Recensione X - Serie Completa

Un ragazzo, due destini, il futuro della Terra

Articolo a cura di

X - Complete Serie

Dopo il successo delle prime sperimentali Complete Series Dynit, arriva questa seconda ondata composta da Hurricane Polymar, Ranma ½ (prima stagione) e X, serie TV basata sul famoso e inconcluso manga creato dalle CLAMP.
A rendere interessante questo cofanetto, al di là delle ovvie motivazioni economiche e della qualità intrinseca dell’anime, c’è il fatto che possiede l’unica conclusione della storia di Kamui e del destino del mondo, dato che purtroppo in Giappone, per il manga, ancora pare lontano l’epilogo tanto atteso. Molte sono le voci a riguardo, alcune lamentano di problemi di alcuni membri del gruppo delle famose mangaka, altre di dissidi con la casa editrice (nello specifico la Kadokawa Shoten) che non tollererebbe il finale scritto dalle CLAMP, in quanto ritenuto troppo duro e sanguinoso; in ogni caso le notizie languono e i fan continuano ad attendere imperterriti.

Kamui e il destino del mondo

Non si può dire che, guardandola con occhi maturi, la trama brilli di originalità. La dolce Kotori e il fratello Fuma frequentano lo stesso liceo e tutto va per il meglio. Un giorno però fa ritorno Kamui, un vecchio amico d'infanzia: il suo comportamento brusco e antipatico lascia subito desumere che qualcosa in lui sia cambiato, ma non sembra disposto a parlarne. Come altri personaggi che incontrerà nei primi giorni di scuola, Kamui è dotato di poteri extrasensoriali fortissimi, capaci di distruggere tutto quello che si trova a tiro con la sola forza del pensiero. Ed è proprio grazie a questi che si sbarazzerà dei suoi primi inseguitori, dal mandante ignoto. Nonostante questo sono in molti a tenere d'occhio Kamui, in quanto in lui si cela ben altro: egli sarà infatti la chiave per decretare la salvezza o la distruzione del mondo, in una profezia mistica che coinvolge anche i sette sigilli e i sette messaggeri, rispettivamente aiutanti e nemici della missione del protagonista.
Questo l’incipit di una serie abbastanza lunga, che si snoderà tra molteplici eventi e voltafaccia, soprattutto a partire dalla seconda parte. Se inizialmente infatti quasi tutto il tempo sarà utilizzato per presentare i numerosi personaggi (tra cui spicca il protagonista, arrogante e sicuro di sé), in una specie di fase preparatoria, un colpo di scena verso metà serie decreterà un cambio di rotta che segnerà l’inizio effettivo delle ostilità e un ritmo più dinamico e improntato all’azione.
Ciononostante bisogna ammettere che non mancheranno dialoghi e momenti più dilatati, come da tipica tendenza shojo; del resto X, per quanto assuma dei connotati che lo rendano decisamente apprezzabile dal pubblico maschile, resta indissolubilmente legato allo stile delle autrici.
Molti sono i punti di forza di questa serie animata. In primis abbiamo tutta una serie di tematiche che, per quanto già viste, vengono sviluppate in maniera decisamente approfondita nei 24 episodi della serie. La stessa antitesi tra bene e male è quantomai labile, in quanto la “conservazione” per cui lottano i sette draghi del cielo viene presentata soltanto come l’alternativa al “cambiamento” dei draghi della terra, sebbene di fatto il comportamento della nemesi di Kamui lasci ben poco spazio all’incertezza. Ampio spazio viene dato anche alla lotta dei vari personaggi per sfuggire ad un destino che sembra non lasciare spazio al libero arbitrio: lo stesso protagonista è l'emblema di questo dilemma di antica origine, e i protagonisti si divideranno tra i fatalisti e quelli che desiderano nutrire la speranza che non tutto sia già stato scritto.
Come se non bastasse, in questo contesto vengono sviluppati in maniera esaustiva tutti i personaggi di entrambe le fazioni, dedicando loro abbastanza spazio da delineare delle personalità uniche e credibili; a questo scopo vengono dedicati interi episodi, senza contare l’eccezione di Subaru/Seishiro, che godono di un manga apposito (Tokyo Babilon) la cui storia viene ripresa e conclusa proprio su X.
Un mix variegato dunque, fatto di introspezione, dilemmi filosofici, sentimenti e tragedie, uniti ad un’ambientazione mistica e dominata dal buddismo esoterico che fa da sfondo a molteplici combattimenti, spesso dagli esiti sanguinosi. Sono davvero pochi gli appunti che si possono fare a X, a meno di non amare il genere e le tematiche affrontate: anche la pesantezza di alcuni dialoghi un po’ ripetitivi nel manga qui viene smussata e adattata al diverso mezzo comunicativo (benché questo non ne elimini del tutto la presenza).
Per quanto concerne il finale, onore al fatto di essere una vera conclusione, ma non si può fare a meno di notare, più che altro nelle ultimissime battute, una piccola crisi di idee e un paio di scelte quantomeno opinabili e forse in un certo modo di vedere incoerenti. In ogni caso è sempre meglio di un finale aperto, come capita ad altre serie animate prodotte prima della conclusione della controparte cartacea.
Dal punto di vista artistico, il chara design della serie ricalca in maniera abbastanza fedele quello del manga, e le animazioni si attestano su discreti livelli. Non si notano del resto cali eccessivi nella qualità nonostante la durata complessiva. Abbastanza ispirata la colonna sonora: alle buone sigle si affiancano un paio di tracce particolarmente azzeccate.

L'edizione

L’edizione DVD conserva le caratteristiche delle altre Complete Series: un digipack contiene i 4 DVD e alcune cartoline omaggio.
Il comparto video in 4:3 gode di una buona compressione e nonostante i 6 episodi a disco non si sono notati particolari artefatti, neanche nelle scene più concitate.
Per quanto concerne l’audio abbiamo giapponese 2.0 e un italiano DD 5.1. Quest’ultimo (una ricostruzione) appare di buona fattura, nonostante la multidirezionalità del suono si avverta più che altro per le musiche piuttosto che per gli effetti sonori.
Considerata l’assenza degli extra, l’ultima nota va al doppiaggio, ovviamente ripreso dalla prima edizione dell’anime e decisamente ottimo. Anche nonostante l’utilizzo di voci ben note e spesso abusate, grazie ad una buona recitazione da giustizia a tutta la drammaticità della storia e alle personalità dei protagonisti.

X - Serie Completa X è senza dubbio un’ottima serie TV, che riesce a conglomerare molteplici fattori, rendendola adatta ad un pubblico decisamente vasto. Certo possiede qualche problema minore, come la citata questione del finale o il cambio troppo netto di personalità del protagonista durante l’evolversi delle vicende, ma nel complesso non possiamo che promuoverla. Pertanto, vista l’edizione in esame, che abbassa il prezzo totale senza grossi compromessi in termini di qualità tecnica, non possiamo che consigliarne caldamente l’acquisto.