Recensione First Look on Ottobre 2005

Sempre nuovi e nuovi manga per voi...

Articolo a cura di

I nostri First Look

L'articolo che vi apprestate a leggere vuole essere solamente uno specchietto delle nuove uscite mensili, in cui oltre alla trama potrete sapere le nostre iniziali impressioni sulle potenzialità dei manga pubblicati. I nostri giudizi completi saranno da ricercare nelle future recensioni. Buona lettura!

Un frammento di te (PlanetManga)


Nome: Un frammento di te
Autore: Shin Takahashi
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 4.00 €
Pagine: 190


Dall'autore di Lei l'arma finale, un manga triste e al contempo pieno di speranza.

Siamo in un mondo freddo, forse la Terra, dove ormai da tempo il sole ha smesso di splendere, la neve cade in continuazione e tutto è avvolto da una eterna tenebra.
In questo triste pianeta, su un piccolo altipiano, sorge una cittadina di piccole dimensioni, dove vive la famiglia reale, assoggettata al volere dei "politici" (uno sparuto gruppo di senatori)... anche se gli unici reali presenti sono solo la piccola Ikoro (una ragazzina di, al massimo, 13-14 anni) e il suo fratellino Mataku (ancor più piccolo e cieco dalla nascita). I genitori di Ikoro sono spariti tempo prima, e così la ragazza, che nonostante la giovane età è letteralmente un pozzo di scienza, è costretta dai senatori a esibirsi in umili lavori come ad esempio la pulizia del parlamento.
Tutto è così fino a quando, un giorno (o forse sarebbe il caso di dire "una notte") un ragazzo della stessa età di Ikoro, inseguito da ignoti miliaziani, penetra nella residenza reale (nient'altro che un piccola baita).
Ikoro decide quindi di scappare lontano dalla casa insieme al ragazzo sconosciuto, per distrarre i guerriglieri e salvare la vita del fratellino, cacciandosi in guai via via sempre più grandi e singolari.

Una storia che, a giudicare da questo primo numero, appare molto ben realizzata. Sebbene il caratteristico stile dell'autore possa sembrare non eccessivamente curato e magari non piacere, la trama rimane degna d'attenzione.

Wish (Star Comics)


Nome: Wish
Autore: CLAMP
Casa Editrice: Star Comics
Prezzo: 3.10 €
Pagine: 200


Storia partorita dall'infaticabile gruppo CLAMP, "Wish" parla di un giovane angelo, Kohaku, che, sceso sulla Terra alla ricerca dell'arcangelo Hisui, si trova in difficoltà e viene "salvato" da un essere umano che passava di là in quel momento, Shuichiro Kudo.
Kohaku decide di ricambiare il favore fattogli da Shuichiro realizzando un suo desiderio, ma visto che l'uomo pare non avere desideri irrealizzabili da esprimere, Kohaku si stabilisce da lui, aspettando che il freddo ma gentile dottore abbia un desiderio da realizzare.
In questa storia entreranno presto anche Koryo, un demone delle tenebre, con le sue due servitrici Ruri e Hari e perfino il supremo Kokuyo (principe dell'inferno) in una miscela di situazioni strambe e ilari.

Il prezzo di questo manga è decisamente proporzionato al numero di pagine, e il formato appare di buona qualità (relativamente alla norma della casa produttrice).
Il suo punto di forza è la delicatezza d'animo di tutti i protagonisti di questa storia (inclusi i demoni), ma anche il suo più grande lato negativo, in quanto perfino la decantata lascivia di Ruri e Hari (le due demoniache servitrici di Koryo) è talmente innocente da risultare forzata rispetto al ruolo e alla trama, in un'ennesima dimostrazione del buonismo che permea tutte le opere delle CLAMP.
Non un opera scadente, semplicemente un manga CLAMP style che risulterà sgradevole a chi non si sia ormai assuefatto alle loro opere.
Infine ultimo avviso, è una storia talmente zuccherosa che potrebbe procurarvi un attacco di diabete!

Xenon (Star Comics)


Nome: Xenon
Autore: Masaomi Kanzaki
Casa Editrice: Star Comics
Prezzo: 6.00 €
Pagine: 192


Torna Masaomi Kanzaki con un'opera che il nostro pubblico ha già potuto apprezzare agli albori dell'invasione manga in Italia. Xenon è degno esponente di un genere molto in voga negli anni 80, e porta con sè tutti i canoni di un passato neanche troppo lontano. Asuka Kano vaga senza memoria, ma per qualche motivo sembra che siano molte le persone interessate al suo corpo, in primo luogo la potente organizzazione Red Sea. Nel giro di poche pagine si scoprirà che questa organizzazione ha modificato il corpo di Asuka per renderlo un cyborg, una macchina assassina invincibile. Per recuperare il prezioso esperimento Xenon, la Red Sea farà affidamento sul numero 204, un altro cyborg spietato. Ad aiutare Asuka troviamo Sonoko, una ragazza innamorata di lui, il teppista Ryuji e altri personaggi che serviranno la causa della giustizia. Una trama banale che serve da pretesto per 200 pagine di azione pura e quasi senza soste. Il tratto di Kanzaki è un'altro cimelio del passato, così squisitamente "manga", dinamico, a volte confusionario. L'edizione Star Comics vorrebbe essere di lusso, ma non basta una sovracoperta per giustificare i 6 euro di spesa, quando l'albo presenta tutti i classici difetti della casa. Infine, va detto che questa versione sarà quella riveduta dall'autore, con un finale scritto appositamente.
Dunque, se vi piace l'azione, e non temete trame banali e macchie d'inchiostro sulle dita, Xenon fa decisamente per voi.

Fushigi Yugi Special (PlanetManga)


Nome: Fushigi Yugi Special
Autore: Yuu Watase
Casa Editrice: PlanetManga
Prezzo: 4.00 €
Pagine: 190


Veniamo ora a questo titolo, una sorpresa inattesa per tutti i fan di Fushigi Yugi, la celebre storia di Miaka Yuki, una studentessa delle superiori risucchiata all'interno dello Shijintechisho, un libro sacro arrivato dalla Cina quasi un secolo prima. In questa serie la protagonista non sarà più Miaka, anche se a farla da padrone continuerà ad essere lo Shijintechisho.
In questa storia, ambientata negli anni '20, vedremo come questo magico libro sia giunto in Giappone dalla Cina e chi lo abbia tradotto; e come una ragazza ben differente da Miaka (ma anche lungi dall'essere la classica donna giapponese), Takiko Okuda, figlia proprio del traduttore del libro, verrà risucchiata nel libro e destinata a divenire la sacerdotessa di Genbu (uno dei quattro dei, ricordiamo che già in Fushigi Yugi avevamo visto le sacerdotesse di altri due degli dei, Suzaku e Seiryuu), il cui compito sarà riunire le sette "stelle" di Genbu, sette guerrieri dai magici poteri, in grado di permetterle di evocare il dio e porre fine alle disgrazie della popolazione che lo venera.
Ecco quindi un prequel che, sebbene torni a utilizzare un'ambientazione già vista e alcuni personaggi certamente non sconosciuti ai lettori di Fushigi Yugi, ha le carte in regola per continuare ad appassionare come solo Yuu Watase sa fare.