Speciale La leggenda di Hokuto DVD - Presentazione ufficiale

Reportage sull'evento Yamato/Dolmen

Articolo a cura di

Sabato 12 ore 14.30.
Tutti presso l'oramai famoso Yamato Shop per la presentazione del secondo film del nuovo corso di quel personaggio che rappresenta probabilmente l'icona degli anni '80 e '90: Ken il Guerriero.

Il primo film di Ken, "La Leggenda di Hokuto", ha ottenuto quest'anno a Luglio nelle sale cinematografiche nostrane un dignitoso successo, specie se si considera che da noi, le produzioni animate made in Jap non riscuotono sul grande schermo quando gli spetterebbe di diritto sulla falsa riga di quanto accade in Giappone.

La leggenda di Hokuto rappresenta il remake della saga delle stelle di Nanto, ed in particolare dello scontro tra Ken e il sacro imperatore Southern. Nel lungometraggio, l'attenzione si concentra su Raoul, il maggiore dei tre fratelli di Hokuto, lanciato nella sua corsa alla conquista del potere. In questa versione per il grande schermo, sarà finalmente mostrato al pubblico il profondo amore che costituisce le radici stesse della volontà di dominio che muove ogni piano del Re di Hokuto, nonchè il suo timore latente per il fratello minore, il solo uomo capace di separarlo dalla conquista del cielo. Il Sacro Imperatore Southern/Sauzer, Pugno della Fenice di Nanto, domina le genti con la violenza e intende conquistare il mondo. A testimonianza della sua crudeltà, Southern ha deciso di erigere il Mausoleo a Croce del Sacro Imperatore, simbolo del suo potere: per realizzare questa gigantesca costruzione ha dato il via a una spietata caccia: i bambini sono impiegati nella realizzazione del suo folle progetto autocelebrativo. Ad osteggiare Sauzer ci sarà anche Shu, guidato dalla Stella della Benevolenza. Oltre a essere un valoroso guerriero della Scuola di Nanto, è anche colui che in passato ha salvato la vita a Kenshiro durante la famosa selezione del successore di Hokuto, costretto a lottare contro dieci guerrieri di Nanto designati, presente anche nel manga. Shu, nel tentativo di bloccare la costruzione del Mausoleo e rimettere ordine nelle fila di Nanto ormai nel caos, organizzerà una vera e propria resistenza, ponendo ogni sua speranze per il futuro nelle mani dell'uomo di Hokuto.
Il leggendario combattimento tra Kenshiro e Suthern ai piedi del mausoleo di Nanto è oramai leggenda ed è riproposto in questo lungometraggio con un’animazione di altissima qualità, accompagnato da effetti sonori più realistici e suggestivi.

I film di Hokuto no ken in totale saranno quattro: il primo già menzionato, visto nelle sale a luglio, a cui faranno seguito il secondo film della saga, "La Leggenda di Giulia" che uscirà solo per l' home video assieme all'ultimo lungometraggio non ancora annunciato, e a "La leggenda di Raul" (titolo provvisorio) che invece seguirà il predecessore nei cinema italiani in primavera.

Il secondo capitolo della saga creata da Tetsuo Hara e Buronson e diretto da Hidehito Ueda narra le gesta della bella Julia, innamorata di Kenshiro e rapita dal perfido Shin, assetato di potere. Esattamente come narrato nel manga e nella serie originale, dopo aver compreso il vero destino che la attende, ovvero diventare l’ultimo guerriero della scuola di Nanto, Julia verrà lasciata libera da Shin che deciderà di permetterle di compiere il proprio destino in nome delle stelle di Nanto e ricongiungersi indi con Kenshiro. Ma gli scontri per l’ottenimento del potere tra Southern e Ken proseguiranno fino ad arrivare ad un sorprendente epilogo.

Il direttore del doppiaggio Aldo Stella ci ha fornito importanti informazioni e curiosità sul come si è svolta la selezione dei doppiatori, tra i quali spicca Lorenzo Scattorin, nuova viva voce del buon Ken, ma anche Ivo De Palma, già presente in passato sul nostro forum e icona storica del doppiaggio anime made in Italy grazie a Pegasus de "I cavalieri dello zodiaco".
Interessante soprattutto la cronistoria del mitico "Uatattatatatatatatta...A-TAAAA!".
Il doppiatore originale dell'oramai indimenticabile marchio di fabbrica del guerriero di Hokuto, fece il suo ingresso nel mondo degli anime solo come interfaccia audio dei famigerati urli di Ken (e non solo).
Una volta chiamato ad interpretare Kasumi, costretto ad abbassare di 1/8 la sua voce originale, la produzione chiese allo stesso Testuo Hara, creatore di Hokuto No Ken di campionare le scene di combattimento.
Risultato: il famoso "uattatattatatata...a-taaaa" in Italia è stato realizzato in falsetto senza perdere per giunta alcunchè rispetto all'anime e al doppiatore originale giapponese.

Cè da dire che l'impegno profuso sia da DolmenHV che da Mikado nonché dall'intramontabile Yamato Video ha sicuramente scosso i fan nonostante gli immancabili confronti col doppiaggio originale, che come lo stesso Stella ha ricordato ad oggi risulterebbe comunque non solo obsoleto man anche impraticabile.

Non ci resta che prenotare un posto in prima fila per questa primavera 2009 che ci regalerà un'altra perla della saga del guerriero piu' famoso della storia e sbirciare con ansia le prossime pubblicazioni Yamato Video!

Si ringrazia Jacopo Sgroi della DolmenHV e lo staff Yamato Video per il servizio.