Recensione Ranma 1/2 - Le sette divinità della fortuna

Il primo dei lungometraggi dedicato alla serie Ranma 1/2 di Rumiko Takahashi.

Articolo a cura di

Introduzione

Da Dynit ecco uno dei lungometraggi tratti dalla famosissima serie di una delle autrici più amate dai lettori di manga: Ranma ½ di Rumino Takahashi.
Il DVD in questione è il primo di un trittico che vede, oltre a quello di cui si parla in questa recensione, altri due film: “La sposa dell’isola delle Illusioni” e “Ranma contro la Leggendaria Fenice”, entrambi disponibili in futuro grazie a Dynit.

La trama

Un gruppo che si fa chiamare “le sette divinità della fortuna”, il quale non ha niente a che fare con qualcosa di divino, ma è solo composto da forti combattenti, è alla ricerca dell’altra metà di un rotolo di pergamena (Rotolo della fortuna) che secondo le loro parole contiene la tecnica definitiva.
Per un malinteso la metà del rotolo capita nelle mani di Akane, che viene rapita dal gruppo e costretta a sposarne il capo. In realtà il rotolo era di proprietà di una ragazzina che racconterà di averlo ricevuto in dono da Happosai.
Naturalmente Ranma e gli altri si lanceranno al salvataggio di Akane affrontando l’intero gruppo in un combattimento stile “12 case” di Saint Seiya fino ad arrivare allo scontro finale con il boss.

Ranma è Ranma

Tutti conoscono la serie di Ranma 1/2 di Rumino Takahashi e la sua miriade di personaggi. In questo film appaiono praticamente tutti, anche se molti fanno solo un’apparizione in una frenetica scena iniziale in cui tutti corrono inseguiti da un’entità sconosciuta.
La trama è molto semplice e lineare, come tutti i lungometraggi di questa serie, ma il punto forte rimangono le spassose gag tra i personaggi e dall’energia che trasmettono, tutti fattori ben conosciuti dagli appassionati della serie.

Tecnica

Il DVD è una rimasterizzazione in digitale di un video gia presente in VHS, perciò non può beneficiare appieno del supporto della nuova tecnologia, seppure mantenendo una buona qualità generale del colore e un’immagine nitida. Lo stesso si può dire per il comparto audio che si adegua a un Dolby Digital Surround 2.0 (italiano e giapponese).
Il doppiaggio italiano, a cura di coloro che hanno sempre prestato le voci a questi personaggi nella serie TV, è come sempre ottimo.
Gli extra, infine, non brillano per quantità e fantasia ma di certo non si può biasimare Dynit per questo, considerati i pochi contenuti inseribili. Essi perciò si limitano ad alcune schede dei nuovi personaggi, al trailer italiano e originale, e ai D-Trailers.

Ranma 1/2 - Le Sette Divinità della Fortuna Questo lungometraggio si colloca nella media e non fa molto per emergere particolarmente, mantenendosi sullo standard degli altri film di Ranma e dando così vita a poco più di una normale puntata dell’anime. Consigliato agli appassionati della serie.