Recensione Gli Eterni

Vita eterna e poteri immensi... gli Eterni sono tornati!

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Gli Eterni

La mitologia dei Celestiali, della quale fanno parte Gli Eterni, è un prodotto della mente geniale di Jack Kirby, al quale possiamo attribuire il merito di aver dato vita ad un vasto numero di grandi personaggi Marvel. La creazione de “The Eternals” risale al 1976 e in quest’albo 100% MARVEL l’autore Neil Gaiman (Sandman; American Gods) riporta in auge negli anni Duemila questa grande idea. In un universo Marvel sconvolto dagli eventi di Civil War, persino dèi dall’immensa potenza dovranno decidere da che parte stare...

Olympia

Milioni di anni fa, i Celestiali, instancabili viaggiatori cosmici dai poteri inimmaginabili, scesero sul pianeta Terra e diedero origine a due stirpi: gli immortali Eterni e i mostruosi Devianti. I primi rappresentavano la stirpe divina e con i loro grandi poteri erano i custodi del genere umano e del pianeta fino al ritorno dei Celestiali. I secondi, invece, con il loro terribile aspetto, erano la testimonianza vivente dell’evoluzione in perpetuo mutamento e sviluppo.
Mark Curry lavora in un ospedale, con l’obiettivo di diventare medico. Da qualche tempo però i suoi sogni sono abitati da orrendi mostri che lo fanno prigioniero, è come se assistesse in prima persona a scene di una sua vita passata. Proprio dopo uno di questi sogni, gli si presenta un uomo il quale è convinto che Mark abbia più di un milione di anni e che sia un immortale con il compito di custodire il pianeta Terra. Sebbene giudichi lo sconosciuto un pazzo seguace di una strana religione, l’incontro lascia sulla pelle del ragazzo una strana sensazione di irrequietezza e un ricordo di tempi immemori, di una vita vissuta milioni di anni fa. Dopo essere stato vittima di un tentato omicidio, l’uomo misterioso, che è “incredibilmente” sopravvissuto, viene ricoverato all’ospedale. Qui ha modo di parlare per l’ennesima di nuovo con Mark, ma questa volta il dialogo fra i due si fa così lungo e approfondito, che lo sconosciuto ha la possibilità di narrare tutto quello che si ricorda riguardo l’origine del mondo e della scesa sul pianeta dei Celestiali. Il racconto però fa acqua da tutte le parti e Mark non riceve tutte le risposte che vorrebbe avere. La trama sposta l’attenzione su altri personaggi, dal ruolo altrettanto fondamentale nello sviluppo della stessa: Sersi, organizzatrice di feste; Thena, scienziata della Stark Industries; Druig, ambasciatore della ex repubblica sovietica Vorozheika e Sprite, bambino divo dello spettacolo. La vita di queste persone, compresa quella di Mark, sono ognuna diversa dall’altra, senza alcun punto di contatto. Tuttavia il destino intreccia le fila della loro esistenza ad una festa organizzata dalla stessa Sersi. Qui tutti loro subiranno un grande shock, dal momento che un gruppo di terroristi, dopo aver fatto irruzione nella sala, li terrà in ostaggio. Proprio questa situazione estrema, spinge la vera natura dei personaggi ad emergere, rivelando i grandi poteri di cui essi sono dotati. Gradualmente dunque, ciascuno di loro prende coscienza di sè, sebbene siano troppo sconvolti per accettare radicalmente la proprio natura di esseri immortali. Unendo le loro forze, dovranno sventare il terribile piano progettato dai Devianti, che assetati di vendetta vogliono rivendicare il ruolo dominante della loro razza. Ma qual è il vero motivo che li spinge a compiere tali azioni? E perchè gli Eterni non ricordano più nulla della loro vera natura e della loro vita passata?

Realizzazione

Neil Gaiman dona nuova vitalità e freschezza alla grande creazione di Jack Kirby. Sebbene si tratti di un’idea la cui realizzazione risale alla fine degli anni ottanta, la trama e il profilo dei personaggi sono perfettamente adattati a quelle che sono le principali caratteristiche dei fumetti odierni. Il risultato è ottenuto soprattutto grazie alla completa immersione della trama nelle vicende di Civil War, l’evento Marvel dell’anno. Fa la sua apparizione, infatti, Iron-Man che senza farsi scrupoli pretenderà che gli Eterni dichiarino la loro posizione nei confronti dell’atto di registrazione.
La trama è ben ideata ed è talmente avvincente che è impossibile non divorare tutto d’un fiato questo magnifico albo. I profili dei personaggi sono delineati in maniera accurata, facendo sì che ognuno di loro si contraddistingua dall’altro mediante le caratteristiche principali delle loro personalità. Gli Eterni, infatti, sembrano essere la trasposizione fumettistica delle antiche divinità greche e romane: sono dotati di incredibili poteri, i loro corpi sono incorruttibili, ma ciascuno di loro, proprio come gli esseri umani, ha i propri vizi, virtù ed interessi personali.
Inoltre i fantastici disegni del grande John Romita Jr aiutano a rendere ancora più unico questo albo. Il suo stile rappresenta la forma massima di arte fumettistica, come perfetta sintesi tra l’evoluzione del tratto classico del padre John Romita Sr. e il nuovo modo di concepire i fumetti.
L’edizione Panini Comics è molto curata, come per tutte le altre opere inserite nella collana 100% Marvel. La qualità della carta è ottima e l’albo sfoggia in copertina un bellissimo disegno di John Romita Jr. con effetti lucido in rilievo.

Gli Eterni L’albo 100% Marvel Gli Eterni è sicuramente un pezzo da collezione, che un vero appassionato di fumetti non può e non deve lasciarsi sfuggire. E’ consigliato vivamente anche a chi si avvicina per la prima volta al genere, pur non avendo alcuna conoscenza dell’universo Marvel, è di certo un ottimo modo di iniziare!