First look Lost + Brain

Con l'ipnosi è davvero possibile cambiare il mondo?

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

“Esami noiosi, scuola noiosa, gente noiosa!
Ho già capito tutto...
in questa vita, non accadrà mai nulla che superi la mia immaginazione.”


Questo il mondo che si para davanti agli occhi del giovane Ren Hiyama, uno studente di prima liceo. Una realtà che lo disgusta a tal punto da volerla distruggere, riplasmandola a suo piacemento fino a creare un'utopia priva di tutti quei “rifiuti della società” che gli si presentano continuamente davanti. A discapito del resto dei compagni recanti un profondo risentimento verso di lui, solo una ragazza sembra apprezzarlo: si tratta della coetanea Yuka Takagi. In occasione dell'imminente festival scolastico, Yuka propone a Ren di organizzare uno spettacolo di ipnotismo con l'aiuto dello zio, un'illustre luminare del campo. Facciamo così la conoscenza del professor Itsuki Kuonji che, per dimostrare le meraviglie della tecnica ipnotica, invita alcuni alunni ad una seduta di prova, insieme a un complice di Ren istruito per l'occasione a resistere al condizionamento. Ma, contro ogni previsione, questo “potere” si rivela efficace oltre ogni aspettativa; Ren vede così finalmente un metodo efficace per realizzare il suo progetto. Dopo un anno passato a condurre vari esperimenti su alcuni ignari compagni, tutto è pronto e la meta si fa sempre più vicina: riuscirà lo spregiudicato Ren a creare il suo mondo perfetto?
Una storia decisamente atipica, un thriller colmo di inganni e macchinazioni che vi porterà attraverso il misterioso mondo del subconscio; l'autore ha voluto rendere l'atmosfera la più realistica possibile, implementando nella narrazione alcune delle tecniche ipnotiche realmente utilizzate dagli esperti della psiche umana.
Questo primo volume di Lost + Brain può richiamare alla mente moltissimi elementi già visti in Death Note, a partire dalla caratterizzazione del protagonista fino allo scopo finale; la creazione di una società utopica, senza porsi alcuno scrupolo nell'utilizzare a piacimento la vita di chi gli sta intorno; anche il design di Ren ricorda molto il Light dei primi capitoli. Ma le similitudini si fermano qui: la forza di Lost + Brain risiede proprio in questa connotazione di verosimiglianza, dove il mezzo per il raggiungimento dell'obbiettivo finale sono tecniche ipnotiche scientificamente documentate e sperimentate.
Ottima l'edizione, decisamente sopra gli standard a cui ci ha abituato Star Comics, con un volume di grande formato e sovracopertinato; peccato per la perdita delle tavole a colori, un sacrificio tuttavia necessario per mantenere l'ottimo prezzo a cui viene proposto. Molto interessanti e sfiziosi anche gli extra a fine volume, che propongono alcuni esperimenti di ipnotismo da effettuare con gli amici.
In conclusione, un acquisto caldamente consigliato: chi è in cerca di qualcosa di diverso dalle solito cose, troverà quello che fa per lui.