Recensione Scegli Me!

Come farsi rovinare la vita dal proprio defunto nonno...

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Kekkon Shiyouyo! (trad: 'Sposiamoci!')

Frutto delle ultime fatiche di casa Playpress, ecco Kekkon Shiyouyo!, localizzato in Italia col titolo di Scegli me!. Si tratta di un'opera che, volendola guardare con occhio critico, sfrutta molti dei luoghi comuni delle commedie adolescenziali, quali ad esempio episodi di ragazzi che devono sposarsi per una promessa fatta da genitori, nonni o avi di varia origine; un "triangolo" sentimentale tra più individui; l'intraprendente ragazza di famiglia non certo agiata che, portata in città tra ricconi, col suo modo di fare comincia a cambiare tutti quelli che le stanno intorno; bruschi voltafaccia sentimentali in cui, senza quasi accorgersene l'inseguitore diventa inseguito e viceversa, e molto altro ancora.


Scegli me!

La storia di Scegli me! comincia nel Kyushu, dove Toko Yoshimura, una ragazza allegra e solare, vive tranquillamente con la madre e un folto gruppetto di non meglio identificati ragazzini (fratellini, cugini, e altro ancora...), fino a quando un giorno alla loro casa giunge la signora Otome Rokuonji, capo di una ricchissima famiglia, con notizie a dir poco sconcertanti: il nonno, che Toko considerava morto da anni, era suo spasimante in gioventù, ma non poterono sposarsi per l'evidente differenza sociale.
Ora però è lo stesso nonno di Toko, ancora vivo, che desidera che al posto loro si sposino sua nipote e il nipote di Otome. Toko è quindi costretta, quasi sotto minaccia, ad accettare, e così deve trasferirsi a Tokyo, presso casa Rokuonji, solo per scoprire che in realtà Otome ha ben due nipoti della sua età, Kaze e Nagi Rokuonji, e che quindi i suoi pretendenti saranno ben due.
E' questo l'incipit per la storia che trascinerà in una spirale di situazioni ambigue, irriverenti, imbarazzanti e a tratti anche romantiche, Toko e i suoi due pretendenti, coinvolgendo, col passare dei numeri, altri personaggi innamorati ora di lei e ora dei due agiati playboy che la ragazza ha avuto la sorte di avere come fidanzati.
Riuscirà Toko a tornare alla sua bella Kyushu o rimarrà per sempre costretta in quella prigione dorata? Come si comporteranno Kaze e Nagi nei confronti delle "prove d'amore" che la nonna sottoporrà loro per verificare quale dei due sia il più adatto a sposare Toko? Ma soprattutto, siamo veramente sicuri che il nonno di Toko sia ancora vivo e abbia spedito lui quella lettera?
Le risposte, ovviamente nei quattro volumetti di Scegli me!

Edizione

Quello davanti al quale ci troviamo è il frutto degli sforzi di casa Playpress, per cui si può dire che i risultati sarebbero comunque conosciuti anche senza esaminare il fumetto, visto che la casa in questione tratta praticamente tutti i manga secondo lo stesso standard.
Abbiamo quindi a che fare con un'impaginazione certamente non eccellente, ma che si attesta su un livello medio, come anche la qualità di stampa e della carta; ovviamente rimangono i soliti dubbi sulla copertina, decisamente sottile, che tende a deformarsi o rovinarsi facilmente se non la si tratta con cura.
Dal punto di vista della localizzazione, abbiamo invece un buon lavoro, visto l'adattamento mediamente buono dei dialoghi e l'assoluta assenza di pecette, con conseguente adattamento di onomatopee e rumori di fondo.

Scegli Me! Il giudizio su questo prodotto può essere definito come neutro, mancando sostanzialmente di pecche come anche di reali punti di forza. La lettura è leggera e molto godibile, per quanto l'opera in sé stessa non sia certo un elogio all'inventiva; punto d'onore per il manga è però la 'tenera' perfidia con cui i gemelli Rokuonji 'torturano' Toko in ogni occasione possibile (o anche creandone, nel caso non ve ne siano). L'edizione curata da Playpress è, globalmente, di qualità media (il che non è certo un male) e il fatto che questo fumetto dai contenuti non elevati sia composto da soli quattro numeri ne potrebbe fare un'offerta interessante per gli amanti di questo particolare genere.