Recensione Record of Lodoss War - La saga dei cavalieri DVD 1-2

Proseguono le imprese eroiche sull'isola maledetta di Lodoss...

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Anime

Record of Lodoss War - La saga dei cavalieri

Quasi dieci anni dopo la prima, meravigliosa serie di Oav che ci introdusse nell'universo di Lodoss War, un mondo fantasy palesemente ispirato ai giochi di ruolo della serie Dungeons & Dragons, in Giappone uscì questa serie televisiva che riprendeva le vicende rimaste in sospeso. Purtroppo bisogna subito dire che l'intero staff è stato cambiato e il risultato finale è molto diverso rispetto al predecessore...

L'isola maledetta

In realtà l'inizio dell'anime potrebbe spiazzare quelli tra voi che hanno seguito la precedente saga, perchè pur presentando le stesse ambientazioni e gli stessi personaggi, le situazioni appaiono molto diverse. Nel primo episodio, ad esempio, ambientato molti anni dopo la fine della guerra contro Marmo, scopriamo che Parn e Deedlit da una parte e Olson e Sylis dall'altra, ancora non si conoscono, al punto che assisteremo nuovamente all'incontro/scontro tra i quattro già visto nel primo episodio: la ragione di queste apparenti contraddizioni è, in realtà, molto semplice ed è una diretta conseguenza della scelta di presentare le vicende in maniera fedele ai romanzi originali dei Ryo Mizuno, mentre la serie Oav vi si era ispirata con molta più libertà.
Detto questo, vediamo di fare un veloce riassunto per chi non conoscesse ancora la serie: "Record of Lodoss War" é ambientato nella misteriosa isola di Lodoss, che si dice sia nata durante lo scontro tra la dea della luce e quella dell'oscurità. L'ambientazione é quella tipica fantasy, quindi presenta caratteristiche derivate direttamente dalla rielaborazione del medioevo europeo: ci sono cavalieri, re, castelli e palazzi ma anche draghi, mostri, stregoni e sacerdoti e, soprattutto, c'è la consueta lotta tra bene e male. Fin dalla sua nascita Lodoss è stata, infatti, teatro di scontri e guerre sanguinose che paiono senza fine, al punto da nominarsi l'appellativo di isola maledetta: l'ultima ha visto il tentativo, da parte del regno di Marmo, di assoggettare e riunificare tutti gli altri stati, tentativo fallito dopo che il re Beld è caduto in battaglia. Oggi il suo luogotenente, Ashram, che ha preso le redini del potere a Marmo, sta attraversando l'isola alla ricerca dello Scettro del Potere, un antico e potente artefatto. Temendo che l'oggetto possa rappresentare l'occasione di un nuovo conflitto, gli eroi della precedente guerra (Parn, Deedlit, re Kashew, il mago Slayn e la sacerdotessa Lelia) si riuniscono per debellare la minaccia e a loro si uniscono Olson e Sylis. Il problema principale è che l'artefatto è custodito dal drago rosso Shooting Star (esatto, quello che era morto negli Oav), il più feroce e spietato tra tutti...

Considerazioni tecniche

La nuova serie di Lodoss War è un discreto anime rivolto essenzialmente agli appassionati di fantasy, meglio se anche giocatori di ruolo (ci sono tantissimi riferimenti ai gdr stile D&D), che però perde parecchi punti se paragonato alla stupenda serie di Oav del 1990. Il character design è rimasto abbastanza fedele a quello, ma il livello delle animazioni è piuttosto basso, considerando che si tratta di una serie del 1998. Molto bella, invece, la colonna sonora, che ben si accompagna alle tematiche fantastiche ed epiche della storia.
La serie si compone di 27 episodi, raccolti in 7 dvd dalla Yamato Video (3 episodi nel primo, 4 nei successivi). Nonostante la serie sia piuttosto recente, la resa video presenta diversi disturbi, forse dovuti alla cattiva conservazione del master originale, forse a poca cura nel riversamento in digitale; sul fronte audio, invece, niente da eccepire, il solito Dolby Digital 2.0 di Yamato rende comunque abbastanza bene. Riguardo al doppiaggio, invece, sono purtroppo cambiate parecchie delle voci rispetto alla serie Oav e, quel che è peggio, la qualità generale è da prodotto Mediaset, con gli stessi attori ed un un'interpretazione non dissimile da quanto è possibile ascoltare in tv nei vari Detective Conan o Yu-gi-oh: la qualità dei doppiaggi dei prodotti Dynit e, soprattutto, Shin Vision é davvero assai lontana...
Per concludere resta da segnalare come il dvd non sia arricchito da nessun extra, a parte qualche trailer pubblicitario di altri prodotti Yamato.

Record of Lodoss War - La saga dei cavalieri "La Saga dei Cavalieri" é un buon anime fantasy, non innovativo ma sufficientemente epico ed appassionante: chi ha avuto modo di seguire la prima serie di Oav sarà felice di ritrovare tutti i suoi vecchi eroi e di scoprire cosa ha riservato loro il futuro, anche se ben presto lasceranno il campo ad un nuovo gruppo di avventurieri. Assai deludente é invece il dvd di Yamato Video, con una qualità video davvero mediocre, un doppiaggio troppo televisivo e nessuna traccia di extra: niente che rovini la visione, intendiamoci, ma nel 2004 i tempi pionieristici del dvd sono ormai tramontati ed é lecito aspettarsi qualcosa di meglio, visto l'alto costo del prodotto.

Altri contenuti per Record of Lodoss War - La saga dei cavalieri