First look World War Hulk Special

Che la vendetta di Sakaar sia su di voi!

Articolo a cura di

WORLD WAR HULK! (Special)

New York desolata?
Evacu-nazione?
No è World War Hulk!
Questa miniserie segna il ritorno sulla terra del Golia dalla pelle di giada.
Un passso indietro è dunque necessario per presentare al meglio questa run proiettata interamente in un universo Marvel post Civil War.

In seguito a precedenti vicende Dottor Strange, Mister Fantastic, Iron Man e Freccia Nera decidono di esiliare Hulk su un lontano pianeta chiamato Saakar; qui, in seguito ad alterne vicende, il gigante verde trova l'amore dell'aliena Caiera, ma il dorato esilio dura poco perchè il pianeta viene fatto successivamente esplodere.
Hulk potente e furioso, accompagnato dai superstiti del pianeta alieno e bramoso di vendetta decide quindi di tornare sulla terra e impone ai governi terrestri il suo ultimatum:
se entro 48 ore i quattro che lo hanno mandato in esilio nello spazio non si consegneranno alla sua autorità darà inizio ad una Guerra Mondiale di Hulk radendo al suolo, come prima cosa, New York.
Gli autori, Jenkins ai testi e Bachs ai disegni, hanno deciso di dare un taglio urbano e giornalistico alla vicenda fin dalla copertina dove un piedone verde calpesta la prima pagina del Daily Bugle.
Comprimari / protagonisti narranti sono infatti due giornalisti di Frontline, nuovo web magazine del Marvel Universe, rimasti a New York per documentare al meglio la crisi: Sally Floid e una nostra vecchia conoscenza chiamata Ben Urich.
Oltre a tutto questo, bisogna aggiungere che Hulk torna in un mondo Marvel reduce dagli eventi di Civil War dove molti eroi sono clandestini perchè non registrati all'Iniziativa; infatti nel primo numero a contenere l'emergenza compaiono solo pesi leggeri come Luke Cage, Devil e Ghost Rider, davvero ben poco per fronteggiare la furia di un titano.
Riuscirà il nuovo corso editoriale della Marvel a resistere alla furia di Hulk?