Recensione Gundam Origini

Universal Century 0079, la guerra è iniziata!

Articolo a cura di

Gundam Origini

Un fumetto di qualità, una serie che è entrata nella storia di anime e manga. Se ne è parlato tanto, nel bene e nel male, ma se ne è parlato.
Scrivere una recensione di questo manga è tutt'altro che facile, probabilmente a causa del nome che si porta dietro. Gundam Origini è la riedizione corretta e riveduta della serie animata che andò in onda nel 1979. Riveduta e corretta dagli stessi autori e stavolta curata da Yoshizaku Yasuhiko (d'ora in avanti Yas). La storia è in linea di massima quella che avete già letto grazie all'edizione della Planet Manga di Kondo.
Ci sono differenze? Si.
E' migliore? Decisamente si.
Una volta risposte a queste semplici domande si può iniziare a parlare della trama in tutta calma.

Universal Century 0079: Terra vs Zeon

Si è sempre detto che Gundam è un nome elitario, un nome importante e spesso addirittura scomodo. Ma è altrettanto vero che la maggior parte degli utenti della nuova generazione non lo conosce, e si limita alla visione delle nuove serie andate in onda (vedasi Gundam Wing, ecc). Questa invece è la prima storia dedicata al mobile suit bianco.
Siamo nello Universal Century 0079 e nel pieno corso di una guerra. La popolazione umana che ormai ha raggiunto una cifra esorbitante è costretta a migrazioni di massa su delle colonie orbitanti. Questo finchè la colonia di Side3, la più lontana in termini spaziali dalla Terra, non si ribella e si battezza Principato di Zeon. La storia inizia dopo circa 8 mesi da questi eventi e coglie i protagonisti nel vivo dell'azione. Zeon e la federazione terrestre sono in combattimento: l'innovazione tecnologica di questa guerra sono i mobile suit, robot di grosse dimensioni, capaci di muoversi su qualsiasi tipo di terreno.
Amuro Ray è un ragazzino appena quindicenne che viene scelto dal suo ufficiale maggiore, Bright, per pilotare il Gundam, per contrastare l'attacco improvviso sferrato dagli Zeoniani alla base bianca, il cosiddetto cavallo di troia della federazione terrestre. Amuro scopre così, quasi per caso, un'insolita capacità di intesa con questo mobile suit, andando a compiere quindi una grande impresa.
Gundam Origini quindi ricalca abbastanza fedelmente tutte le vicende apparse nella serie animata, andata in onda recentemente su Italia1, ma con una serie di innovazioni e cambiamenti molto apprezzati. La narrazione e gli splendidi disegni di Yas infatti permettono di concentrarsi bene su ogni momento topico della guerra. Gli apici che raggiungerà questa storia sono altissimi e non mancheranno di coinvolgere il lettore in maniera intensa. A discapito del titolo elitario che Gundam si porta appresso bisogna dire che è una lettura d'intrattenimento di grande classe. Intrighi di corte, fantapolitica, strategie di guerra sono infatti gli ingredienti che colpiscono di più durante la lettura, e anche quelli che permettono di apprezzare maggiormente quello che in Giappone è considerato un capolavoro.
Le tematiche che Gundam Origini va a toccare sono tante, dalla presenza dei NewType, persone dotate di strani poteri sovrannaturali spesso di tipo mentale, alla tematica della guerra o dell'onore in battaglia. Probabilmente nulla che i lettori dei giorni nostri non abbiano già visto, ma stavolta il tutto è narrato con uno stile senza precedenti.
La cosa che però va precisata anzitutto è che questa storia non si basa sui robot e sui loro combattimenti quanto su tutto ciò che ci circonda i protagonisti. Sarà possibile ammirare l'evoluzione e la crescita dei protagonisti a partire dallo stesso Amuro, le varie strategie che coinvolgeranno anche personaggi carismatici del calibro di Char Aznable, le ideologie ormai perdute in quell'epoca, come quelle di Ramba Ral.

Può piacermi Gundam Origini?

La risposta alla domanda qui sopra dipende ovviamente dai vostri gusti personali, ma è indubbio che Gundam sia un'opera di qualità. Non solo per la narrazione, ma anche per i splendidi disegni all'interno. E' impossibile non soffermarsi sulle tavole a colori che ci presentano un effetto "ad acquerello", sulle proporzioni, perfettamente rispettate, dei mobile suit in movimento o sul sapiente uso dei retini. Cosa non meno importante è l'armonia nella regia delle tavole: capita spesso che in un fumetto d'azione dove siano rappresentate scene di combattimento sia necessario scervellarsi per comprendere l'andamento dell'azione, ma qui Yas non lesina tavole e permette una facile comprensione anche nelle scene più concitate.
Il tratteggio dei volti potrebbe risultare un punto debole della serie: il loro stile particolare potrebbe non piacere, ma bisogna ricordare che Yas doveva comunque rimanere vicino al charadesign che fu della serie animata del '79.

Edizione e problematiche

Gundam Origini è arrivato in Italia sotto il marchio della Star Comics. Già al suo arrivo fu pubblicizzato come il miglior prodotto su Gundam (pubblicità per altro veritiera), ma nell'arco di 7 numeri per ora usciti (saranno almeno 14 secondo una delle recenti dichiarazioni dell'autore) ha già subito due variazioni di prezzo. E' stato spostato dall'edicola alla sola fumetteria, ha subito anche un cambio di edizione "in corsa". Cosa c'è di negativo in questo? Ovviamente tutte le polemiche che si è dovuto portare con sè, spesso nemmeno inerenti alla bontà del manga. Le scelte iniziali della Star Comics son state opinabili: partendo da 3.50€ per un volume di circa 224 pagine, privo di sovraccopertina (del tutto inadatto), Gundam Origini è ora venduto, dopo un aumento intermedio, a 4€, in un volume di quasi 300 pagine reperibile solo in fumetteria e con la presenza di una sovraccopertina, molto più dignitoso. E parlando in tutta libertà non sarebbe grave se qualcuno di voi decidesse di non acquistarlo per protesta, cercando di tutelare i vostri diritti di acquirenti. Certo in tal maniera rinuncereste, per scelte imputabili alla sola casa editrice, ad un manga d'alta scuola, che ha molto da dire sotto tutti i punti di vista.
Ma parliamo dell'edizione, nella sua ultima forma: il volume è rilegato abbastanza bene e le tavole a colori hanno avuto una buona realizzazione grafica. La carta sembra di buona qualità, e tiene bene l'inchiostro. La sovraccopertina farà la felicità dei fanboy, e al tempo stesso non funzionerà da contentino per tanti altri.

Gundam Origini Difficilmente potrà non piacere una serie che tocca davvero così tanti generi, che riesce anche a dare delle emozioni al lettore grazie a parecchi momenti forti. Se poi non avete mai sentito parlare di Gundam o non ne siete mai stati catturati questa riedizione è senza dubbio il modo migliore per conoscerlo e di certo non ha nulla a che vedere con la mediocre serie di Kondo, pubblicata dalla Planet Manga. Fantascienza, azione, intrighi politici e drammi, senza contare anche le più diverse emozioni che possono derivare da amori e parentele. Gundam Origini è un sapiente mix di tutto questo ed è sicuramente un ottimo prodotto. Come potete capire, viene consigliato a tutti: sia ai vecchi fan della serie animata, sia ai lettori più giovani. Peccato appunto per i problemi trattati nel paragrafo precedente: di certo il formato dell'albo al momento dell'arrivo in Italia non è stato quello consono per un'opera di questo calibro.