Speciale MTV Anime Week 2005

La guida per non perdere nessun anime del MTV Anime Week 2005. DA Capitan Harlock a Ken il Guerriero, passando per produzioni più particolari.

Articolo a cura di

MTV Anime Week

Vi siete persi qualche episodio? Siete curiosi di sapere qual'è l'impressione generale delle nuove proposte di questa settimana? Niente paura, Animeye è qui per voi: non potevamo mancare nel farvi un sunto omnicomprensivo di questa (per certi versi estenuante) settimana dedicata all'animazione giapponese.
Di seguito troverete le nostre impressioni su tutti e quaranta i titoli proposti, e delle considerazioni generali sia sull'iniziativa in sé che sul futuro che ci aspetta in quanto appassionati. Inoltre, sui titoli già recensiti, troverete anche il link dell'articolo relativo. Buona lettura!

Lunedi 5/9

ore 15:00
Capitan Harlock SSX

(Serie in 42 ep, Doppiata)



Mito incontrastato dell'infanzia di molti di noi, e simbolo della libertà per un'intera generazione, Capitan Harlock è colui che ha ricevuto il compito di aprire la MtvAnime Week, e l'ha fatto con stile. Dal genio di Leiji Matsumoto ecco il ritorno di una serie tanto famosa quanto amata, per i suoi personaggi e per la sua storia. Lasciando un attimo da parte le lodi e le reminescenze, vediamo di dare qualche informazione per i profani o per chi si è perso questo episodio.
Puntata molto "di presentazione", quella di questa serie, sottotitolata "SSX" e che viene presentata doppiata in italiano. Gli umani sono sotto il dominio di una razza aliena che li costringe a vivere nella povertà. L'unico baluardo di speranza è rappresentato dal Capitano Harlock e dalla sua (splendida) astronave Arcadia che viene ovviamente considerato un criminale dal governo corrente e su cui grava un'altissima taglia. Proprio per questo molti, spinti dalla povertà, provano a catturarlo, ovviamente senza esito. Tra questi il comprimario di questo episodio, un ragazzino, proverà a combattere con Harlock, per poi finire ad arruolarsi nella sua ciurma, e partire insieme, sbaragliando le navi nemiche, verso l'infinito.




ore 00:00
XX Angel Rabbie

(OAV singolo, Sottotitolato)



Pianeta Terra. Periodo Imprecisato del futuro.
La Grande Guerra Magica, il conflitto che ha messo in ginocchio il pianeta, è ormai molto al di là della memoria di chiunque, e la razza umana è ridiscesa in una sorta di ambiguo medioevo... ma in una base spaziale orbitante attorno al pianeta ha sede una sorta di associazione, creata per eliminare le cause di infelicità dei sopravvissuti, grazie all'invio degli "Angeli", graziose ragazze capaci di usare una scienza talmente avanzata da essere simile alla magia.
E' qui che entra in scena Lasty Farson, un Angelo in prova, straordinariamente maldestra e terribilmente sfortunata; verrà inviata sulla Terra per la prova pratica del suo esame, prima di diventare un Angelo a tutti gli effetti.
Spettacolo ricco di gag e con alcuni spunti interessanti, ma non riesce proprio ad attrarre l'attenzione tanto da risultare appassionante.




ore 00:30
Pretear

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Questa invece è una serie decisamente tesa al sentimento e all'azione... questa inusuale dicotomia è giustificata dall'accostamento del genere delle "maghette" in stile Sailor Moon, a una storia molto curata e, anche se classica, ancora interessante: quella di Cenerentola...
Himeno Awayuki è orfana di madre e recentemente il padre si è risposato con una donna che gli ha portato in casa le due figlie; da queste tre Himeno viene terribilmente osteggiata non appena il padre volta le spalle, mentre sono tutte ricolme di sorrisi e attenzioni quando lui si trova lì...
Un giorno riceve però una strana notizia da sette tipi del tutto fuori dall'ordinario, che spaziano da un paffutello bimbo biondo a un alto e tenebroso uomo con l'aria di chi si è già annoiato del mondo; secondo loro lei sarebbe Pretear, la combattente destinata a salvare il mondo dalla rovina e dalla distruzione.
Ovviamente Himeno non li prende sul serio, già impensierita dalle proprie preoccupazioni, ma l'arrivo di un terrificante mostro la costringerà ben presto a cambiare idea...

