First look First Look on Novembre 2006

Un mese ricco di novità per tutti i gusti

Articolo a cura di


L'articolo che vi apprestate a leggere vuole essere solamente uno specchietto delle nuove uscite mensili, in cui oltre alla trama potrete sapere le nostre iniziali impressioni sulle potenzialità dei manga pubblicati. I nostri giudizi completi saranno da ricercare nelle future recensioni.

Le novità manga di questo mese:


Butsu Zone
Densha Otoko
Emma
I Love You, Baby
My Street
Vampire Knight
Waq Waq
Zero-The Beginning
C.S.I. Secret Identity
Midnight Nation
Ford Ravenstock: Specialista in suicidi


Buona lettura!


Butsu Zone (Star Comics)


Nome: Butsu Zone
Autore: Hiroyuki Takei
Editore: Star Comics
Prezzo: € 3.30
Pagine: 192


Butsu Zone è una miniserie composta da tre volumi, il cui autore è noto in Italia per il manga Shaman King pubblicato da Star Comics, la stessa che ora propone questa sua prima opera.
La protagonista della storia si chiama Sachi; la ragazza, abbandonata in fasce e allevata da un monaco, viene messa al corrente del fatto che in realtà è la reincarnazione di Shaka, divinità avente il compito di riportare l'ordine e l'armonia nel mondo.
Il re del mondo dei desideri, Hajun, decreta però che la ragazza debba essere eliminata, in quanto il raggiungimento della pace universale porterebbe alla scomparsa dei desideri e quindi il suo stesso mondo, con tutti i suoi abitanti, verrebbe a sparire.
A proteggere Sachi dai gregari di Hajun giungono dal paese degli Hotoke Senju e Jizo: questi per poter acquisire consistenza nel mondo reale devono congiungersi con le statue dei templi buddisti, i Butsu-zo.
L' unione permette all' Hotoke di poter accedere al mondo terreno e contemporaneamente di poter utilizzare il Butsu-zo come arma: in particolare Senju è il Senju Kannon del buddismo che rappresenta la dea della misericordia dalle mille braccia ed ha quindi la capacità di sfruttare le sue innumerevoli mani in combattimento.
L' autore punta tutto quindi sulla particolare combinazione “rappresentazione della divinità”-”arma” per intessere la trama della storia.
Per quanto riguarda l'edizione, è la classica di Star Comics, utilizzata per quasi la totalità dei suoi manga.
Butsu Zone risulta essere un discreto shonen, il manga si legge piacevolmente, ma si avverte la mancanza di originalità nell' opera, che tuttavia speriamo verrà compensata nei prossimi numeri.
Un acquisto consigliato quindi agli amanti dell' autore o a coloro che non si attendono originalità, ma sono alla ricerca di una lettura spensierata; per tutti gli altri la stessa casa editrice pubblica titoli decisamente più interessanti.

Densha Otoko (Star Comics)


Nome: Densha Otoko
Autore: Hidenori Hara
Casa Editrice: Star Comics
Prezzo: € 4,20
Pagine: 192


