Intervista Intervista a Shin Vision

Intervista a Luca della Casa e Michele Gelli per Shin Vision

Articolo a cura di

Quella di seguito riportata è l'intervista realizzata da Animeye con Luca della Casa e Michele Gelli, rispettivamente Responsabile dell'Ufficio Stampa e Direttore Editoriale di Shin Vision, in occasione del recente Lucca Comics & Games 2005.

L'intervista

Animeye: Siamo qui con Luca della Casa per Shin Vision. Cosa puoi dirci di te, quale è il tuo percorso professionale e quale è il ruolo che svolgi presso questo editore?

Luca della Casa: Mi occupo di animazione giapponese da diversi anni, sono tra gli organizzatori del Future Film Festival di Bologna, e seleziono titoli giapponesi in anteprima di cinema e animazione per il festival. Sono stato chiamato da Shin Vision per occuparmi di quello che riguarda i contenuti dei DVD, le schede degli autori, tutto ciò che può quindi riguardare una serie dal punto di vista dei contenuti. Mi occupo inoltre dell’immagine della ditta e della promozione, che curo con Carlo Tagliazucca, responsabile anche dell’imminente settore Live Action.

AE: Siete attualmente una delle case più attive sul mercato. Da poco abbiamo visto che avete annunciato l’intenzione di lanciare questa nuova iniziativa delle Complete Edition. Un prezzo finalmente concorrenziale con la grande produzione, intere serie vendute a € 49.90. Cosa puoi dirmi di questa scelta, cosa vi ha spinto a farla, quali sono le aspettative e se pensate anche di allargarla ad altri titoli in futuro.

LDC: E’ la prima volta che Shin Vision raccoglie una serie completa in un unico cofanetto con 4 dischi. E’ una prova per saggiare il mercato. Io personalmente credo sia una soluzione molto interessante, soprattutto per raggiungere quel pubblico non specializzato che non è interessato alle Collector’s Edition. La Complete Edition fornisce l’opportunità di vedere una serie intera ad un prezzo contenuto come si usa fare ultimamente con le stagioni dei telefilm. Adesso c’è un’apertura del mercato per i DVD di telefilm proposti in cofanetti e credo che il trend possa funzionare anche con l’animazione. Speriamo quindi che abbiano un buon riscontro di pubblico e in tal caso credo sia interessante proseguire con iniziative similari. D’altra parte Shin Vision continua a puntare molto anche sulle edizioni per collezionisti, per le quali abbiamo ricevuto diversi riconoscimenti, e che crediamo portino l’animazione all’attenzione di un pubblico diverso, come quello degli appassionati e studiosi di cinema.

AE: Facciamo un passo indietro tornando all’Anime Week, una splendida iniziativa promozionale, ho notato con piacere la scelta di chiedere ai vostri fan sul sito quali sono le serie che hanno maggiormente apprezzato. Quali sono stati i riscontri e quali sono eventualmente le idee per il futuro. Pensate di ampliare questa ricerca di un rapporto con i fan, di una interazione attraverso il sito?

LDC: L’Anime Week è stato un esperimento molto interessante. Sicuramente è anche un modo per testare l’interesse del pubblico verso una serie piuttosto che un'altra, ed è anche un esperimento che spero possa esser ripetuto perché offre la visibilità anche a serie meno conosciute. Il fatto che il pubblico possa dire la sua, dando la sua opinione, è anche uno stimolo per le reti televisive. Quindi sicuramente siamo interessati ad uno scambio diretto con il pubblico ed i clienti, e sul sito ci stiamo muovendo in questo senso. Negli ultimi mesi abbiamo cominciato a rispondere quotidianamente a tutte le mail dei lettori, e abbiamo in programma di rendere un appuntamento sempre più frequente sul sito l’angolo della posta Shin Club. Invitiamo tutti coloro che ci seguono a scriverci, a proporci idee, riflessioni e recensioni sulle nostre pubblicazioni.

AE: Il vostro sito lo gestite voi personalmente? Avete mai pensato alla possibilità di aprire un forum, cioè di cercare uno spazio ancor più diretto se vogliamo per un rapporto con il pubblico?

LDC: Si è riflettuto su questa possibilità e non è detto che non possa essere aperto in futuro. Probabilmente ci sarà un rinnovo del sito, adesso non so ancora le tempistiche tecniche, comunque ci stiamo lavorando. Il rischio di aprire un forum all’interno di un sito ufficiale di una ditta è chiaramente che gli appassionati diano impulsivamente giudizi sugli altri editori, capita in internet di perdere il controllo di ciò che si scrive. Stiamo quindi valutando, comunque noi siamo sempre disponibili a rispondere agli appassionati sui siti e forum di settore.

AE: Cosa puoi dirci delle prossime pubblicazioni nel reparto manga?

LDC: Pilgrim Jager uscirà presto, quindi sarà la volta di Midori no Hibi ed Ikkitousen.

AE: RahXephon. La serie è ferma da svariati mesi e non è presente nella checklist delle prossime uscite. Cosa puoi dirmi sulla sua pubblicazione, se c’è stato qualche problema, e nel caso quale, e quali saranno poi i passi successivi per la sua pubblicazione?

LDC: Dunque, c’è stato un avvicendamento tra gli adattatori, la persona che aveva curato gli adattamenti dei primi numeri è cambiata. Le traduzioni ci sono già e si manterrà la continuità con il lavoro già svolto, quindi contiamo di mandarlo in doppiaggio presto. E’ slittata comunque l’uscita del prossimo DVD. La serie è molto amata e richiesta dai fan, faremo di tutto per velocizzare le uscite, una volta risolto il problema.