Martedì 6/9

ore 15:00
I cinque samurai

(Miniserie OAV, Doppiata)



L' episodio dei 5 Samurai visto durante l' Mtv Anime Week appartiene alla seconda delle tre serie di OAV dedicate a questi personaggi.
La serie, composta da 4 episodi, è conosciuta come "La leggenda dell'imperatore splendente", di cui la puntata "Mukala del sole" è solo l'inizio; Yamato video ha infatti deciso di presentarci solo questo episodio tra i vari disponibili appartenenti a queste serie.
Prodotti dalla Sunrise (Daitarn 3, Gundam, Inunyasha) come antagonisti alla serie di "ragazzi in armatura" per eccellenza, "I cavalieri dello zodiaco" della rivale Toei, I 5 Samurai nascono anche come sfida tra 2 colossi di giocattoli, La Bandai per i Cavalieri dello Zodiaco e la Takara per I Cinque Samurai.
Giunti alla fine degli anni '80, a serie ormai concluse, si decise, ancora una volta con un percorso analogo, di "spremere" i brand con alcuni OAV... l'ultimo, poco ispirato, rantolo di vita, più che un apprezzabile canto del cigno.
Se è vero però che entrambe le serie non produssero nulla di buono sul piano della storia, almeno gli OAV dei Cinque Samurai poterono fregiarsi di una buona realizzazione tecnica....
Questa la trama intravista in questo OAV:
I nostri eroi si stanno godendo un meritato riposo, riappropriandosi di quella normalità a cui erano stati strappati dalle precedenti battaglie, quando, improvvisamente, il centro di Tokyo si trasforma in una giungla tropicale...
Miraggio o realtà?
Ryo (il fuoco), che si trovava casualmente(?) lì, scorge una misteriosa figura avvicinarsi; la sua forza è tale da spaccare i grattacieli, la sua agilità sfugge al normale occhio umano. Dopo aver indossato le armature però, quando anche gli altri samurai si stavano unendo alla battaglia, con vari tentennamenti da parte del pacifico e pensieroso samurai dell'acqua, il misterioso guerriero evoca, di fronte agli esterrefatti Samurai, un'armatura del tutto identica a quella dell'Imperatore Splendente, identica in tutto, ma di colore nero...
Le 3 serie OAV, raggruppate in altrettanti DVD, sono già disponibili nel catalogo Yamato Video per 25 € a disco.

ore 22:30
Ken il guerriero - La trilogia, I

(Miniserie OAV, Doppiata)


Ennesima produzione legata a Hokuto no Ken, questa miniserie di 3 OAV è ispirata al romanzo e distribuita da Shin Vision in DVD. Il nostro Ken, in completa solitudine, sgomina la classica banda di briganti e fa la conoscenza di Tobi, ragazzo che sarà destinato ad aiutare. Destinata a deludere più o meno tutti, resta comunque una delle serie più attese della settimana.

ore 00:00
Lei, l'arma finale

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Ennesima produzione del famigerato studio Gonzo: stavolta tocca a Lei, l'arma finale, catastrofico anime conosciuto come "Saikano". Il charadesign particolare e la storia catastrofica lo rendono forse non adatto a tutti, ma tra i tanti otaku dell'Anime Week è sicuramente uno dei più attesi.
Shuji e Chise sono due normali liceali che vivono la loro tranquilla realtà amorosa. L'inizio è quello tipico della commedia scolastica, anzi di uno shojo in piena regola, con gag e tante situazioni condite da faccine perennemente imbarazzate e superdeformed, peccato che nasconde ben altro: i due si troveranno coinvolti in una storia più grande della loro: una guerra. E purtroppo Chise ne è coinvolta in prima persona: è difatti diventata l'Arma finale.
Ottima scelta per MTV quella di proporre anche questo anime davvero coinvolgente. I pareri però si divideranno in una sottile linea "Odi et Amo". Riuscirà quest'anime a superare i difetti del manga? Probabilmente sì, considerando che sono solo 13 episodi. Un anime estremamente drammatico che vedrà come protagonisti i sentimenti di Shuji e Chise di fronte alla guerra e il problema della loro relazione.




