First look Onslaught La Rinascita

Un ritorno al passato forse un po' troppo naif?

Articolo a cura di

Onslaught La Rinascita, un ritorno al passato forse un po' troppo naif?

Questo Marvel Mega 45, dietro ad una splendida copertina del compianto Michael Turner, presenta un What if apocrifo che riallaccia i ponti con due grandi operazioni Marvel del passato: Onslaught, cross over che ha segnato profondamente le testate mutanti, lo storico leader degli X-Men, il professor Xaviere, viene sopraffatto dal suo lato oscuro influenzato da Magneto, quindi impazzisce e sviluppa un alter ego malvagio, per l’appunto Onslaught.
Per sconfiggerlo è necessario il sacrificio di tutti gli eroi Marvel, esclusi i mutanti, che si immolano per battere il nemico e riportare la pace.
Da qui in poi si continuava invece con l’altro grande cross over: La rinascita degli eroi, evento che ha coinvolto invece le serie Marvel Heroes, ovvero quelle più classiche.
Gli eroi erano davvero tutto morti?
La risposta fu data proprio sulle pagine di Heroes Reborn, dove gli eroi erano per l’appunto “rinati” in universo Marvel parallelo creato dalla mente di Franklin Richards, figlio di Reed e Susan Richards dei Fantastici Quattro.
La saga all’epoca fece scalpore vista la decisione di affidare la linea editoriale di personaggi come Capitan America e Thor alle migliori menti della rivale Image, per intenderci gente come Jim Lee e Rob Liefeld che contribuirono in maniera decisiva ad un restyling grafico dei personaggi Marvel, ma non tutti i lettori apprezzarono questa operazione, molti Marvel fan infatti accusarono la Casa delle Idee di essersi venduta l’anima al marketing.

Tornando ai giorni nostri, ora che l’Universo Marvel è caduto sotto le grinfie distruttive di Bendis e Millar, uscendone stravolto con tanto di “Guerra Civile” e conseguente morte di uno dei personaggi simbolo qual’era Capitan America, Jeph Loeb autore delle storie di questo volume vuole passare ai fatti, dimostrandoci come forse sarebbero potute continuare le cose, appoggiandosi al “Rinasciverso”, l’universo creato dalla mente di un bambino dove i buoni sono buoni e i cattivi rimangono cattivi, senza atti di registrazione o illuminati.
Se tutto ciò vi potrà sembrare un po’ troppo naif , dovete sapere che Loeb ricorre all’aiuto di un collaudato Rob Liefeld, uno degli autori che già avevano lavorato ala Rinascita degli eroi, specializzato in tavole d’azione iper cinetiche e super dettagliate (come passatempo potete passare il tempo a contare le pieghe del costume di ogni super eroe).