Recensione One Piece #58

Marineford è un campo di battaglia per la liberazione di Ace. Chi vincerà?

Articolo a cura di

Marineford è un campo di battaglia, un inferno a cui partecipano i pirati più temibili del mondo. Tutto questo putiferio per un solo scopo, liberare Portuguese D. Ace. Ma anche la marina ha schierato i suoi pezzi grossi, e lo scontro è tutt'altro che facile. Questo è il volume che porta alla conclusione della battaglia e ai tanti cambiamenti che ne deriveranno.

Un fratello da salvare

Rufy non è solo, non più. Ha dalla sua parte la ciurma di Barbabianca e Jinbe della flotta dei sette, più tutti gli altri pirati fuggiti da Impel Down. Insomma, è una battaglia tra i più forti del mondo e Rufy fa parte di questa categoria. Non solo grazie alla forza di volontà, ma anche alla forza fisica ed i poteri del padre che iniziano a manifestarsi. La prestanza fisica tuttavia non è delle migliori, visto che poco prima l'eroe dal cappello di paglia ha combattuto contro il temibile Magellan, rischiando di venire avvelenato. Le poche forze rimastegli però, sono controbilanciate dalla presenza dei pirati di Barbabianca, che vuole salvare il capitano della seconda flotta. Anche il leggendario pirata non se la passa tanto bene, essendo stato ferito da uno dei suoi, che lo credeva traditore.
Il manga procede con un ritmo serratissimo, senza lasciare nulla al caso e senza rivelare troppo degli avversari, che saranno presenti anche in futuro. Con molta probabilità, non vedremo più uno scontro di tale spessore e di cosi grande importanza. Importante perché pone fine all'epoca d'oro della pirateria, e pone le basi per una nuova e giovane era, che Barbabianca vuole vedere con i suoi occhi. Nemmeno il suo finale lascia spazio alle critiche, ma solo ad un vorticare di emozioni all'interno del nostro cervello. Tutto il volume quindi, è la pura descrizione di una cruenta battaglia per salvare un fratello, per salvare un figlio e per far capire quanto il legame tra due fratelli sia forte. Rufy infatti, pur trovandosi in pericolo di vita tenterà un'impresa impossibile, sfidando i tre comandanti della marina, che a conti fatti sono ad un livello nettamente superiore. Non dimentichiamoci del dualismo che pervade la mente del nonno di Rufy, indeciso se aiutare Ace o combattere il proprio nipote. Questi sono gli ingredienti necessari per il mix d'azione e violenza che tutti amiamo cosi tanto.

L'inizio della fine

One Piece non ha mai deluso i propri fan e lo dimostra con 58 numeri alle spalle, e moltissimi altri ancora in cantiere. Assieme a Naruto, l'opera di Eiichiro Oda è probabilmente l'unico manga a rimanere in cima alle classifiche per anni e anni. Certamente non è perfetto, ma in questo mondo niente lo è. I momenti passati davanti a One Piece sono sempre pieni di passione e paura per un personaggio, diventato quasi un amico caro. Perché la magia che vi si nasconde è proprio questa; ci fa immergere completamente in un mondo alternativo, pieno di tanti personaggi simili ai supereroi. I disegni del maestro Oda riescono in qualche modo a rompere la staticità e ad apparire vivi e in movimento. Questo era da sempre un suo grande pregio, che ci dimostra ancora una volta che i manga possono durare anni e non stancare il lettore, ma anzi, coinvolgerlo sempre più nelle avventure dei pirati.
La cosa che forse rende questo volume davvero importante per la saga riguarda la morte di alcuni personaggi, che è un avvenimento al quanto storico per la saga, e che darà ad ognuno di noi diversi spunti di riflessione. Per il prossimo numero invece, dovremo attendere il lontano maggio, che non è nemmeno cosi lontano.
Per quanto riguarda la ristampa, siamo arrivati al numero 38, e la cosa che dimostra questa New Edition è che gli errori sono umani, ma questa edizione ne conta parecchi. Le traduzioni, anche se migliorate non sono sempre all'altezza per essere chiamate ristampe rivedute ed aggiornate. Uno dei pochi pregi che ha quest'edizione è la copertina, identica all'originale giapponese.

One Piece Questo numero è uno dei meglio riusciti di questi ultimi anni, e la tensione che accompagna la lettura è proporzionale all'importanza che One Piece ha nel mondo. Non è più l'allegro mondo dove la ciurma di cappello di paglia viaggia per i sette mari; ora c'è un campo di battaglia, e combattere è necessario per salvare una persona cara. Vengono svelati alcuni particolari interessanti, altri invece vengono nascosti con maestria per creare altra suspense. Un volume necessario per ogni fan.