Recensione Miyuki nel paese delle Meraviglie

Piccole avventure in strani mondi al limite dell'immaginazione...

Articolo a cura di

Miyuki

Miyuki nel paese delle meraviglie è un'opera che non si inquadra molto facilmente nell'ottica del manga, in sintesi questa opera delle Clamp può essere definito come una raccolta di sette storie brevi, di 10-12 pagine l'una.
E' molto più associabile alle 'strisce' nostrane come Lupo Alberto, Sturmtruppen e simili che non ai "classici" manga.

Trama? Forse...

La trama di quest'opera è presto detta: Miyuki, una ragazza decisamente carina, ad un certo punto, e per i motivi più astrusi ed assurdi, si ritrova ad essere sbalzata in strani mondi paralleli, abitati da personaggi molto sexy ed esclusivamente femminili, che hanno tutti la "mania" di volerla lasciare senza veli... ed è così che Miyuki si ritroverà in situazioni sempre più al limite della realtà, viaggiando nel paese delle Meraviglie, nel paese degli Specchi, in quello della TV, nei paesi del Part-time, del Mahjong, dei Videogiochi e di X (l'omonimo manga delle Clamp), in un turbine multicolore di fughe da e nella realtà.

Formato

L'apprezzabilissimo formato in cui quest'opera è edita dalla PlanetManga la rende però un titolo assai poco ambito; infatti il prezzo relativamente alto (4,50 euro), sebbene sia ben ripagato dall'alta qualità della stampa, dalla sovraccopertina e dalle 24 tavole a colori degli artwork originali e dei disegni preparatori per l'edizione animata, risente però del bassissimo numero di pagine (meno di 100 di fumetto vero e proprio), il che tende a ribassare il giudizio su quest'opera.

Miyuki nel paese delle Meraviglie E' un'opera disegnata in maniera magnifica, come è sempre prerogativa delle CLAMP! Divertente e utile per passare una quarto d'ora (tanto ci vuole a leggerlo tutto), imperdibile per i fan delle CLAMP...