Recensione Mobile Suit Gundam

Il Mobile Suit bianco finalmente in DVD!

Articolo a cura di

Gundam arriva in DVD

Dopo trent'anni ci troviamo di fronte ad un evento unico per tutto gli appassionati di animazione, l'uscita per la prima volta il DVD contenente i primi 3 episodi dell’indimenticata serie Mobile Suit Gundam, conosciuta anche come “Gundam RX-78” o “Gundam 0079”. Questo evento ha avuto sicuramente un parto travagliato e problematico visto che doveva coincidere con Lucca ad inizio Novembre (dopo anni di attese da parte dei fan, peraltro), ma complice una disputa su una questione di diritti è stato tutto rinviato di qualche mese. Ma finalmente i DVD sono disponibili nelle fumetterie.
Da sottolineare fin da subito la possibilità di acquistare i dischi o in due splendidi box contenenti l’intera serie (e con le prove d’acquisto di essi si riceve anche un modellino del mecha protagonista) o una serie di 11 DVD venduti singolarmente.

Dopo anni ci si può finalmente godere in home video uno dei migliori lavori, se non il migliore, nato dalle geniali menti di Yoshiyuki Tomino e Hajime Yatate, ispirato anche al romanzo “Starship Troopers” dello scrittore Heinlein.
Nel periodo in cui erano di moda i super robot nagaiani, con le loro trame semplici e leggere, ha fatto irruzione Gundam, capace di avvicinare il grande pubblico, sia in patria che all’estero, grazie ad una storia arricchita di riflessioni allora inedite, interrogandosi sull'effettiva necessità per gli uomini di combattere tra loro, sul motivo per cui dei ragazzi sono costretti a partecipare ad una guerra in prima linea e anche violando alcuni cliché, ad esempio soffermandosi sulle conseguenze della morte dei piloti, una volta che il robot viene distrutto.
Forse la prima volta in cui in una serie tv non si è contrapposto un bene contro un male assoluti, in Gundam si alternano una serie di drammi alternati a momenti di pace che coinvolgono e avvicinano lo spettatore alla storia ideata da Tomino, senza scordare la grandissima evoluzione che colpì la tecnologia dei mecha, sempre più vicini alla forma umana, ma capaci di rompersi e non più indistruttibili.
Tutto questo, e molto altro ancora, hanno contribuito a rendere celebre e senza tempo la serie Mobile Suit Gundam targata Sunrise.

Universal Century 0079: Side7

In un futuro lontano, nello Universal Century 0079, la Terra è costretta, a causa problemi di sovrappopolazione, a creare diverse colonie sparse nello spazio. Una di queste decide di arrivare ad una secessione e cerca il distacco dal pianeta madre prendendo il nome di Principato di Zeon. L’inizio della storia si colloca proprio durante un attacco di Zeon ai danni di una colonia terrestre: Amuro Ray, il giovane protagonista quindicenne, si ritrova, suo malgrado, coinvolto nello scontro. Per cercare di proteggere gli altri compagni della colonia, Amuro sale sul Mobile Suit Gundam RX-78 e grazie ad un semplice libretto di istruzioni, ma soprattutto ad una innata capacità di pilotarlo, riesce a sconfiggere due Zaku nemici.
Dopo questo eroico gesto, il protagonista vive un lungo periodo di conflitto interiore poiché si trova coinvolto in uno scenario di guerra e di morte (ma che lo costringeranno a crescere) dato che gli viene richiesto di tornare a pilotare il Mobile Suit. L’obiettivo è lo spostamento della Base Bianca, nave-fortezza terrestre, da Side7, la colonia attaccata, a Luna2, un’altra colonia facente parte della federazione terrestre.

Questa serie ha letteralmente rivoluzionato il modo di vedere gli anime fin dalla sua prima messa in onda: un susseguirsi di episodi collegati da un filo conduttore unico, capace di accurata introspezione psicologica dei personaggi e di mostrare un’elevata drammaticità fino a quel momento mai vista.
E’ evidente già dai primi passaggi che non si tratta semplicemente di uno scontro tra robot, ma di una feroce e cruenta guerra che vedrà coinvolte fazioni in cui i veri protagonisti sono gli esseri umani, con le loro paure e i loro problemi. Al di là dei combattimenti, sarà possibile ammirare l'evoluzione e la crescita dei protagonisti, a partire dallo stesso Amuro, le varie strategie che coinvolgeranno anche personaggi carismatici del calibro di Char Aznable, rappresentante di Zeon, e le ideologie ed i valori ormai perduti in quell'epoca, come quelle di Ramba Ral.

Edizione e DVD

Passiamo dunque alla parte che più interessa ai nostalgici, ansiosi di collezionare, finalmente, il loro anime preferito in DVD, ma partendo da un presupposto: il lavoro svolto dalla DynIt è veramente pregevole e di ottima qualità, andando anche oltre le più rosee aspettative.
Il master utilizzato è sicuramente eccellente, poiché il video non presenta praticamente difetti di sorta. Non si riscontra rumore video o aliasing, nemmeno ad una visione col PC. I colori sono decisamente appropriati e nonostante siano forse un po' scuri si adattano perfettamente al tono delle vicende.
Sicuramente si nota che le animazioni sono di ormai 30 anni fa, ma il lavoro svolto dalla Dynit è ottimo e questo influisce positivamente sul giudizio riguardo la parte tecnica.
Le tracce audio sono invece 4, due delle quali dedicate al nuovo doppiaggio con un DD 5.1 e un Dual Mono, una dedicata al doppiaggio storico in Dual Mono ed infine la consueta traccia in giapponese. Il lavoro effettuato sul comparto audio è molto buono e non presenta difetti evidenti.
Il doppiaggio è stato oggetto di disputa, ma la nuova versione utilizzata per la recente messa in onda su Italia 1 rende onore alla storia, poiché quello storico è caratterizzato da un adattamento scorretto, spesso fantasioso che non permette di comprendere appieno il susseguirsi delle vicende.
Simpatici i menu che presentano il viaggio tra Side7 e Luna2 con la Base Bianca che effettua tappe proprio negli episodi.
Dispiace l’assenza di un booklet nell’amaray della confezione del DVD singolo.
Gli extra sono poveri in questa versione: praticamente si tratta delle varie sigle originali giapponesi con e senza crediti più i trailers della versione italiana. Una mancanza in parte compensata dalla presenza del doppiaggio storico inserito nel DVD.

Mobile Suit Gundam In definitiva si tratta di un acquisto doveroso per tutti gli amanti della serie Gundam, soprattutto visto il lavoro certosino e l’accuratezza che son venuti fuori in questa produzione Dynit. Al di là delle questione tecniche, la storia creata da Tomino è comunque piacevole ed interessante da seguire anche nonostante l'età. Sicuramente non avrà il fascino e le animazioni delle serie in circolazione attualmente, ma si tratta di un anime storico ed affascinante come mai.