Recensione Tsubasa Reservoir Chronicle

Il ritorno delle CLAMP con la serie più attesa del millennio

Articolo a cura di

Informazioni generali

Tsubasa Reservoir Chronicle è un avvincente e sapiente collage di tutte le vecchie serie dello studio delle mangaka CLAMP. Attraverso un ingegnoso gioco di rimandi e allusioni a trame e personaggi di titoli passati, questo fumetto celebra l'ormai famoso mondo creato dalle menti del celebre team. Tsubasa Reservoir Chronicle in Giappone esce settimanalmente dal maggio 2003 con la rivista Shonen Magazine edita da Kodonsha. Nel paese natale la serie ha raggiunto 24 volumi (tankobon), mentre in Italia si è giunti all'undicesima uscita a cura della casa editrice Star Comics. A questa si aggiunge anche un anime composto da due serie di 26 episodi ciascuna. In seguito sono stati prodotti un film di animazione e un OAV di 3 episodi. Tsubasa ha molte analogie e legami con gli altri titoli dello studio CLAMP, ma quello più forte è con la serie xxxHOLIC. I due manga in Giappone sono pubblicati contemporaneamente perché condividono molti momenti salienti ed avvenimenti importanti. Yuko, la padrona del negozio dei desideri di xxxHOLIC è colei che aiuta il gruppo di ragazzi nella loro ricerca delle piume di Sakura. Inoltre, Syaoran comprerà una parte della salvezza di uno dei protagonisti principali, Watanuki.


Trama

Sakura, principessa del regno di Clow, ritrova l'amico di infanzia Shaoran tornato a casa dopo aver lavorato per lungo tempo agli scavi archeologici del paese. La ragazza vorrebbe confessare finalmente il suo amore all'amico, ma viene ostacolata dal fratello, il re di Clow, che non ha mai visto di buon occhio "il moccioso". Sakura, comunque, non demorde e decide di andare a portare il pranzo a Shaoran e rivelargli che lo ama. Proprio mentre pensa tutto ciò ha la visione di uno strano simbolo e di posti da lei mai visitati. Il giorno dopo la ragazza si reca agli scavi archeologici nel deserto, il posto dove lavora il suo amato, ma inaspettatamente, tra le rovine Sakura vede lo stesso marchio della visione e cade in trance. Tocca il simbolo e si ritrova sospesa a mezz'aria circondata da ali diafane. All'improvviso viene spinta contro il muro da una forza misteriosa, ma fortunatamente viene salvata prima che fosse troppo tardi da Shaoran, che non riesce però ad impedire che le sue ali vengano spezzate e le loro piume sparse in tutte le dimensioni. Yukito, Sommo Sacerdote del regno di Clow, spiega al ragazzo cosa è successo: le ali di Sakura non erano altro che una manifestazione della sua anima e dei suoi ricordi, e senza di essi la ragazza è un involucro vuoto. Yukito decide di mandare i due ragazzi dalla Strega delle Dimensioni, Yuko, la strega dei desideri protagonista del manga xxxHOLIC. Da lei incontrano Kurogane, un ninja del Giappone antico esiliato dal suo mondo, e Fay D. Florite, un mago in fuga dalla sua patria. Tutti e 4 devono pagare un prezzo per potere avere il potere di attraversare le dimensioni: la cosa che loro considerano più importante. Il prezzo per Shaoran e Sakura è il loro rapporto: Sakura non ricorderà più il suo passato con lui. Dopo che tutto il gruppo ha accettato le condizioni, Yuko dona loro una piccola creatura bianca che ha il potere di attraversare le dimensioni, il suo nome è Mokona Madoki. Inizia così un lungo viaggio ed una grande avventura.

Disegno ed Edizione italiana

La parte grafica del manga, come tradizione dello studio CLAMP, è curatissima. I disegni dei combattimenti sono chiari ed avvincenti, contribuendo a trasmettere il pathos della storia. C'è un evoluzione nello stile, il tratto rimane elegante, ma è più pulito e semplice. La complessità del disegno però è inferiore alle serie precedenti e non tocca gli apici lirici di X. L'edizione italiana non è delle migliori, alcune battute nei dialoghi sono tolte del loro carattere espressivo originale. Inoltre, le pagine a colori dell'edizione giapponese non sono presenti. È strana questa scelta della Star Comics che differisce dalle pubblicazioni di altri manga dello stesso studio CLAMP. Il formato dei volumi è 12 cm x 18 cm, il numero delle pagine arriva a 192 e conserva la lettura originale da destra a sinistra.
Il rimando alle altre serie è in parte funzionale alla trama, ma non è necessario conoscere la storia degli altri manga disegnati dalle CLAMP perché essa ha una sua autonomia. Naturalmente, è interessante leggere in contemporanea le serie Tsubasa Reservoir Chronicle e xxxHOLIC perché si scoprono collegamenti o dietrologie interne ad avvenimenti e punti focali delle storie, non a caso in Italia i due manga sono pubblicati a mesi alterni nella stessa testata Fun della Star Comics. La storia non è ripetitiva e noiosa come può sembrare dal primo volume, ma coinvolge progressivamente andando avanti con la trama. Infatti, i personaggi si conoscono piano piano che si infittisce la storia e si scoprono segreti, talvolta oscuri. Anche in quest'ultima opera CLAMP non mancano le gag divertenti, le parti tristi e malinconiche, i momenti di azione e di violenza, gli attimi romantici e le situazioni di suspance. I personaggi attraversano vari mondi, vivono situazioni sempre molto interessanti e mai scontate. Sicuramente, infatti, è questo il punto di forza della serie: la fantasia e la capacità di creare un intreccio molto ricco e variegato. Lo spostarsi dei personaggi attraverso vari mondi permette alle autrici di dare sfoggio di grande maestria nell'immaginare avvenimenti inaspettati. Inoltre, il carattere dei protagonisti è ben sviluppato, ognuno è dotato di una profondità psicologica nata dalla storia personale e di un motore d'azione interno che li fa muovere verso determinate direzioni.

Tsubasa Reservoir Chronicle Tsubasa Reservoir Chronicle è una manga che può piacere sia a chi è abituato a leggere shoujo che agli amanti del genere shonen perché regala momenti di romanticismo e malinconia come la storia tra Sakura e Shyaoran, ma anche momenti di azione e di avventura. Forse, però, l’eccessiva ricchezza di situazioni e di episodi paralleli alla trama comporta un rallentamento dello svolgersi della storia. Inoltre, la complessità dell’intreccio e la presenza di numerosi personaggi crea a volte una certa difficoltà nella lettura. Ciò potrebbe portare a diminuire la voglia di proseguire la serie e dirigersi verso altro. Nel complesso, però, se si riesce a seguire attentamente la storia, questo è un manga che da grosse soddisfazioni perché non è mai banale e il livello di qualità è molto alto. Punta molto sul coinvolgimento emotivo derivato dalla storia d’amore tra Sakura e Shyaron e sulla simpatia che infondono Fay e Kurogane. Se avete voglia di impegnarvi in una storia lunga e appassionante, questa è la serie che fa per voi. Un manga per tutti, dagli amanti dell’azione ai romanticoni.