Recensione Najica Blitz Tactics

Azione e belle donne dai produttori di AIka

Articolo a cura di

Najica Blitz Tactics

Dopo AIka, piccola perla del panty-shot, Studio Fantasia torna alla ribalta con un altro anime dalle simili tematiche: ragazze bellissime e disinibite nascondo incredibili doti da agente segreto, e non tarderanno a metterle in pratica in inseguimenti mozzafiato. Volgarmente questo Najica Blitz Tactics si può definire come appartenente al genere "ecchi", ovvero permeato da un pizzico di malizia più voyeur che altro, e in particolare pieno fino all'orlo di mutandine inquadrate da ogni angolazione, violando le regole della fisica. Questo anime è stato annunciato in prima battuta da Shin Vision, ormai più di un anno fa, per poi essere ripreso da EXA Cinema, mantenendone però il formato delle due edizioni. Accanto a quella standard in normale amaray (oggetto di questa recensione), segnaliamo anche la presenza del cofanetto a tiratura limitata con extra e in omaggio le mutandine di Najica (di certo il regalo perfetto per la fidanzata!)

"It's the panty shop..."

Najica lavora in una prestigiosa ditta di profumi e si occupa di comporre nuove fragranze; tuttavia al tempo stesso è anche un'agente specializzata in recuperi, spionaggio e talvolta nella protezione dei clienti. Bella e affascinante, è considerata con stima ed invidia da tutta l'organizzazione, sia dagli elementi maschili che femminili. Un giorno le viene affidata d'ufficio una nuova compagna, Lila, giovane ragazzina che si scoprirà presto essere una Humaritt, ovvero un androide dalle sembianze di ragazza. Inizialmente riluttante al dover farle da balia (data la giovane età e l'ingenuità che contraddistingue il suo stato mentale), Najica presto comincerà ad apprezzare il carattere e le doti di Lila, capace anche di essere all'occorrenza precisa e spietata. Inizia così il ciclo di 12 puntate narrato in Blitz Tactics, che si comporrà di episodi singoli in cui la bella coppia andrà alla ricerca di altre Humaritt, talvolta impazzite o comunque pericolose perché sfuggite al controllo. Il tutto si concluderà con la scoperta - abbastanza scontata - del creatore di tali robot e nel confronto finale.
Cosa offre Najica a parte la bellezza delle protagoniste (dal sempreverde character design)? Purtroppo molto poco, se escludiamo le inquadrature di biancheria intima. La trama è decisamente lineare e priva di un vero continuum, cosa che rende i singoli episodi abbastanza poco interessanti seppur tutto sommato passabili. Benché infatti si sia cercato di creare situazioni diverse ogni volta, in cui la Humaritt di turno occupava una posizione differente, alla fine bene o male il canovaccio è sempre lo stesso per tutta la durata dell'anime. A risollevare un po' le sorti ci sono Najica e Lila e il loro rapporto che pian piano cresce, portando la protagonista dall'indifferenza all'affetto, ma si tratta soltanto di qualcosa di accennato anche se da luogo a qualche siparietto simpatico di tanto in tanto. Quello che forse più delude, al di là delle aspettative, è il fatto che la tematica principale, quella del rapporto tra uomo e androide, è trattata con una certa superficialità. Chiudendo un occhio sul fatto che un simile soggetto è ormai abusato, essendo stato utilizzato innumerevoli volte sia nel cinema (si pensi a Blade Runner) che nel mondo dell'animazione (Ghost in the Shell la prima che ci viene in mente), bisogna anche ammettere che di spunti ne offre, ma in Najica troviamo soltanto delle banalità, lo Humaritt innamorato, lo Humaritt che credeva di essere umano etc., una carrellata insomma abbastanza prevedibile. Verrebbe da pensare che quanto sopra sia dovuto alla natura dell'anime, dichiaratamente "di serie B", tuttavia il paragone con AIka appare impietoso dato che accanto al fan service c'era, in soli quattro episodi, una trama originale, personaggi riusciti, siparietti davvero spiritosi e nel complesso un "fattore divertimento" abbastanza alto.

Il DVD

Dal punto di vista prettamente tecnico l'anime è senza infamia e senza lode; non mostra particolare qualità nelle animazioni e qualche volta è sotto la sufficienza, ma complessivamente va promosso, complice anche l'ottimo chara design di Noriyasu Yamauchi. Per quanto riguarda la colonna sonora, riconosciamo che il jingle è abbastanza orecchiabile, e che qualche motivo è azzeccato; forse la parte migliore di questo anime. La serie è presentata in soli 3 DVD, contenenti 4 episodi ciascuno. Abbastanza standard nell'impostazione, contengono solamente qualche anteprima come extra a corredo delle puntate. Il video è in 4:3 (senza censure) e il quadro è più che discreto. Abbastanza stringato in questa edizione economica il comparto audio, con la sola traccia Dolby Digital 2.0 in italiano che comunque si comporta in maniera più che dignitosa. L'edizione quindi, si sarà capito, punta all'economia, e difatti il prezzo di circa 10€ appare azzeccato.
rgergergreger

Najica Blitz Tactics Senza arte ne parte. Najica purtroppo non brilla in nulla e viene presto a noia a meno di non amare particolarmente lo stile dell’anime e il fanservice, soprattutto considerando che è un genere in Italia abbastanza raro. In definitiva una serie per pochi.

Altri contenuti per Najica Blitz Tactics