Entra a far parte della squadra Star Comics Densha Otoko, miniserie in tre numeri molto affascinante e, nella sua ingenua semplicità, particolare.
Leggendola entreremo nella vita di un ragazzo giapponese come tanti, un ventenne timido che trascorre le sue giornate tra il lavoro e le sue piccole manie da otaku.
Unico punto di contatto con l’esterno una BBS, una message board, in cui racconterà ai suoi lettori, noi inclusi, gli ultimi strani accadimenti della sua vita: dopo aver allontanato un vecchio signore che molestava delle ragazze in un metrò, il protagonista, soprannominato Densha, viene “scambiato” per un eroe. Queste insistono per ricompensarlo e lui confuso cede il suo indirizzo. Passa i minuti successivi a maledire la sua timidezza, e a ripensare ad una delle ragazze in particolare. Qualche giorno dopo riceve una coppia di pregiate tazzine da thè ed un biglietto: sono un regalo per ringraziarlo dell’atto coraggioso.
Proprio grazie agli sconosciuti “amici” della BBS, Densha riuscirà a trovare la forza e il coraggio per contattare la misteriosa mittente del dono tanto generoso, sperando che si tratti di quella che sembra essere divenuta la fanciulla dei suoi sogni.
Una storia d’amore estremamente romantica, che affonda le radici nel quotidiano e punta tutto sulla caratterizzazione di un personaggio in particolare: la rete!
Ovviamente Densha resta il protagonista indiscusso, ma sarà attraverso i commenti e consigli di decine di anonimi frequentatori della lavagna elettronica che vivremo lo snodarsi delle vicende.
Il tutto confezionato in uno stile reminescente degli anni ottanta, molto accattivante e perfetto per immergerci nell’atmosfera che fa da sfondo alla storia che, assieme alla più che discreta edizione Star rende questa serie un acquisto obbligatorio per tutti gli amanti delle storie d’amore e del quotidiano.

Emma (DynIt)


Nome: Emma
Autore: Kaoru Mori
Casa Editrice: DynIt
Prezzo: 4.50 €
Pagine: 192


Proposta singolare questa di Dynit: Emma, di Kaoru Mori, racchiude una storia romantica ambientata nell’Inghilterra vittoriana, che vede protagonisti una timida cameriera dalle umili origini e un ricco giovane facente parte della Gentry. L’incontro tra i due avviene casualmente quando William Jones fa visita dopo anni alla sua insegnante privata, e nella sua dimora fa la conoscenza con la domestica, Emma. Dopo l’iniziale invaghimento, Jones cercherà in tutti i modi di incontrare di nuovo la ragazza per conquistare il suo cuore, nonostante siano in molti a farle la corte e tra questi vi sia anche un suo bizzarro amico indiano...
Nonostante si tratti tecnicamente di uno shojo, i connotati assunti da Emma sono ben diversi dai classici cliché del genere, collegandosi invece a tutto un certo tipo di letteratura che vede in Jane Austen (Orgoglio e Pregiudizio, Ragione e Sentimento...) la massima esponente. E’ così che, anche cercando di restare fedeli al background storico, i dialoghi, i pensieri e i comportamenti dei protagonisti diventano più credibili e per certi versi meno esagerati di quanto non sia solito vedere nei manga per ragazze.
Un po’ particolare anche il tratto, decisamente arrotondato, forse troppo a scapito dei dettagli nel viso, nonostante gli interni e gli sfondi restino fatti con cura.
L’edizione Dynit non brilla: 4.50€ non sono del tutto commisurati alla qualità della carta, un po’ porosa, soprattutto se consideriamo che altri manga hanno ricevuto un trattamento ben migliore dalla stessa casa editrice. Ottimo invece l'adattamento.
In definitiva questo Emma ci ha fatto una buona impressione: l’assenza di assurdità e l’ambientazione lo rendono un titolo interessante per tutti, sia per gli amanti degli shojo che per quelli che solitamente sono meno propensi ad avventurarsi in questo genere.

I Love You, Baby (Planet Manga)


Nome: I Love You, Baby
Autore: Yoko Maki
Casa Editrice: Planet Manga
Prezzo: 4.00 €
Pagine: 208


