambiassero la maschera? Insomma, come avrete intuito, il solito festival dell'originalità. Dinamiche trite e ritrite nemmeno ben raccontate e senza il minimo gusto personale. Disegni scialbi, dai brutti retini e fondali. Insomma, una grande delusione. La cosa più bella dell'albo è la copertina. Paradigma dei tempi moderni, Hot Gimmick è bello fuori e vuoto dentro. Consigliato solo ai più accaniti collezionisti shojo, tutti gli altri si tengano a debita distanza.

Evangelion: Iron Maiden 2nd (Planet Manga)


Nome: Evangelion: Iron Maiden 2nd
Autore: Fumino Hayashi
Casa Editrice: Planet Manga
Collana: Manga Top
Prezzo: 2 €
Pagine: 100


Tutti sicuramente conoscono, almeno di fama, Neon Genesis Evangelion, l'anime che, a quanto si dice, ha fatto la storia dalla metà degli anni '90 in poi. Un po' meno famosa, qui da noi, è tutta la massa di gadget, opere spin-off e art ispirate all'anime in questione, ed è proprio ad una storia di queste che si ispira questo manga, ovvero i videogiochi "EVANGELION - Girlfriend of Steel" e "EVANGELION - Girlfriend of Steel 2" ("Evangelion - La fidanzata d'acciaio", primo e secondo episodio) in cui si esporava il lato più "sentimentale" della storia, forse un po' tralasciato nell'anime a favore di una chiave di lettura più profonda (e con grande dolore dei fan più accaniti).
Ed ecco che nasce così The Iron Maiden 2nd, lo shojo di Evangelion, ad opera di Fumino Hayashi...
A conti fatti, questo fumetto probabilmente non è nient'altro che l'opera di un fan (una "doujinshi") e non è neppure l'unica: in Giappone infatti vi sono tantissime storie di questo tipo create dai fan per esprimere il loro attaccamento alle serie che amano (ed Evangelion non fa eccezione, anzi vi sono un sacco di opere spin-off dedicate a questa serie). Inoltre il tratto è, ovviamente, molto discostato da quello artistico e perfezionista di Sadamoto, a cui magari siamo abituati, risultando orientato piuttosto verso una grafica più accennata, in stile shojo. Anche le battute dei personaggi sembrano essere vagamente forzate e non troppo simili a quello che direbbero i protagonisti dell'opera primigenia (forse per una scelta dell'autore o forse per un adattamento non appropriato), per non parlare dei caratteri dei personaggi che, di primo acchito, possono apparire totalmente estranei a quelli che si è imparati a conoscere durante tutta la serie (ma che raggiungono l'impostazione persente in questo manga nella parte finale dell'ultimo episodio). Fatta questa dovuta introduzione, veniamo ora al manga...
In Iron Maiden 2nd il mondo che abbiamo imparato a conoscere in Evangelion non esiste, la storia comincia in quello strano paradiso felice intravisto al termine dell'ultimo episodio della serie TV, dove i protagonisti vivono una tranquilla vita da studenti di scuola media, senza EVA, senza Angeli e senza Progetti per il Perfezionameto dell'Uomo: solo normalissimi studenti con una normale vita sociale e sentimentale. Ed ecco che da qui si comincia nuovamente, infatti alcuni ragazzi della scuola vengono selezionati dalla NERV (una società di ricerca che praticamente impiega il 90% della popolazione adulta della città di NeoTokyo-3) e gli viene richiesto di presentarsi alla base della società per un "esame attitudinale"...
E' così che facciamo la conoscenza dei nuovi Piloti: Toji Suzuhara, Kaworu Nagisa, Kensuke Aida, Rei Ayanami, Asuka Soryu Langley e Shinji Ikari...tutti pronti?
Allora si va in scena!