ore 00:30
Texhnolyze

(Serie in 22 ep, Sottotitolata)



Un primo episodio abbastanza anomalo ci mostra una nuova interessante serie. A conferma di tutto ciò il fatto che per gran parte del tempo ci troviamo di fronte ad un atmosfera cupa, un silenzio quasi irreale condito dai rumori delle scene e praticamente pochissimo dialogo. Da questo primo episodio si capisce come sia un intreccio di vite, ambientato a Ryukiusu, una città dove violenza e disperazione la fanno da padrone: un ragazzo pugile che vien pagato per una prestazione sessuale da una donna con un braccio meccanico, che subito lo ferisce. Motivazioni? Da non ricercare in questo assurdo primo episodio.
Un anime davvero particolare, forse un esperimento, che potrebbe colpire per via delle animazioni veloci, dell'estremo ermetismo che viene a galla durante l'episodio. Un primo episodio forse troppo confusionario, forse troppo, tanto che ha annoiato facilmente. Una serie che alla lontana ha ricordato le atmosfere di Serial Experiments Lain ma del resto ne condivide l'autore. Decisamente criptico come presentazione.
Una serie decisamente di scommessa per un genere non ben definito. Chi lo seguirà?

Mercoledi 7/9

ore 15:00
Record Of Lodoss War

(Serie OAV in 13 ep, Doppiata)



Due sono i generi narrativi nati e diventati famosi, soprattutto tra i ragazzi, nel ‘900: la Fantascienza e il Fantasy. A margine del Fantasy poi, negli anni '80, nasce il gioco di ruolo americano per eccellenza, D&D ovvero Dungeons & Dragons.
Attorno a questo "fenomeno" spuntano molti prodotti collaterali, come i romanzi di D&D; la saga più vecchia e famosa ispirata a quell'universo in Giappone era, e forse è, quella di Record of Lodoss War, creata dall'ex giocatore e "master" Ryo Mizuno.
Sul finire degli anni '80 il successo di quei romanzi fu tale da spingere la KADOKAWA SHOTEN, assieme alla TBS a produrre una serie animata, curata dallo stesso Mizuno, in cui trasporre quel successo; venne scelta la strada dei video per il solo Home Video (OAV), che ne garantivano una fattura superiore, e la realizzazione venne affidata al giovane ma già famoso studio MAD HOUSE.
La serie, composta da 13 episodi, vantava i nomi famosi, o destinati ad esserlo, di Yutaka Izubuchi come designer preliminare, Nobuteru Yuki come Character design e supervisore delle animazioni, coadiuvato, soprattutto negli ultimi 5 episodi, da Satoshi Urushiara. Venne prodotta tra il 1990 e 1992, il che spiega la disparità tecnica che intercorre tra il primo e l'ultimo episodio; altre cose ispirate a quell'universo sono state realizzate dopo quella mitica serie, ma forse mai più con un mix egualmente riuscito.
L'episodio che i telespettatori italiani hanno avuto modo di vedere appartiene a quella prima, storica, serie. Era la prima puntata, ma potrebbero non aver avuto questa impressione: la storia infatti non si apriva con l'allora ancora abbastanza usuale inizio cronologico ed esplicativo, ma, in stile con le cose più all'avanguardia, con un episodio dal team (chierico, mago, guerriero, elfo, nano) già formato e pronto all'azione; è invece il secondo episodio il vero inizio cronologico....
La serie venne importata in Italia da Yamato Video nel lontano '96 è poi stata riproposta in un cofanetto da due DVD, dalla discreta fattura, a 39,99 €.
Consigliato a tutti gli amanti del Fantasy più tradizionale, ma anche agli amanti delle pietre miliari dell'animazione giapponese.

ore 22:30
Ken il guerriero - La trilogia, II

(Miniserie OAV, Doppiata)



Continua la saga di Ken il Guerriero, dopo un inizio incerto. Mentre Ken è alla ricerca della medicina per Bista, molti tumulti scoppiano in città, dove farà ingresso il grande antagonista della serie.