Planet Manga, dopo Hanayori Dango, pubblica in Italia un nuovo manga della autrice Yoko
Maki
: Aishiteruze Baby, opera originariamente serializzata sulla rivista Ribbon (Shueisha) dal
2002 e conclusasi in sette volumi.
Kippei Katakura è il classico playboy che predilige la compagnia di belle ragazze allo studio, ma la sua vita verrà stravolta e messa in discussione a causa della zia; quest' ultima decide di affidare alla sorella, a seguito della morte del marito, la sua unica figlia Yuzuru.
La famiglia di Kippei, o più precisamente l'autorevole sorella di Kippei, Neechan, decide di affidare Yuzuru, di appena cinque anni, al ragazzo; il duplice obbiettivo è di affiancare alla piccola una persona che se ne prenda cura e per secondo cercare di responsabilizzare lo scapestrato fratello.
Kippei viene a trovarsi nella situazione di doversi preoccupare non solo di se stesso, ma anche di un'altra persona e questo lo porterà inevitabilmente ad una precoce e celere maturazione interiore. Il ragazzo inizia quindi a prestare attenzione alle proprie azioni, ad attribuire un valore maggiore ad un semplice onigiri, un pasto preparato con amore; per lui è la riscoperta ed una valorizzazione di sentimenti e rapporti con le persone che mai aveva avuto. Il mutato atteggiamento di Kippei verso gli altri, in particolare nei confronti delle sue numerose ragazze, non passa certo inosservato: in particolare Kokoro, sua compagna di classe, da sempre
ostile al ragazzo per via della sua “poca serietà”, poco a poco inizia a rivalutarlo e ad accorciare le distanze.
Fulcro del manga e motivo di originalità dello stesso è quindi l'insolito triangolo che si viene a creare fra i protagonisti: Kippei, Kokoro e Yuzuru.
L'adattamento è di tenore piuttosto alto, mentre l'edizione è la classica Planet Manga utilizzata
per quasi tutti gli shojo e shonen, ma con una differenza di prezzo, 4.00€ invece dei soliti 5.00€ riservati a molti altri shojo.
Unico “difetto” che si può riscontrare è l'eccessiva maturità che Yuzuru mostra in molti frangenti: difficilmente una ragazzina di cinque anni riuscirebbe a reagire come la protagonista del manga in quelle situazioni. In ogni caso, per chi cerca uno shojo atipico, I Love You, Baby risulta essere decisamente un buon acquisto.

My Street (001 Edizioni)


Nome: My Street
Autore: Nie Jun
Casa Editrice: 001 Edizioni
Prezzo: 5.90 €
Pagine: 127


My Street è il nuovo manhua (fumetto cinese) che verrà proposto a Lucca dalla neonata 001 Edizioni. Autore di questo titolo è NIE Jun, giovanissimo manhuaka nato nel 1975 che appartiene a una corrente fumettistica molto moderna.
[...]

Vampire Knight (Planet Manga)


Nome: Vampire Knight
Autore: Matsuri Hino
Casa Editrice: Planet Manga
Prezzo: 5.00 €
Pagine: 192


I vampiri sono tra noi, e non in senso figurato! I succhiasangue vivono celati agli occhi di tutti, pronti a colpire vittime innocenti. Fortunatamente non tutti sono dominati dall'istinto predatorio: un'elite di giovani vampiri frequenta il collegio Cross, dove è in atto un tentativo di integrazione con gli umani. Questi giovani e bellissimi immortali frequentano una classe speciale, la Night Class, nella quale non sono ammessi studenti normali.
Per la maggior parte degli umani si tratta solo di bellissimi ragazzi e ragazze, da ammirare ed idolatrare, solo in pochi sono a conoscenza della loro reale natura: il preside ed i suoi due figliocci, una coppia di studenti, Yuki Cross e Zero Kiryu, membri del comitato disciplinare della scuola, incaricati di tenere separati i vampiri dagli umani, per evitare incidenti. Zero odia i vampiri, che in passato hanno massacrato la sua famiglia rendendolo orfano, e non perde occasione per provocarli. Yuki invece è sinceramente convinta che una convivenza sia possibile. La ragazza non ha memoria del suo passato prima dei cinque anni, quando venne salvata dall'affascinante Kaname Kuran, un vampiro purosangue che adesso è il leader della Night Class. Tra i tre ragazzi viene così ad instaurarsi il classico triangolo, perché sia Zero che Kaname sembrano tenere molto a Yuki e dunque rivaleggiano tra loro, mentre lei, pur se legata ad entrambi, pare ancora non rendersi conto dell'attrazione che esercita sui due. La situazione si complica ulteriormente quando si scopre che Zero si sta trasformando in vampiro e Yuki rischia di essere la sua prima vittima.
Come avrete intuito Vampire Knight rappresenta una curiosa variante della classica commedia scolastica con triangolo: l'ingrediente vampirico orienta la storia verso tonalità cupe e goticheggianti, rese perfettamente dai bei disegni dell'autrice, Matsuri Hino. Il tratto è quello tipico degli shojo, con ragazzi efebici e bellissimi ed un'estrema cura negli elementi di contorno come le elegantissime uniformi scolastiche, il tutto condito da sangue e canini appuntiti. La protagonista, invece, pare un po' passiva, sballottata qua e là da tutti i ragazzi che incontra, anche se un misterioso segreto nel suo passato pare preannunciare futuri sviluppi.
Nel complesso, dunque, uno shojo un po' diverso dal solito, consigliatissimo a chi ama atmosfere gotiche e barocche, senza dimenticare l'immortale fascino che i vampiri da sempre emanano.
L'edizione italiana ad opera di Panini Comics si segnala per una buona qualità di stampa e carta. Ingiustificatamente alto, invece, il prezzo, considerando che il volumetto non dispone né di sovracopertina né di altri elementi di particolare pregio.