Nuts Panic! (PlayPress)


Nome: Nuts Panic!
Autore: Haruka Fukushima
Casa Editrice: PlayPress Publishing
Collana: Love2Comix
Prezzo: 3.90 €
Pagine: 210


Quale bambino non ha mai sognato di diventare "grande" subito?
Di certo la risposta è semplice nel caso della piccola Natsumi (11 anni), che, nel vano tentativo di sembrare grande ("una bomba sexy" dice lei...) si concia nelle maniere più astruse, infilandosi addirittura delle mele sotto i vestiti per simulare qualche prematura curva. Questo è il suo sogno, crescere ed essere una ragazza stupenda; c'è invece il suo amico d'infanzia e vicino di casa, Asuma, che cerca in disperatamente di tenerla con i piedi per terra... un tentativo fallito in partenza...
Ma cosa accadrebbe se Natsumi entrasse in possesso di alcune strane noccioline cresciute da una pianta trattata con un preparato chimico sperimentale che accelera la crescita e la trasformasse in un'attraente e magnifica diciottenne?
E' quello che scopriamo quando un singolare scienziato (dal sesso non ben identificato) consegna, inavvertitamente, insieme alla partita di noccioline destinate alla distribuzione pubblica anche un pacchetto contenente queste strane cibarie. Ed ecco così che la piccola Natsumi, datasi al cibo per dimenticare il dolore di essere ancora una bimba, mangia le noccioline e si trasforma come per magia in un'autentica bomba sexy! A questo punto risulta quasi immediato il suo successo nella società: il bel ragazzo che lavora come parrucchiere nel salone di bellezza vicino a casa finalmente la nota (nonostante "da bambina" si fosse piazzata anche per ore davanti al locale) e per lui scatta il colpo di fulmine, introducendola nel mondo dei "grandi", fatto di party e serate di gala... un mondo in cui Natsumi vive ora come in un sogno...
Ma questo è davvero ciò che lei desidera? E Asuma come reagirà a questo cambiamento improvviso della ragazzina a cui è così profondamente legato? E se le noccioline avessero degli effetti collaterali? E se il "nuovo" aspetto di Natsumi desse ad Asuma finalmente l'ardore necessario per dichiararsi, visto anche il fiorire di così tanti concorrenti? Ma soprattutto, in quale mondo Natsumi deciderà di vivere alla fine, quello in cui è una bambina destinata a diventare una ragazza stupenda, o quello in cui è già una bellezza lanciata nella carriera di donna dello spettacolo?
Le risposte su Nuts Panic!

Shonan Junai Gumi (DynIt)


Nome: Shonan Junai Gumi
Autore: Toru Fujisawa
Casa Editrice: DynIt
Collana: Manga Pulp
Prezzo: 6.90 €
Pagine: 384


Dopo il successo di GTO e di Bad Company, Dynit propone Shonan Junai Gumi, nell’intento di concludere il ciclo di opere di Toru Fujisawa dedicate ad Eikchi Onizuka (ed al suo amico di sempre Riuji Danma).
“La banda dell’amore puro di Shonan” (questo il bizzarro significato del titolo) racconta le (dis)avventure giovanili del nostro professore preferito, che all’epoca altri non era che uno dei teppisti più forti e temuti della città. Peccato che, se da un lato avere una fama simile possa tutto sommato essere anche d'aiuto, dall’altro renda assai difficile trovarsi una ragazza! Questo infatti l’obiettivo principale di Ekichi e Riuji: riuscire finalmente a perdere la verginità con qualche avvenente donzella. La brillante idea iniziale è quella di farsi assumere in un villaggio turistico e sfruttare la propria posizione per abbordare l’abbordabile: comunque vada per i nostri due eroi, per chi legge ci sarà da divertirsi. Fujisawa infatti non delude neppure questa volta, riuscendo a creare un mix geniale di azione, situazioni rocambolesche e drammaticità che, pur essendo a tratti demenziale, non mancherà di appassionare. L’incipit, quindi, è di quelli che fa ben sperare per il prosieguo del manga.
Un po’ meno pregevole è invece il tratto, che risente della giovinezza dell’autore, e talvolta risulta un po’ troppo spartano o impreciso; nonostante tenda a migliorare, potrebbe far storcere il naso.
L’edizione è molto corposa (ben 384 pagine) e, a parte un prezzo adeguato al volume, presenta la gradita caratteristica di avere la sovracoperta double-face: un'immagine è quella della seconda edizione - su cui si basa il manga Dynit - mentre le altre due all’interno corripondono alle copertine della prima edizione giapponese.
Shonan Junai Gumi inizia al meglio, risultando da subito divertente: a meno di non avere un’avversione nei confronti del genere, credo possa considerarsi una piacevole lettura per chiunque.