ore 0:00
Gunslinger Girl

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Bambine che uccidono con mitra, pistole e sempre a sangue freddo. L'inizio di questa serie mette subito in luce che si tratta di qualcosa di particolare e con temi probabilmente profondi e maturi. Sin dall'infanzia sono preparate professionalmente a diventare delle killer professioniste, ma hanno subito un lavaggio del cervello che gli ha impedito di avere una coscienza propria e di comprendere quindi cosa stanno facendo. Le protagoniste sono tre ragazze che hanno avuto un'infanzia problematica e da questa organizzazione per cui lavorano sono state fornite di un corpo meccanico. Ma cosa si cela dietro a questi intrighi? E' veramente un Ente benefico? I dubbi che vengono introdotti in questo primo episodio ci mostrano che potrebbe essere davvero una serie di buona qualità.
Per ora possiamo dire che con un buon ritmo e delle scene d'azione coinvolgenti Gunslinger Girl è iniziato senz'altro bene. Tra le proposte Shin Vision sicuramente una delle migliori. Un'ultima menzione positiva è sicuramente il fatto che sia ambientato in Italia, magari qualche "nome" potrebbe far storcere il naso, ma nel complesso questo primo episodio si è rivelato più che interessante.




ore 0:30
Heat Guy-J

(Serie in 25 ep, Sottotitolata)



In una delle ultime città rimaste sul pianeta, Judo (costruita sopra il mare), una squadra speciale composta da tre elementi deve vigilare per la prevenzione dei crimini nella zona più malfamata. Oltre ad Kyoko (che è un po' la segretaria del gruppo), Daisuke Aurora può contare su J, l'unico androide permesso nella città e che grazie alle sue grandi capacità si rivela chiave nei vari casi.
Serie poliziesca a cui si mescolano elementi di fantascienza, questo Heat Guy J non stupisce per il character design, nè per l'originalità della trama, ma riesce comunque a coinvolgere con una storia abbastanza interessante e qualche bell'effetto durante i combattimenti. L'uso della CG mi è parso ben dosato, e nel complesso, nonostante non si tratti certo di nulla di eclatante, questo Heat Guy J pare avere qualche buona carta da giocare.

Giovedi 8/9

ore 15:00
Due Come Noi

(Serie in 10 ep, Doppiata)



Tra tanti anime nuovi, MTV propone anche questa vecchia gloria dello Studio Pierrot, edito da anni in Italia tramite VHS Yamato Video (i dvd sono abbastanza recenti).
"Kyo kara ore wa" (Da oggi io), narra le avventure di Ito e Mitsuashi, due ragazzi che, al momento di cambiare scuola, decidono anche di cambiare vita. Toltisi i panni dei bravi ragazzi, i due cominciano la scalata al mondo del teppismo scolastico: Mitsuashi si tinge i capelli, Ito assume un improponibile look da porcospino, e i due, dapprima nemici, presto si coalizzeranno per suonarle di santa ragione a tutti i teppisti del Giappone!
Comicità sfrenata e botte da orbi in una serie di OAV che è per molti un culto, grazie ai divertentissimi personaggi, al contrasto tra la nobiltà d'animo di Ito e la terrificante bastardaggine di Mitsuashi, e alle spassosissime gag (epiche quella del treno e quella dell'estintore, vedere per credere). Un po' spigoloso ma godibilissimo il design, buoni disegni e animazioni, mitica la sigla di chiusura.
Forse non da possedere, ma sicuramente da vedere almeno una volta nella vita!




ore 21:00
Rahxephon

(Serie in 26 ep, Doppiata)



Lo si potrebbe definire "il primogenito di Evangelion".
Se è vero che il capolavoro Gainax ha aperto una nuova era per l'animazione, è altrettanto vero che il più ispirato dei suoi successori è questo RahXephon: un anime robotico che non è robotico, fitto di misteri, con personaggi curatissimi psicologicamente e una colonna sonora strepitosa.
Ayato Kamina è il solito studente che si ritrova presto in una situazione molto più grande di lui, scatenata dall'attacco di Tokio da parte di esseri dall'ignota provenienza. La fuga disperata lo porterà, alla fine del primo episodio, in un luogo chiamato "Tempio di Xephon", dove un enorme robot antropomorfo (divinità? alieno?) lo attende.
Giudizio sicuramente positivo per questo anime edito (seppur con lentezza) da ShinVision.