Waq Waq (Star Comics)


Nome: Waq Waq
Autore: Ryu Fujisaki
Casa Editrice: Star Comics
Prezzo: 3.30 €
Pagine: 192


Star Comics presenta in quattro volumi la più recente miniserie di Ryu Fujisaki, conosciuto dai più per l'ottimo Hoshin Engi.
La storia è ambientata a Waq Waq, mondo perennemente in lotta: da un lato gli esseri umani dal sangue nero, dall'altro le macchine. Per sopravvivere alla forza distruttrice dei robot gli umani si sono raggruppati in diversi villaggi-fortezza, sparsi su tutto il mondo.
A protezione delle città si ergono i sette sakimori. uomini prescelti aventi la capacità di entrare in simbiosi con dei meccanismi pensanti, i gojinzo, per sfruttarne la forza e quindi annientare le macchine assalitrici.
Matsuda è una ragazza giunta suo malgrado su Waq Waq per volere di un' entità malvagia; lei è una ragazza dal sangue rosso, lo stesso sangue che possedeva il dio che creò le macchine e gli uomini di quel mondo.
La sua presenza infatti altera l'equilibrio degli abitanti di Waq Waq: pur essendo umana le macchine non l' assalgono, anzi ne sono conquistate, mentre negli esseri umani dal sangue nero scatena istinti omicidi.
Protagonisti della storia sono quindi Matsuda e il giovane sakimori Shio con il suo gojinzo Armaiti, ereditato dal padre, la prima alla ricerca di un modo per tornare nel suo mondo, il secondo avente il desiderio di proteggere il dio dal sangue rosso e trovare un sistema per porre fine alla guerra con le macchine.
I loro sogni sono ostacolati non solo dalle macchine, ma anche dagli altri sakimori che ambiscono al potere posseduto da Matsuda.
Il tratto dell' autore non brilla certo per bellezza o originalità, infatti ci troviamo di fronte al classico stile-shonen: robot “giocattolosi”, personaggi e dettagli degli ambienti pressoché inesistenti.
L'edizione è la classica di Star Comics per questo genere. Per gli amanti dell' autore di Hoshin Engi può risultare un acquisto interessante, per tutti gli altri potrebbe risultare un mediocre shonen.

