Recensione Full Metal Panic: Complete Edition

La nuova Complete Edition di Shin Vision analizzata prontamente da Animeye!

Articolo a cura di

Full Metal Panic

Nuova Complete Edition targata Shin Vision, Full Metal Panic è una delle più recenti proposte editoriali nipponiche. Trasposizione televisiva dell’opera di Shouji Gatou e Shikidouji, la serie tv di Full Metal Panic è stata realizzata da Gonzo Digianimation per Kadokawa Video nel 2003, ed è giunta lo scorso anno in Italia grazie a Shin Vision che, forte di un accordo con MTV è riuscita a proporre sul circuito televisivo nazionale uno degli anime di maggior successo del recente passato.

Whispered e AS

Nei 24 episodi contenuti in questa Complete Edition viene narrata l’intera vicenda della prima stagione televisiva di Full Metal Panic. Protagonista delle vicende narrate è il sergente Sousuke Sagara, interpretato nell’edizione italiana da Simone D’andrea; Sagara è un pilota di AS (ovvero dei robot) e membro della Mithril, un gruppo di mercenari che operano per il mantenimento della pace nel mondo. Pur essendo solo un ragazzo Sousuke è un esperto combattente, ed è proprio per la sua giovane età che gli viene affidata la missione di proteggere Kaname Chidori. Kaname, che prende la voce di Perla Liberatori, frequenta l’istituto superiore municipale di Tokyo Jindai, è una studentessa modello, bella, intelligente, simpatica, una ragazza comune, se non fosse che per la sua particolare memoria genetica alcuni spietati terroristi sono intenzionati a rapirla...
Per impedire che ciò accada Sousuke viene quindi inviato a Tokyo assieme a due suoi commilitoni della Mithril: Kurtz Weber (interpretato da Massimiliano Alto) e Melissa Mao (Barbara de Bortoli). Infiltratosi nella scuola di Kaname, Sousuke si finge quindi un normale studente in trasferta, ma ben presto si capisce come lui non sia una persona normale: tra presunti attentati e spericolate sparatorie, Sousuke mette sottosopra l'istituto. Ciò nonostante i giorni passano tranquilli e Kaname sembra non sospettar nulla, fino a quando la scuola non organizza una gita ad Okinawa: l'aereo su cui viaggiano i ragazzi viene dirottato e Kaname rapita. Sousuke e Kurtz accorreranno per salvarla, ma sarà ormai troppo tardi per nasconderle la verità dei fatti: Kaname è una Whispered, e il suo patrimonio genetico le consente di attivare armi tecnologiche avanzatissime. I terroristi sembrano disporre di queste armi, un AS argentato infatti ha facilmente la meglio su Kurtz e nonostante quest'ultimo riesca a sparargli addosso rimane assolutamente illeso.
Circondati dai terroristi Sousuke e Kurtz sembrano senza speranze, ma inaspettatamente la Mithril invia in loro soccorso l'Arx-7 Arbalest, un nuovo AS dotato di un sistema sperimentale, il Lambda Driver. Grazie a questo potente meccanismo è possibile dare vita alla propria immaginazione e in tal modo divenire quasi invincibili. Sousuke riesce così a sconfiggere i terroristi, ma resta tra questi il più pericoloso: il pilota dell'AS Argentato, perchè è così forte? e come mai lo chiama Kassim?

Una realtà affascinante

Full Metal Panic è un progetto multimediale che si basa su fumetti, romanzi e svariate serie televisive. Il genio creativo di Shouji Gatou ha infatti sfornato oltre alla già citata prima serie, intitolata per l'appunto Full Metal Panic, ben due successive serie tv: Full Metal Panic: Fumoffu? e Full Metal Panic: The Second Raid.
Fumoffu? costituisce una sorta di spin off della prima serie, la cui realizzazione è stata affidata allo studio Kyoto Animation, autore tra gli altri di Generator Gawl ed anche della terza serie di Full Metal Panic. L'intera opera si incentra su episodi di vita quotidiana: Sousuke e Kaname si ritrovano a dover far fronte a mille imprevisti nella normale vita scolastica. Scompare quindi in questa serie la componente d'azione per lasciar posto a gag e situazioni comiche e paradossali.
A questa serie ha fatto poi seguito nel 2005 Full Metal Panic: The Second Raid, "vero" sequel di questa prima stagione televisiva, ove riprendono le tematiche già affrontate in questa serie tv: i whispered ed il lambda driver, ed ove vengono ampliati alcuni aspetti fino ad allora solo accennati (pensiamo ad es. al miglior inquadramento di Teresa Testarossa e della Mithril).
Data la recente acquisizione della seconda serie televisiva di Full Metal Panic (Fumoffu? per l'appunto) ad opera di Shin Vision, è probabile (e ci speriamo) che ad essa possa seguire anche la pubblicazione di The Second Raid.