ore 21:30
Giant Robo

(Serie in 7 ep, Doppiata)



L'Anime Week è l'occasione per rispolverare una vecchia conoscenza degli animefan italiani: quel Giant Robot, maestosa opera tratta dai personaggi di Mitsuteru Yokoama, che è già stato edito da noi tramite Granata prima e Dynamic Italia poi. Stavolta è Shin Vision a detenere i diritti del mastodontico Robot e, in attesa dei dvd con il nuovo doppiaggio, durante l'Anime Week abbiamo potuto gustare il 4° episodio della serie. Ma di cosa tratta Giant Robo?
Tutte le risposte nello speciale di Animeye!

ore 22:00
Night Warrior's Darkstalkers Revenge

(Miniserie in 4 OAV, Doppiata)



Anime tratto dall'omonimo videogioco Capcom/Amuse, Night Warriors: Darkstalkers' Revenge e stato realizzato da Mad House, animatori di Steamboy e di Tokyo Godfather, con la regia di Satoshi Ikeda e con il character design di Shuko Murase (Gundam W, Argento Soma); giunto in Italia anni or sono in VHS per Dynamic, Night Warriors: Darkstalkers' Revenge viene oggi riproposto in DVD ad opera di Shin Vision.
Esiliato dal Regno delle Tenebre, il potente vampiro Demitri Maximoff arriva sul Mondo Umano, e, chiamando a raccolta una fitta coltre di nubi, oscura per sempre il Sole. Venti anni dopo quel giorno gli esseri umani sono costretti a vivere nell'oscurità e nel terrore, in un mondo sempre più dominato dalle creature delle tenebre. Mentre Demitri mira alla vendetta sul regno delle Tenebre, dove lo attende lo scontro con la sensuale Morrigan Aenslead, un uomo solitario, un cacciatore delle tenebre dai grandi e misteriosi poteri, si muove silenzioso ed implacabile sul tormentato mondo umano, determinato a debellare una volta per tutte l'oscurità: è Donovan Baine, il Vampire Hunter...
L'anime nonostante animazioni di discreta fattura, pecca proprio per la pessima caratterizzazione dei personaggi e per la totale assenza di una trama, per ridursi ad un mero picchia-picchia, dove scontri senza senso si susseguono in continuazione. Un vero peccato considerata la ben diversa realizzazione di altri anime ispirati a serie Capcom, primo tra tutti Street Fighter II Victory.

ore 22:30
Ken il guerriero - La trilogia, III

(Miniserie OAV, Doppiata)



Ultimo appuntamento con Ken il Guerriero, almeno per questa settimana. La situazione precipita e il successore della scuola di Hokuto è costretto ancora una volta a risolvere la situazione. Probabilmente il peggiore della trilogia, questa ultima puntata colleziona diverse cadute di stile che rendono l'intera miniserie la classica occasione sprecata.




ore 0:00
Arjuna, la ragazza terra

(Serie in 12 ep, Sottotitolata)



Juna è una normale sedicenne con una passione preponderante: il tiro con l'arco. Tutto normale finché non ha un brutto incidente e muore. Inizio particolarmente stravolgente, difatti la sua anima si stacca dal corpo e inizia un misterioso viaggio. La Terra è in preda alla distruzione, quasi uno scenario da fine del mondo e Juna viene investita da un misterioso compagno di viaggio dai poteri in grado di salvare la terra. Juna, strappata a forza dai suoi cari, deve ora farsi coraggio e affrontare questa grande missione: solo sconfiggendo delle strane entità riuscirà a donare un futuro al suo pianeta; in cambio gli spiriti che le hanno concesso quest'opportunità le ridaranno la vita. La prima impressione è abbastanza confusa, un anime che ricerca l'unione tra i personaggi e la Terra, spesso in maniera visionaria.
Tecnicamente Arjuna è senza dubbio curato e ben animato, ma il mix tra Computer Graphic e animazione classica non sia dei migliori. Peccato perché le animazioni classiche son parse veramente buone. Ispirate le musiche che accompagnano l'azione nei momenti giusti. In definitiva un anime che presenta delle potenzialità, ma con un episodio solo è difficile dire di più.




ore 0:30
L/R - Licensed by Royalties

(Serie in 12 ep, Sottotitolata)