Zero-The Beginning (Flashbook)


Nome: Zero-The Beginning
Autori: Park Sung Woo, Lim Dal Young
Casa Editrice: Flashbook
Prezzo: 5.90 €
Pagine: 192


Flashbook amplia il proprio catalogo manwha presentando una nuova serie: Zero-The Beginning, conclusasi in Corea con il decimo volume.
Protagonisti della storia sono i tre fratelli: Shiyuu, Sumire e Kasumi.
Shiyuu, unico ragazzo, è dotato di grandi poteri esp e viene catalogato come tipo Zero, i soggettti aventi maggiori capacità esp; Sumire è sua sorella maggiore, mentre Kasumi è la sorella più piccola; al momento nessuna di loro ha dimostrato di possedere doti extrasensoriali.
Uno sguardo al passato: l'organizzazione E.C.S. nasce con il fine di analizzare i poteri degli esper e per i propri scopi non esita a sottoporre numerosi ragazzi a biechi esperimenti arrivando al punto di organizzare la nascita e l'unione fra esper per ottenere una nuova evoluzione degli stessi.
L'essere trattati come mere cavie da laboratorio spinse un gruppo di esper alla rivolta; il loro leader possedeva poteri inimmaginabili, da solo uccise più di 100 esper fedeli all'organizzazione e rase al suolo la sede dove era prigioniero.
In seguito alla distruzione assieme a una ragazza e un ragazzo abbandona il luogo dello scontro per cercare un posto sicuro dove stabilirsi; questo leader venne soprannominato primo tipo Zero.
Particolare condizione necessaria per ottenere un tipo zero è l'unione fra padre e figlia, solo dal figlio generato da questo incesto è possibile ottenere un tipo zero.
Il presente: Shiyuu, Sumire e Kasumi vivono serenamente in un posto isolato e vorrebbero mantenere tale stato di quiete, ma una nuova organizzazione entra in azione per catturare e studiare il tipo zero: la Reed.
Fanno la loro comparsa anche alcuni membri della nuova E.C.S, risorta sulle ceneri della precedente ha un'obbiettivo totalmente opposto, proteggere gli esper e in particolare riuscire ad entrare in contatto con un tipo zero. Il tutto convergerà in una moltitudine di scontri fra esper e frammenti di passato sparsi in questo primo numero di Zero.
L'edizione della Flashbook è come sempre di buon livello, con sovracoperta e ottime rilegatura, carta e inchiostratura.
A conti fatti Zero si dimostra un discreto manwha, risulterebbe buono se in più di un' occasione non si fosse riscontrata una narrazione confusionaria degli eventi; questo è probabilmente dovuto all' inesperienza dell'autore, alle prese con la sua prima opera; in ogni caso "particolare" la scelta dell' autore di attribuire la creazione dei tipi zero mediante incesto.
Per quanto riguarda il disegno vi è da segnalare che il tratto dell' autore non risulta molto incisivo, i fondali sono pressochè inesistenti e il character design dei personaggi può non accontentare i gusti dei molti.
Se vi piacciono le storie d' azione e gli scontri fra esper, Zero-The Beginning è sicuramente un ottimo acquisto.

C.S.I. Secret Identity (Panini Comics)


Nome: C.S.I. Secret Identity
Autori: Steven Grant, Gabriel Rodriguez, Steven Perkins
Casa Editrice: Panini Comics
Prezzo: € 10.00
Pagine: 124


Steven Grant, riconosciuto perlopiù per aver rivalutato “The Punisher” a metà degli anni ’80, presta la sua penna per l’adattamento a fumetto del tanto acclamato telefilm C.S.I. Las Vegas.
Gil Grissom e la sua squadra della scientifica della L.A.P.D. avvieranno le ricerche su di un insolito caso che vede come vittima un turista ucciso nella stanza di un piccolo hotel: gli indizi portano tutti ad unico individuo che stranamente risulta essere morto da tempo. Inizia qui il viaggio degli investigatori, tra prove fin troppo datate e inganni resi aspri dai decenni che separano il colpevole dall’omicidio: ci sarà un modo per trovarlo ed incastrarlo?
Il volume unico, campione di una raccolta inerente alle varie versioni del telefilm, delude sia gli appassionati della serie televisiva che i lettori di fumetti abitudinari: i nomi a base del titolo non sono bastati per rendere la storia affascinante come dovrebbe e i disegni risultano fastidiosamente statici e banali per poter essere goduti a pieno; i tempi di narrazione, inoltre, sono troppo contratti rispetto al numero di pagine necessarie per la realizzazione di un giallo a fumetti.
L’edizione della Panini Comics, infine, non viene incontro al lettore, proponendo un volume striminzito ad un costo eccessivo.

