Recensione Mila & Shiro

Dynit: un nuovo attacco che va a segno..

Articolo a cura di

Mila & Shiro

Attacker You!, titolo originale dell' opera, è la nuova serie “storica” raccolta in cofanetto da parte di Dynit; per la precisione in due cofanetti ognuno contenente 29 episodi su 4 dvd.

Acquistata da Fininvest, l'attuale Mediaset, e proposta sull' emittente televisiva Rete4 nel lontano 1984, la serie ebbe un buon successo, tanto che fu più volte riproposta nel corso degli anni.
Rispetto ad altre serie animate, specialmente quelle acquistate negli anni '90, non subì eccessive censure; solo alcune scene furono tolte e, curiosamente, come accaduto per l' anime sportivo Attack Number 1, il nostrano Mimì e la nazionale di pallavolo, vennero cambiati solo alcuni nomi dei personaggi, mantenendo inalterati i cognomi.
In particolare: You Hazuki diviene Mila Hazuki, così come Eri Takigawa diviene Kaori Takigawa e So Tachiki diviene Shiro; altri protagonisti storici come Nami Hayase e Daimon mantengono il loro nome/cognome originale.
Fra le scene tagliate ne figurano alcune che ritraggono le protagoniste durante il bagno/doccia o il fratellino di Mila minacciato dalla stessa mediante l'esposizione da una finestra.
I dialoghi fra i personaggi e la storia in generale non hanno subito particolari modifiche, eccezione fatta per il passato di You: nell' edizione italiana You viene presentata come “la cugina di Mimì Ayuhara” (Kozue Ayuhara, la protagonista di Attack Number 1) escamotage utilizzato per dare una continuity alla serie televisiva di Mimì, serie che riscosse un notevole successo l' anno precedente alla messa in onda di Mila.
Di Attacker You! Esiste anche un manga in tre volumi edito da Star Comics nel 2003; il manga copre solo in parte la storia, causa la lunghezza della serie televisiva e la brevità dello stesso. Inoltre rispetto al cartone animato presenta un chara decisamente più vicino al suo genere, lo shojo sportivo, così come più spazio è dato ai sentimenti di You e So rispetto alla serie televisiva.

La Storia

Protagonista della storia è la tredicenne Mila Hazuki, una ragazza di campagna trasferitasi da Tokyo ad Osaka per andare a vivere con il padre. Mila è orfana della madre, morta quando lei era ancora molto piccola a causa di un incidente.
Il padre è un cameraman e nonostante provi un amore smisurato per la figlia risulta spesso molto duro e irremovibile specie quando si tocca l' argomento pallavolo, sport che inspiegabilmente odia.
Il rapporto col padre, le sue motivazioni e la storia della madre saranno svelati nel corso della serie.
Iscrittasi alle medie viene subito notata dall' allenatore della squadra di pallavolo Daimon per via della sua grande forza ed energia.
Scoperto che Mila è nientemeno che la cugina di Mimì Ayuhara, grandissima giocatrice di pallavolo, Daimon non esita ad invitarla ad entrare nella squadra delle Hikawa.
Inizialmente Mila rifiuta, ma l'amore per Shiro, capitano e asso della squadra maschile di pallavolo delle medie Hikawa, la spinge ad accettare la proposta di Daimon.
Della squadra fa parte anche Nami Hayase, giovane che prova un amore viscerale per la pallavolo e avente il sogno di vincere i campionati nazionali per poi puntare alla nazionale e quindi alle olimpiadi di Seul del 1988.
Mila poco a poco rimane contagiata dallo spirito della sua compagna e amica e decide di fare proprio il di lei sogno dedicandosi anima e corpo alla sua realizzazione.
Le due si completano vicendevolmente in quanto Mila è tanto brava nell' attacco quanto debole nella difesa, esattamente il contrario di Nami, grande asso della ricezione.
Loro rivale è Kaori Takigawa, quindicenne alzatrice, più propriamente regista delle azioni, nonché asso della squadra delle Sunlight, squadra campione in carica del torneo studentesco.
Pur essendo rivali, l'amore dello sport le porterà a stringere un saldo legame d' amicizia unitamente al desiderio di essere selezionate assieme nella squadra nipponica delle olimpiadi.
Il duro allenamento imposto dal manesco Daimon non scoraggerà Mila e poco a poco colmerà le lacune sportive divenendo la stella della propria squadra.
Conquistata dal loro stile di gioco e dalle modalità di allenamento, ben diverse da quelle imposte da Daimon, Mila decide di entrare a far parte delle Seven Fighters; così come Nami entra nelle Unicorn guidate da Daimon, allontanato dalla precedente squadra a causa dei sui modi brutali.
Le Sunlight Players, le Unicorn e le Seven Fighters animeranno i vari tornei con le prodezze delle loro giocatrici.

Nonostante lo sport sia il cuore della serie non mancano momenti romantici fra Mila e Shiro, così come vengono presentate love story di altri membri delle varie squadre.
Altresì la serie abbonda di momenti drammatici e riflessivi, come l'infortunio di Mila, la storia della morte della madre, i contrasti con il padre che non vuole permetterle di giocare, il rapporto con il fratellino Sunny, adottato dal padre dopo la morte dei suoi genitori, o la cecità di Kaori.

L' Edizione

La Dynit ha confezionato un buon prodotto, la "complete serie" presenta sia la traccia audio giapponese che la traccia audio italiana, oltre che ovviamente i sottotitoli nella nostra lingua sia per i dialoghi che per i soli cartelli, come da tradizione Dynit.
Va precisato che la traccia audio italiana è quella storica realizzata a suo tempo dalla Fininvest, così come i sottotitoli non sono fedeli all'originale, ma alla traccia audio italiana.
Il ridoppiaggio di una serie televisiva “d' annata” come Mila & Shiro che consta 58 episodi non era, evidentemente, economicamente sostenibile; alla Dynit però va dato il merito di aver ripristinato le varie scene censurate dalla Fininvest/Mediaset con l'aggiunta dei sottotitoli e le anteprime degli episodi.
L' audio è un dual mono, ma nonostante questo risulta decisamente buono e pulito, così come il comparto video: ottimo visto l'età della pellicola.
Va aggiunto che selezionando la traccia giapponese sono presenti le sigle di apertura e chiusura originali, mentre selezionando la traccia italiana è presente la sigla storica cantata da Cristina D' Avena.
Non sono presenti extra, ma in compenso il box contiene un set di cartoline.

Mila & Shiro Mila & Shiro è un classico dell' animazione degli anni '80, rappresenta per il pubblico femminile ciò che rappresentò Captain Tsubasa, il nostro Holly & Benji, per il pubblico maschile. La serie risulta tutt'ora molto godibile per gli amanti del genere sportivo e l'edizione Dynit, escudendo un ridoppiaggio, è quanto di meglio si poteva sperare di ottenere. Decisamente consigliata questa edizione agli fan dell' opera e se ne consiglia la visione agli amanti dell' animazione, omaggio ad uno degli anime di maggior successo degli anni ottanta e apripista assieme ad una decina di altri titoli del palinsesto Mediaset attuale.