Jack Hofner e Rowe Rickenbacker sono due membri della L/R, una agenzia speciale del regno di Ishtar incaricata di recuperare i tesori del Museo Reale. Lo scopo della L/R (Licensed by Royal) è evitare che la fuga di tali reperti possa nuocere all'immagine della famiglia reale. Nell'episodio andato in onda in versione sottotitolata, i due agenti sono chiamati a recuperare un artefatto denominato "il piede di sirena" dal professor Freud, mercante d'arte, arricchitosi con la vendita di questi reperti trafugati dal museo. Scoperto, il professore cerca di opporre resistenza, inscenando dapprima la rapina del reperto e quindi ricorrendo a Linda, una guardia del corpo che ingaggia un feroce duello a bordo di un dirigibile con Rowe.
Musiche davvero splendide e una atmosfera spensierata simil cowboybebopiana sono le caratteristiche di questa serie animata di 13 episodi realizzata da Pioneer Animation ed edita in Italia da Shin Vision.
Il primo episodio non colpisce particolarmente ma tutto sommato non dispiace neanche, vuoi per l'ottima animazione, vuoi per il comparto audio molto curato.
Peccato solamente che non sia ancora stata doppiata, speriamo che Shin Vision riesca in tempi brevi a presentare il prodotto nelle fumetterie italiane.

Venerdi 9/9


ore 22:30
Dna2

(Serie in 15 ep, Doppiata)



Ecco finalmente su MTV anche la curiosa serie di Masakatsu Katsura, tanto criticata da alcuni, elogiata da altri e semplicemente ignorata dai più... è una serie un po' ambigua, sia come genere che come finale, l'unica cosa certa è che la sua precipitosa fine fu determinata da un'affossamento dell'appoggio dei fan.
Per saperne di più cliccate sulla recensione!




ore 23:00
Burn up excess

(Serie in 13 ep, Doppiata)



Ecco a voi una serie allegra e assolutamente non seria, fatta per accontentare chi vorrebbe semplicemente vedere qualcosa in TV e farsi quattro risate senza lambiccarsi il cervello con strane teorie scientifiche, poteri speciali e simili...
La trama di questo anime straordinariamente leggero in quanto a tematiche, è presto fatta: Rio è una bella poliziotta spendacciona e perennemente coperta dai debiti per ciò che non si trattiene dal riuscire a comprare... per questo motivo è sempre ansiosa di accettare le più strane e astruse missioni ad altro rischio che le vengono propinate (ovviamente dietro promessa di un lauto compenso), accompagnata da una mandria di singolari personaggi che, a scanso di equivoci, possono essere definiti uno più pazzo dell'altro.
Serie divertente, moderatamente interessante e assolutamente provocante, non adatta a chi manca di senso dell'ironia...




ore 23:30
Le bizzarre avventure di Jojo

(Serie OAV, Doppiata)



La geniale opera di Hiroiko Araki non poteva mancare a dare il suo contributo all'Anime Night: l'unica saga generazionale dei manga, nella sua versione animata (7 dvd da Yamato Video), rappresenta bene lo spirito bizzarro e singolare della serie.
Anche se l'anime è un po' da tutti riconosciuto come inferiore al manga, è difficile non esaltarsi con le gesta di Jotaro Kujo, protagonista di questi OAV. Per saperne di più, l'immancabile recensione by Animeye (potevamo non averne una?).




ore 0:00
Godanner

(Serie, Sottotitolata)