L’edizione Shin Vision

La Complete Edition di Shin Vision presenta in un'unica soluzione l’intera serie al prezzo di 59,90€ . Il cofanetto scelto è lo stesso modello utilizzato per altre Complete Edition, sicuramente elegante e piacevole esteticamente, ma al contempo fragile e piuttosto scomodo. L’assenza di extra di rilievo e di booklet allegati potrà far storcere il naso agli appassionati, ma certamente è comprensibile dato il prezzo di questa edizione. La qualità video è più che buona come mostrano i numerosi screenshot, le animazioni sono fluide e le immagini nitide (la visione è stata effettuata su uno schermo LCD 17 pollici). Il comparto audio è qualitativamente eccellente. Sono presenti due tracce audio distinte: Italiano Dolby Digital Sorround EX matrix e Giapponese Dolby Sorround 2.0. Buoni i sottotitoli, non eccessivamente invasivi e facilmente leggibili, per la loro visione si raccomanda l'utilizzo di programmi aggiornati, avendo notato un fastidioso effetto flickering sui più datati programmi per la visione su pc (windvd5) difetto che non si è riproposto sulle versioni più recenti degli stessi (windvd7).

Dubbi sorgono invece su alcune scelte artistiche: in primis raffrontando le voci italiane con le controparti nipponiche si nota come sia piuttosto fuoriluogo la scelta di talune voci, se infatti ottime sembrano le prestazioni di Simone D'andrea, Massimiliano Alto e Barbara de Bortoli, la stessa Perla Liberatori nonostante sia sicuramente una doppiatrice di grande qualità appare sottotono nei panni di Kaname. Al contempo dubbie appaiono alcune scelte negli adattamenti: la decisione di tradurre "Kana-Chan" come "Piccola Kana" a lungo andare risulta fastidiosa e fuoriluogo (soprattutto quando pronunciata in determinati frangenti, da soggetti con cui Kaname non ha confidenza o da personaggi più piccoli della stessa Kaname) e per quanto possa essere indubbiamente fedele come trasposizione, riteniamo che un più libero adattamento avrebbe giovato a quest'opera. Ancora talune costruzioni appaiono eccessivamente rigide, ad esempio quando Kurtz dice a Mao "un giorno mi grafferai la schiena gridando che non ce la fai più" un modo un pò inusuale per dire che un giorno riuscirà a portarsela a letto. Lo stesso Kurtz in un episodio successivo chiamerà Mao "sorella" usando un termine che seppur adottato in senso amichevole di mal si concilia con il personaggio.
Tali incongruenze stilistiche per quanto limitate (ad eccezion fatta del "piccola kana" che costituisce una costante dell'opera), fanno storcere il naso ad un ascoltatore attento e riteniamo quindi che l'editore in questi frangenti avrebbe dovuto cercare di assumere un atteggiamento meno rigido e più flessibile.

Full Metal Panic Complete In definitiva riteniamo che Full Metal Panic meriti l'acquisto da parte degli appassionati del genere e di chi ha apprezzato la serie in tv. Per quanto la proposta di Shin non sia esente da difetti, la bontà complessiva della serie, unita all'ottima offerta dell'editore bolognese, rendono imperdibile questa serie per gli amanti degli anime d'azione e di prodotti adrenalinici. Una scelta obbligata per coloro che apprezzano questi prodotti e per chiunque voglia supportare la campagna di un editore, l'unico in Italia, che nel tentativo di ampliare il mercato costantemente propone serie a prezzi estremamente contenuti. In attesa di Full Metal Panic Fumoffu? e di Full Metal Panic The Second Raid dunque non fatevi sfuggire la prima serie delle avventure di Sosuke Sagara e della Mithril!