Recensione Sleeping with Hinako

Tutti possono dormire con Hinako. Cosa aspettate?

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Partiamo dal sequel, anzi forse è un prequel, beh, tenuto conto che (redattori di animeye a parte) normalmente si dorme tutte le notti, potremmo definirlo un "durante".
Ma semantica a parte, Sleeping with Hinako è il seguito cronologico di Training with Hinako, un'opera che su Amazon ha superato le vendite di "Ponyo" e perfino quelle del dvd di "Wall-e".
Questo la dice lunga su quanti "giocherelloni" sostino nel meraviglioso mondo di Internet.
Per dirla breve: Sleeping with Hinako è un dvd interattivo della durata di 40 minuti, che si colloca ampiamente nella definizione di "ecchi".
In poche parole si tratta di interagire (tramite telecomando) con una prosperosa, svampita ragazza nella fase di pre e post "dormita". Potremmo tenerle la mano, darle baci, farle il solletico ma soprattutto guardarla dormire, non serve specificare che le inquadrature durante la nottata saranno a "favore di maschietto".
Guardare il petto di Hinako ondeggiare con il suo respiro è, per quanto da maniaci, un imperativo dell'Anime in questione. I contenuti sono espliciti pur rimanendo soft, però non esaltatevi troppo: non vedremo mai Hinako in atteggiamenti spinti, e non potremo nemmeno interagirci "in quel modo".

Tenuto conto che, probabilmente, chi acquista questo dvd non ha una ragazza (magari è un collezionista, ma dubitiamo) è inutile fare il parallelo con una vera "dormita" con una gentile fanciulla. Perciò analizzeremo "Sleeping with Hinako" da due lati ben precisi: quello "morale" e quello "commerciale". La serie Hinako (tratteremo anche del training) è rivolta ad un target di settore molto ristretto, almeno in Italia, cioè agli Otaku.
Definirla per "maniaci" sarebbe erroneo, i cosiddetti esaltati non cercano questo tipo di materiale, al massimo si interessano al prodotto trattandolo alla stregua di un "esperimento", per curiosità insomma. La vera "scoperta" manca nei loro propositi. Hinako non è da maniaci, anche perché dopo aver interagito con la dolce ragazza la sensazione di eccitazione manca, non c'è, l'unica cosa che rimane è la pietà.
Non stiamo scherzando: pietà non per il prodotto, che risulta perfino divertente a tratti, ma pietà per quelli che "ci credono". Scene come il bacio allo schermo oppure "afferrami la mano come i veri innamorati" fanno immaginare dei poveri otaku che si protendono verso la loro televisione a labbra tese o che chiudono le dita tristi.
Pensare che Sleeping with Hinako sia per loro mette tristezza.
Tuttavia una volta imparato a vivere con questa terrorizzante consapevolezza riusciamo a scorgere il vero significato di questa stramba serie, ovvero la sua assoluta bravura a colpire il centro.
Abbiamo già chiarito che Hinako è un prodotto mirato, ma non siamo stati chiari riguardo la sua assoluta genialità commerciale. Ai limiti di un "piano malvagio" riesce a collocarsi come il tassello di un puzzle nella fascia di interesse del suo pubblico, è impossibile avere i requisiti per godersi Hinako e resistere al suo acquisto, è stupefacente. Quindi se siete semplici amateur dei manga potrete facilmente passare oltre Hinako, se invece siete otaku con la O maiuscola probabilmente lo avrete già visto, forse solo per riderci su, e noi stiamo parlando a vanvera.

Avete letto bene, se siete appassionati dovete averlo, se non altro almeno per deridere i "mezzi otaku" che non lo conoscono nemmeno. E oltre a questo, Hinako è doppiamente un prodotto Furbo anche per la facilità con la quale è confezionato, inquadrature che si ripetono, clip riutilizzate dal primo episodio della serie e altri mille trucchetti hanno aiutato la produzione a raggiungere la ragguardevole durata di 40 minuti.
Normalmente tutte queste caratteristiche farebbero di un "anime" un prodotto scadente, degno di sbarcare su Mediaset, invece con Hinako hanno l'effetto contrario.
Un'opera confezionata in questo modo, della durata di soli quaranta minuti e per di più senza una vera e propria trama che riscuote questo successo è da encomiare.
La missione è completata insomma e qualcuno, da qualche parte, sta stappando una bottiglia di champagne. Crediamo non serva specificarlo, ma per evitare fraintendimenti lo diremo, sleeping with Hinako (da un punto di vista artistico) non dà niente.
Ma nonostante questo, esce a testa alta dalla prova, non si è mai dato come traguardo essere arte. Hinako vuole solo piacere a più otaku possibile grazie alle "doti" della sua protagonista.
E, per sfortuna o per fortuna, ci riesce alla grande!

Sleeping with Hinako Se siete maschi, single, ma soprattutto dei veri Otaku, dovete comprare Sleeping with Hinako il più presto possibile. Armatevi di senso dell'umorismo e evitate di dare baci languidi allo schermo del televisore mi raccomando!

6