Siamo in un futuro prossimo, dove l'umanità è costretta a combattere contro strane entità aliene, giganti che distruggono le città e massacrano la popolazione; per fronteggiarli sono stati costruiti dei giganteschi robot dotati di tutte le tecnologie all'avanguardia... Nella grande battaglia finale, in una città semidistrutta, uno di questi mecha, pesantemente danneggiato, salva da morte certa una ragazzina caduta da un elicottero in volo, per poi rigettarsi nella mischia e distruggere il "capo" delle creature.
Sono ora passati cinque anni da quel giorno, e ritroviamo il pilota di quel robot Saruwatari Goo e la ragazzina, ormai maggiorenne, Aoi Anna in chiesa, dove stanno per essere congiunti in matrimonio... le creature, dopo la grande sconfitta del loro capo si sono disperse per il globo e ogni tanto si riavvicinano alle città, cercando di distruggerle.
Accade che, esattamente durante la cerimonia di matrimonio, uno dei robot stia attaccando il Crab Mariner (così lo chiamano) che si stava avvicinando alla città, ed è in seria difficoltà; Goo riceve quindi una tempestiva chiamata che lo richiama alla base... seguirà una battaglia mozzafiato con un finale classico, ma che all'ultimo momento aprirà tutta una serie di incognite inquietanti.
Per concludere, è un anime appartenente al ben più che collaudato filone dei "robottoni", ammiccante e che, sebbene nel primo episodio non faccia troppo sfoggio di eccessiva qualità a livello di trama (mentre la qualità grafica e sonora sono più che buone), sembra promettere bene per il futuro.




ore 0:30
Please* Teacher

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Come reagirebbe un normale ragazzo delle superiori se, a un certo punto, il sua anziano professore desse misteriosamente le dimissioni e fosse rimpiazzato da una giovane, bella, disponibile e insicura professoressa, alla sua prima esperienza lavorativa? E se poi scoprisse che in realtà questa singolare docente non è altri che un'aliena arrivata con non ben precisati intenti?
E' quello che succede al giovane Kei Kusanagi quando arriva ad incontrare la professoressa Mizuho Kazami...
Ma il ragazzo ha un'altra particolarità: infatti pare che, in situazioni di forte stress o depressione il suo cervello vada "in fase di stasi" (così dice lui), in pratica si spegne... e questo porta a tutta una serie di strane situazioni, anche piuttosto bizzarre, che unite all'inaspettata natura della docente (che pare molto attirata da questo strano terrestre) porta a congiunture ben curiose...
Un anime allegro e ammiccante, che nonostante tutto però non promette molto, a giudicare dalla prima puntata; va comunque detto che ha gli elementi necessari per riprendersi, da una singola puntata non si può giudicare l'intera serie...




ore 1:00
Gunparade March

(Serie in 12 ep, Sottotitolata)



Tatto da un Videogame per PS2, l'anime di GPM, ugualmente prodotto da Sony, ci mostra un universo alternativo dove la Seconda Guerra Mondiale è stata bruscamente interrotta da un'invasione aliena, che ha decimato gli abitanti della terra. A tutt'"Oggi" si continua a combattere per poter sopravvivere.
Lo spreco di vite umane è talmente alto da rendere necessario reclutare studenti di liceo e mandarli al fronte.
Tra loro ci sono i ragazzi del plotone 5121, che alla guida di potenti mech chiamati Humanoid Walking Tanks combattono una lotta impari per difendere il nostro futuro!
Dallo staff dell'anime segnaliamo che l'autrice della colonna sonora è la celebre Kawai Kenji.
E' sempre difficile giudicare da una sola puntata, ma le atmosfere e la realizzazione tecnica di questo primo episodio, in realtà un po' troppo criptico per permettere di farsi una chiara idea, ci hanno favorevolmente impressionato. Quasi discreto con beneficio di inventario.




ore 1:30
Mirage of Blaze

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Tratto dall'omonima saga di romanzi fantasy-storico, di culto in Giappone, Mirage of Blaze è un'opera colossale realizzata nell'arco di 13 anni e mezzo in oltre 40 volumi.
Anche la versione animata ha goduto di un grande successo in Giappone, merito probabilmente della realizzazione affidata al celebre studio Mad House. Nello staff si ricordano personaggi come Hiroko Tokita, conosciuta per le sue regie e sceneggiature in serie di grande rilievo come Touch , YAWARA!, Gli eredi del buio e Nazca.
La trama, questa volta non "presto detta", inizia con l'incontro di Ougi Takaya, un comune studente delle superiori, la cui vita viene completamente stravolta nel momento in cui gli viene rivelato di essere Uesugi Kagetora, il figlio adottivo del daimyo Uesugi Kenshin, che 400 anni prima gli ha affidato il compito di combattere contro gli on'ryou (spiriti carichi di risentimento) che vagano sulla terra cercando vendetta per le sconfitte subite in passato.
Si scatenerà così una vera e propria guerra, combattuta all'oscuro degli esseri umani, intenti a vivere il presente dimentichi della storia che ha fatto di loro ciò che sono.
Da segnalare le musiche, capaci di creare le atmosfere più appropriate.
Un solo episodio sembra davvero troppo poco per giudicare questa serie, di cui anche la versione animata non è che una piccola parte dei racconti. La realizzazione tecnica è senza dubbio buona. Sembra somigliare molto, anche nello stile un po' shojo, ad X delle Clamp. Sicuramente un prodotto non per tutti.

