Recensione Witch Hunter Robin

Streghe e stregoni minacciano l'ordine costituito!

Articolo a cura di

Witch Hunter Robin

Dopo l'ottimo .Hack//Sign, Beez! importa un altro anime di qualità nel nostro paese: si tratta di Witch Hunter Robin, serie televisiva composta dagli ormai classici 26 episodi e diventata ormai di culto in Giappone.

La trama

La trama è ambientata in una Terra un po' diversa da quella che conosciamo: la tecnologia, pur simile a quella attuale, ha assunto forme ed aspetti che sanno un po' di retrò, mentre le architetture appaiono innegabilmente goticheggianti.
In questo bizzarro mondo i normali esseri umani convivono inconsapevolmente con streghe e stregoni, individui apparentemente normali, ma in realtà dotati di particolari poteri che li distinguono dalla massa.
Generalmente la loro presenza passa inosservata, ma accade anche che tali persone si facciano prendere la mano dai propri poteri, utilizzandoli per fini personali e, soprattutto, per fare del male agli altri.
Per contenere questo fenomeno, secoli fa in Italia nacque un'organizzazione, la Solomon, strettamente collegata alla Chiesa di Roma ed incaricata di tenere sotto controllo le persone dotate di poteri magici. Oggi la Solomon ha aperto sedi secondarie in tutto il mondo e può contare su un enorme database che racchiude tutti gli individui conosciuti come streghe e stregoni.
In genere l'organizzazione si limita a controllare queste persone, intervenendo solo qualora si macchino di crimini.
In Giappone alle dipendenze di Solomon opera la STNJ, un corpo di polizia specializzato nei crimini "magici"; diretto dall'inflessibile Zaizen, la squadra - piuttosto ristretta - è composta da normali esseri umani che possono però contare su una sostanza chiamato Orbo e che, una volta venuta a contatto con persone dotate di poteri magici, le neutralizza per un certo periodo.
Tuttavia la situazione è destinata a cambiare con l'arrivo di Robin, una giovane ragazza col potere della pirocinesi (è in grado di generare e controllare le fiamme): nata in Giappone ma allevata in un convento italiano, Robin deve prendere il posto di un agente caduto in missione, diventando il nuovo partner dell'ombroso Amon.
Mentre i primi episodi (diciamo quelli dei dvd 1 e 2) sono abbastanza di routine, presentando la squadra degli STNJ sempre impegnata a fronteggiare nuove minacce magiche, dal terzo dvd (l'ultimo pubblicato finora, ma ne mancano ancora tre alla conclusione) la situazione comincia a diventare più movimentata. Questo perchè i poteri di Robin fanno inevitabilmente di lei una strega, al pari delle persone a cui dà la caccia: inizialmente inconsapevole di questa implicazione, la ragazza si trova improvvisamente costretta a dover scegliere per quale delle forze in campo parteggiare e la situazione comincia a diventare parecchio pericolosa per la sua vita perchè Salomon la tiene sotto stretta sorveglianza...

I dvd

Dopo la visione dei primi tre dvd, non possiamo che dire bene di questa serie della Sunrise, che presenta animazioni di buon livello, un character design particolare ma accattivante ed una trama finora molto oscura, ma decisamente intrigante. Alla buona impressione generale che ne abbiamo ricavato contribuiscono anche le belle musiche di Toku Iwasaki ed un doppiaggio italiano nel complesso molto soddisfacente, con la Magnaghi perfetta nei panni di Robin e con l'unico neo di Luca Bottale che riesce solo in parte a caratterizzare Amon con quell'alone di mistero che lo dovrebbe contraddistinguere. L'unico problema di doppiaggio lo si rileva nella resa del termine Witch, che i giapponesi utilizzano tranquillamente per uomini e donne, mentre nella versione italiana si assiste ad un continuo - e a volte confusionario - alternarsi di "strega" e "stregone", termini se vogliamo inappropriati già ab origine visto che più che maghi, gli avversari (e la stessa Robin) sembrano piuttosto degli Esp, ognuno caratterizzato da un singolo potere.
Il dvd 9 utilizzato da Beez! consente una codifica ottimale e senza artefatti: l'immagine è nitida e la resa video più che soddisfacente. Ottime anche le tracce audio, tra le quali è inclusa anche l'originale giapponese. Niente di speciale, invece, gli extra: qualche trailer, le solite sigle e schede dei personaggi.

Witch Hunter Robin Witch Hunter Robin è una serie di qualità, forse non molto movimentata, ma con personaggi e situazioni interessanti e, almeno a partire dal terzo dvd, decisamente appassionanti e misteriose. Se la qualità dei rimanenti tre dvd si manterrà allo stesso livello, ci troveremo senz'altro di fronte ad uno dei migliori prodotti distribuiti in Italia nel 2005...

Altri contenuti per Witch Hunter Robin