Midnight Nation (Panini Comics)


Nome: Midnight Nation
Autori: J. Michael Straczynski, Gary Frank
Casa Editrice: Panini Comics
Prezzo: € 12.00
Pagine: 144


Joseph Michael Straczynski, agli inizi del nuovo millennio, consolida la sua carriera come scrittore e produttore delle più celebri serie televisive a cartoni attraverso una delle opere più visionarie e metafisiche che abbiano interessato il mondo del fumetto: “Midnight Nation”.
Per David Gray non vi è niente oltre il suo lavoro di detective nella omicidi: sembra essere a casa sua solo sulla scena del crimine e la sua attenzione per i dettagli lo rende il migliore nel campo. Uno strano nuovo caso attende l’infallibile intelletto del poliziotto della LAPD, un misterioso affare che lo trascinerà in un mondo che la gente ignora; un mondo mai visto, un mondo dimenticato: tutti quelli che vengono obliati dalla memoria altrui cadono in questa dimensione parallela condividendo con propri simili l’impossibilità di interagire con il loro passato. David sarà scagliato proprio in questi luoghi oscuri costretto alla ricerca della propria anima, strappatagli via da esseri demoniaci; ma il suo cammino verso la salvezza non sarà semplice e i segreti e i misteri si infittiranno grazie alla sua affascinante compagna di viaggio Laurel: riusciranno ad arrivare in tempo a destinazione?
Una eccitante e avvincente storia che cerca di dare una spiegazione all’esistenza umana e al rapporto che essa può avere con la memoria e la morte, in un iter avventuroso tra filosofia e religione. Il livello della sceneggiatura è elevato, anche se i tempi narrativi di Straczynscki sono particolari e spesso contorti, e riesce ad ovviare alla ripetitività del disegno fin troppo standardizzato di Gary Frank.
Dopo quattro anni dal termine della miniserie, la Panini Comics presenta la prima metà di “Midnight Nation” in un volume edito in maniera eccellente per la collezione 100% Cult Comics.

Ford Ravenstock: Specialista in suicidi (Panini Comics)


Nome: Ford Ravenstock: Specialista in suicidi.
Autori: Susanna Raule, Armando Rossi
Casa Editrice: Panini Comics
Prezzo: € 4.00
Pagine: 48


Dall’estro della laureata in psicologia Susanne Raule e dai disegni di Armando Rossi nasce la storia vincitrice del Lucca Project Contest del 2005, di recente pubblicata dalla Panini Comics in un volume destinato ad avere successo.
Ford Ravenstock è specializzato in suicidi, ma non è intento a studiarli per interessi di psicologia. Semplicemente è un maestro nel provocarli.
Affiancato dal suo distaccato quanto premuroso maggiordomo Emerson, Ravenstock gestisce il suo lavoro come sicario con una particolarissima tecnica, mista di contatti e retorica, utile a convincere i suoi obiettivi al suicidio. Un modus operandi eccellente per non lasciare tracce; ma non sufficiente a dissipare i sospetti di una giovane investigatrice di New York.
Nonostante il cinismo e il pessimismo estremo del protagonista, tinto di un savoir faire da intellettuale inglese di inizio secolo, si finisce irreparabilmente per rimanere tremendamente affascinati dalla sua natura di giudice tra vita e morte. Si nota, fin dalle prime pagine, come Raule abbia fatto ricorso alle sue conoscenze in psico-sociologia per poter dar colore alla storia anche attraverso rapide citazioni (come la copia del “Suicidio” di Emile Durkheim). I disegni sono, nonostante la legnosità di talune scene, efficaci e caratterizzanti e garantiscono la giusta atmosfera a questo insolito giallo newyorkese.
L’edizione della Panini Comics è ottima e sufficientemente economica.