AE: Non era quindi un problema di scarse vendite...

LDC: No, no anzi riceviamo quotidianamente richieste per questa serie e ci teniamo molto a farla uscire. Speriamo anche in una possibile messa in onda in TV. Chiaramente si dà maggior rilievo ed importanza a serie che hanno una distribuzione televisiva e hanno una maggior visibilità, quindi si è lavorato moltissimo per serie che dovevano andare in onda e sono poi state posticipate dalle reti televisive. Quindi molto del lavoro svolto fino ad ora non si è ancora visto, ma darà i suoi frutti nell’immediato futuro. Stiamo cercando di dare una certa regolarità alle uscite, è la nostra priorità al momento.

AE: Argomento Live Action: dopo l’esperienza di Bichunmoo e Volcano High è imminente l’uscita di Battle Royale, un prodotto alquanto controverso, a lungo atteso dagli appassionati; si parlava di una uscita nei cinema, poi cambio di scelta, ad oggi ancora si parla di una probabile pubblicazione nelle sale cinematografiche, cosa puoi dirci in proposito?

LDC: Per Battle Royale, il problema è il momento storico purtroppo. Nessun distributore cinematografico fino ad ora ha avuto il coraggio di intraprendere la distribuzione cinematografica del film. Vorremmo poterlo distribuire nelle sale, non vogliamo bruciarlo facendo uscire prima il DVD. C’è un’ultima possibilità che stiamo valutando per una distribuzione cinematografica, speriamo che possa andare in porto. Il titolo comunque è stato annunciato e sarà pubblicato. Il ritardo è proprio dovuto al tentativo di portarlo al cinema come vorremmo tutti, ma il fatto che parli di violenza, lo lega troppo alla realtà del momento storico che stiamo vivendo. Per lo stesso motivo è in stand by la serie animata di Gunslinger Girl, altrettanto controversa. Sono comunque due titoli in cui crediamo tantissimo, speriamo con il 2006 che possano avere la visibilità che meritano.

AE: Last Exile Collector’s Edition: mi è stato detto che l’edizione a tiratura limitata vende molto di più dell’edizione normale. Cosa puoi dirci in proposito.

LDC: Last Exile Collector’s Edition è stato un esperimento Shin Vision di altissima qualità, il primo di questo tipo per l’animazione giapponese in Italia e ha ottenuto un buon riscontro di pubblico. Siamo molto felici di questo perché gli standard sia audio che video sono di qualità unica, e il pubblico dimostra di apprezzare la qualità. Sicuramente ShinVision continuerà a promuovere altre serie in questa maniera. Trigun e Hellsing usciranno in Collector’s Edition di questo tipo.

AE: Un altro problema, se vogliamo, è quello del mancato rispetto delle date di pubblicazione, questione che affligge molti editori. Una cosa di cui abbiamo già parlato: come pensate di rimediare ad un simile problema, endemico dell’editoria italiana? Tu mi hai detto che c’è stato un rallentamento principalmente dovuto alle collaborazioni con le reti televisive.

LDC: Sì, quello sicuramente ha influito. Comunque d’ora in poi il nostro intento, anche come ufficio stampa, è di cercare di ufficializzare delle date il più possibile fedeli a quella che sarà poi l’uscita. Ci sono anche dei discorsi tecnici da fare riguardanti la produzione. Tutta la produzione nazionale passa da vari studi, che non lavorano solo con noi e un minimo imprevisto in uno di questi studi fa slittare tutto. Chiaramente la qualità richiede un costante e ripetuto controllo su tutta la produzione, e questo può portare anche a dei ritardi, speriamo di ridurli il più possibile in futuro.

Risponde Michele Gelli per l’area manga

AE: Argomento Manga: Rai, si è a lungo discusso dei problemi relativi allo stop della pubblicazione, cosa puoi dirci in proposito?

MG: Finirà, è sicuro. Abbiamo solo dei problemi per vedere come farlo arrivare in fondo. Però arriverà sicuramente fino all’11 nel formato attuale. Stiamo studiando un cambio di formato per passare solo in libreria con i volumi successivi. Se mi danno l’ok facciamo blocchi da 400 pagine in modo da velocizzare anche le pubblicazioni. Però è ancora un mio desiderio, non c’è niente di definitivo o concreto.

AE: Ancora Pilgrim Jager si era parlato di una presentazione a Lucca dei nuovi numeri...

MG: Purtroppo non è stato possibile. Pilgrim Jager adesso torna ad uscire, dobbiamo tenere una certa distanza dal materiale originale. Siccome abbiamo inserito 2 numeri di Pilgrim Jager e 2 di Gunslinger Girl 2, se una delle due serie ci rallenta in maniera violenta come è successo con Pilgrim Jager noi rimaniamo un po’ bloccati con il materiale. Siccome sono tutte cose abbastanza a ridosso della pubblicazione giapponese adesso Pilgrim Jager ha rallentato ed ha accellerato quella di Gunslinger Girl. Ci siamo trovati con Gunslinger Girl quasi al 6 e di Pilgrim Jager abbiamo fatto fatica a vedere il 4, così diventa un po’ difficile a livello organizzativo.

AE: Comunque verranno entrambi pubblicati nel 2006?

MG: Io penso per Pilgrim Jager di far uscire nei prossimi mesi dell’anno il numero 3 ed il 4 subito a ruota. Successivamente ripartirà Gunslinger Girl.


L'intervista è stata realizzata con la collaborazione di Mario D'arco e Nicole Cacciapuoti.
Animeye ringrazia Luca della Casa, Michele Gelli e Shin Vision per la disponibilità dimostrata.