Recensione Kamen Teacher

L'insegnante Mascherato è arrivato per prendervi a calci!

Articolo a cura di

Testi di Silvio "Shiruz" Mazzitelli
Chi di voi non ha mai visto i Power Rangers o Ultraman o almeno uno di quei famosi telefilm di eroi in maschera e calzamaglia che andavano molto di moda negli anni novanta alzi la mano. Immagino che i più vecchiotti fra di voi se li ricorderanno benissimo. Tutti questi supereroi mascherati fanno parte di un filone molto famoso in Giappone: i "Tokusatsu" nome che si riferisce al genere di supereroi mascherati i cui segni particolari sono le mosse speciali personalizzate di ogni supereroe, urlate a squarciagola, e il classico robottone magari formato da più robot minori. Di sicuro il più popolare in Giappone è Kamen Raider, famosissimo supereroe in circolazione sin dagli anni ‘70, anche se da noi non è mai arrivato. Tutta questa premessa per far capire meglio cosa succederebbe se prendessimo uno di questi supereroi, lo mettessimo in un contenitore con una bella scuola alla GTO colma di teppisti e ragazzacci problematici, aggiungessimo un pizzico di belle donne (che sono come il sale), frullassimo il tutto e... ecco a voi pronto fresco fresco: Kamen Teacher!

Partiamo quindi da un breve riassunto della storia: Gota Araki sta per iniziare il suo lavoro di insegnante in una nuova scuola, la scuola superiore Kokuran, classica scuola in cui sembra regnare l'anarchia assoluta, dove ormai anche i professori hanno rinunciato a ogni minimo interesse all'educazione e molti abbandonano dopo nemmeno un mese di lavoro. A Gota viene affidata la classe C del secondo anno: una delle classi più problematiche, e già molti dei suoi colleghi lo danno per morto. Il primo incontro con i suoi cari studenti, infatti, non è dei migliori. Ma proprio quando ormai tutti si sono rassegnati a vedere la scuola sprofondare nel caos perenne, ecco arrivare il vice responsabile della sezione C e secondo insegnante assunto in quel periodo: Hayato Jumonji, meglio conosciuto come Kamen Teacher. L'insegnante mascherato non ci penserà due volte a punire alcuni dei suoi alunni e in una lezione di educazione fisica, da lui imposta, giocherà a calcio contro alcuni studenti armati di mazze da baseball e catene. Questa la regola: gli studenti potranno fare qualsiasi cosa per sottrargli la palla mentre lui potrà toccarli solo col pallone. Pensate sia un'esagerazione? Beh, questo è solo l'inizio. Chi è in realtà Hayato Jumonji? Sono vere le voci secondo cui Kamen Teacher è un progetto del governo giapponese? E soprattutto, riuscirà il nostro eroe a battere anche i teppisti più irriducibili che sono ritornati a scuola solo per suonargliele di santa ragione? Lo scoprirete nella prossima puntata, come da prassi per i telefilm del genere.

Il manga di Tohru Fujisawa, che tutti voi conoscerete principalmente per GTO e relativi prequel e sequel come Shonan Junai Gumi e il recente Shonan 14 days, prende molta ispirazione da quest'ultimo, sia per quanto riguarda l'incipit della storia col professore che deve togliere dai guai una scuola disastrata, sia per quanto concerne il personaggio principale: il classico professore sopra le righe, un po' maniaco ma in fondo dal cuore d'oro (anche se ovviamente il carisma di Onizuka è ben difficile da raggiungere). Forse si può dire che rispetto a GTO, dove spesso i problemi degli alunni erano tarati più sul fattore psicologico, in Kamen Teacher, almeno da quanto si è visto in questo primo numero, si tratta più di fattori fisici. Anche i diversi personaggi che fanno da spalla al protagonista per il momento sono solo accennati, e occupano più che altro un ruolo funzionale alla storia. Il disegno è quello del Tohru Fujisawa degli ultimi tempi, quindi con un tratto evoluto rispetto alle sue prime opere, che piacerà molto ai fan di questo autore. Da notare le varie citazioni presenti nel manga: in primis da Kamen Rider, più altri riferimenti a personaggi pubblici giapponesi e parecchi altri anime e manga. Sono presenti anche delle note esplicative alla fine del volume realizzate dalla J-pop e molto divertenti da leggere. Infine, sull'edizione nulla da dire: ottima qualità come spesso dimostrato dalla J-pop nei suoi volumetti, che comprende la sovra copertina e anche alcune pagine a colori.

Kamen Teacher Kamen Teacher è un buon manga che di sicuro vi diletterà in un pomeriggio in spiaggia, magari all’ombra di qualche palma tropicale. Questa mini serie in 4 volumi saprà sicuramente appassionare tutti i fan di GTO ed è allo stesso tempo un’ottima opera per chi vuole avvicinarsi per la prima volta alle opere di questo grande autore.

7.5