Recensione Dr. Morgue N°2

Cosa spinge un uomo a cibarsi di un suo simile?

Articolo a cura di

Tutta un'altra storia

Vi abbiamo lasciato una first look che prometteva una serie innovativa, che potrebbe sollevare l'interesse di tanti lettori annoiati dai soliti copia e incolla di idee. Il pubblico voleva delle novità e le ha ottenute grazie a questo progetto. Il secondo numero racconta una storia nuova, ma non perde le potenzialità acquisite nel primo numero. Scopriremo qui cosa offre la seconda uscita.

La morte dentro

Yoric Malatesta è un coroner italo-canadese, affetto dalla sindrome di Asperger ed è il protagonista del fumetto Dr. Morgue. E' arrivato il momento di scoprire qualcosa del passato di Yoric, ma non si svela ancora nulla della sua cicatrice, che resta ancora un mistero. La trama parla di un suicidio piuttosto anomalo: un uomo sano viene ritrovato col corpo segnato da tracce di pennarello. Come se non bastasse a casa del morto ci sono i resti del corpo di un altro uomo, mangiato dopo essere stato ucciso. Sarà questa la tematica che accompagnerà il secondo volume, che vuole essere il vero inizio della saga. Proprio qui infatti, verremo a conoscenza del vero antagonista di Yoric il quale sicuramente lo affiancherà per tutto il corso dell'opera. Alcuni personaggi iniziano ad avere un ruolo più importante e a dare un giusto equilibrio al racconto.
La morte dentro è un volume che lascia il lettore spiazzato grazie alla ricchezza dei suoi contenuti. Yoric Malatesta adesso ha una personalità più completa e ci dà l'idea della piega che prenderà il fumetto nei successivi volumi. Coloro che si aspettano scene d'azione con Yoric protagonista, possono anche scordarsele, visto che lui non solo non riesce a combattere, ma gli è perfino difficile correre, per colpa della sua sindrome.

La qualità

Le prime cosa che saltano agli occhi durante la lettura di un fumetto sono: la qualità dei disegni e quella della stampa. A volte una delle due gioca dei brutti scherzi. Purtroppo è proprio ciò che succede con il secondo numero di Dr. Morgue. La qualità dei disegni è più che buona, forse addirittura migliore dei precedenti. A rovinare la qualità sono l'impaginazione e la stampa che rendono alcune tavole sfumate. Tale sfumatura è presente anche nella copertina e a prima vista sembra una copia contraffatta, come le carte Yu-Gi-Oh durante il loro boom! A parte questo dettaglio, il volume è dotato di una forza magnetica, che incollerà a sé gli appassionati del giallo.

Dr. Morgue Questo secondo numero si può definire un ottimo seguito e un vero inizio per la saga. La trama sorprende il lettore e lo tiene incollato fino al termine del volume. Finalmente vengono svelati i retroscena di alcuni personaggi importanti e la storia prende una bella direzione. L'unica pecca sta nella stampa dei disegni, che appaiono talvolta troppo sfocati, ma la qualità artistica dell'opera fa impallidire questo difettuccio.