Recensione Lupin III: Walther P38

Qualcuno vuole incastrare Lupin sparando a Zenigata con una WaltherP38, l'arma p

Articolo a cura di
Luigi Luigi "Genocide" Cristiano lavora nel mondo dell'editoria online da oltre 10 anni. Appassionato di serial, fumetti, manga e videogiochi, si è laureato in ingegneria col solo scopo di costruire un'armatura come quella di Iron Man per conquistare il mondo. Se ne volete una anche voi contattatelo su Facebook

Lupin The 3rd - Walther P38

Questo special vede il nostro amato Lupin alle prese con una figura misteriosa che lo vuole incastrare: infatti, dopo averlo consegnato grazie ad una trappola tra le mani di Zenigata, il killer spara al povero ispettore di polizia utilizzando una Walther P38 metallizzata, pistola ormai nota per aver accompagnato in ogni momento il ladro gentiluomo. Per riuscire a scagionarsi e scovare il vero colpevole, Lupin dovrà vedersela con una misteriosa organizzazione chiamata Tarantola, dal nome del tatuaggio che hanno gli affiliati sul dorso della mano e che lui stesso ha visto sul killer poco prima che sparasse a Zenigata. Quest'organizzazione ha sede su un isola ed è comandata da un uomo, Gordeaux, che in realtà lavora per conto dei governatori mondiali. Lo scopo di Tarantola è quello di assassinare gli obiettivi scelti e, per realizzare questo, utilizza come pedine tutti i peggiori e malfamati killer del mondo che sono posti di fronte alla scelta tra passare il resto della vita in prigione o lavorare per la Tarantola. Inoltre per assicurarsi i servigi di queste persone tatuano sul dorso della mano una tarantola che in realtà contiene un veleno mortale; unico modo per sopravvivere è restare all’interno dell’isola, dove alcuni gas naturali inibiscono il veleno, oppure utilizzare delle maschere contenenti i gas per le missioni al di fuori del perimetro della base. In questo modo nessuno può fuggire dall’isola ed è costretto a tornare in tempo prima che le scorte di gas finiscano. Per sua fortuna Lupin potrà contare sui suoi soliti compagni d’avventure: Goemon Ishikawa, Daisuke Jigen e Fujiko Mine che l’aiuteranno a scovare il killer che ha attentato alla vita di Zenigata: solo in questo modo Lupin potrà scoprire come poteva avere la WaltherP38 che utilizzava lui stesso da giovane e chiudere così un capitolo del suo passato rimasto in sospeso.

Realizzazione

Combattimenti fantastici, con un character design eccellente sia per i protagonisti sia per gli antagonisti che contano tra le loro fila personaggi degni di nota. Le scene d’azione sono spettacolari, fluide e più di una volta resterete a bocca aperta (non solo per le forme di Fujiko). Purtroppo durante l’anime c’è poco spazio per Goemon e Jigen che si devono accontentare di piccoli siparietti comici o blande scene d’azione, mentre l’attenzione è sempre rivolta verso Lupin, che sicuramente non deluderà le vostre aspettative mostrando le sue doti di ladro e combattente che stupiranno anche i più accaniti fan della serie. Oltre a questo non mancheranno momenti pieni di sentimento e poesia che incorniciano, in modo perfetto, ogni momento dell’anime senza risultare eccessivi o fastidiosi.
La durata del DVD è di 93 minuti, senza contare gli special che comunque non vi ruberanno più di dieci minuti, tra cui le schede dei personaggi, il trailer della versione italiana e i D-trailers che vi mostreranno alcune tra le nuove uscite Dynamic Italia.

Lupin The 3rd - Walther P38 Walther P38 è forse uno tra gli special più interessanti dedicati al ladro gentiluomo: unisce infatti in sé tutte le caratteristiche più amate di questa serie: intrighi, amore, azione, colpi di scena e comicità. Una spesa obbligata per i fan ma che sicuramente non lascerà l’amaro in bocca a chi si vuole avvicinare per la prima volta a questa serie che, dopo molti anni, si mantiene sulla cresta dell’onda continuando a farci seguire col fiato in gola le imprese di Lupin The 3rd.