Sabato 10/9


ore 14:00
Abenobashi

(Serie in 13 ep, Doppiata)



Abenobashi, il quartiere della magia! Le bizzarre avventure di due poveri ragazzini a spasso (loro malgrado) attraverso un'infinità di realtà parallele... che altro dire se non, buona lettura?




ore 14:30
Cowboy Bebop

(Serie in 26 ep, Doppiata)



Ed ecco, immancabile in questo MTV Anime Week, anche il campione indiscusso degli indici d'ascolto degli anime di MTV, ovvero Cowboy Bebop. Ci vedremo così di nuovo alle prese con l'astronave Bebop e il suo scalcinato equipaggio di cacciatori di taglie, in uno sfarzo di incredibili colpi di scena e musiche stupende!
Per saperne di più, rimandiamo al nostro Speciale.




ore 19:00
.Hack//Sign

(Serie in 26 ep, Doppiata)



Importato in Italia da Beez/Terminal Video, anche l'anime più soporifero della storia è protagonista della sfilata di MTV. Qualitativamente ineccepibile, .Hack//Sign ha il grande difetto, alla lunga, di essere eccessivamente lento e noioso. Prendete quindi con le pinze la recensione del primo dvd: .Hack//Sign è un bell'anime, se preso a piccole dosi e accompagnato da (tanta) caffeina.




ore 19:30
Street Fighter II Victory

(Serie in 29 ep, Doppiata)



Un anime già conosciuto per i fans italiani. Controparte del famoso videogioco picchiaduro è andato in onda tutta la serie tempo fa, quindi nessuna sorpresa.
Il primo episodio di questo speciale (che riassume la serie) ci presenta subito Ken e Ryu che si incontrano dopo circa 2 anni. Subito un bel combattimento di riscaldamento e poi a divertirsi con i soldi di Ken in città. E subito i primi "casini": Ken provoca una rissa in un bar e quindi i due giovani amici si trovano a sperimentare le arti marziali per cui duramente hanno sudato, ovviamente con successo... ma finché sono teppistelli. La serata si movimenta e diventa divertente quando arriva il sergente Guile, altro fighter fortissimo che in pochi secondi mette KO il prode Ryu. L'inizio di Street Fighter è decisamente esaltante, ovviamente la trama non è delle migliori poiché preso da un picchiaduro, ma ci saranno diversi momenti che meriteranno la visione della serie intera.
La scoperta dell'Hado, gli allenamenti e soprattutto i bellissimi combattimenti a cui parteciperanno Ryu e Ken. Dopo la sconfitta con Guile infatti partiranno per un viaggio intorno al mondo: il loro livello è troppo basso e nel mondo ci son tanti Street Fighter con la quale confrontarsi. Il viaggio è appena iniziato. Un inizio che mette subito in luce i punti forti della serie e che può contare su una delle sigle più belle dedicate ad un anime "Tra cielo e Terra"... Che ovviamente non è stata mandata in onda.


ore 20:30
I Wish You Were Here

(Miniserie in 4 OAV, Doppiata)



Miniserie di quattro episodi realizzata dallo studio Gonzo (Blue Submarine n.6) e distribuita in Italia da Shin Vision (già pubblicata in due dvd), I wish you were here narra la vicenda di Yuji Tamia, membro del NOA, una squadra speciale di umani nel cui corpo sono state iniettate delle nanomacchine al fine di potenziarli. I NOA si trovano ad affrontare una minaccia spaventosa: un virus diffusosi nel pianeta trasforma gli esseri umani in mostri feroci e dotati di una forza sovrannaturale. Di certo un anime discreto, non eccelso (vuoi anche per la sua brevità ma tutto sommato godibile). Per maggiori informazioni vi invito a dare un occhio alla recensione di Animeye...


ore 22:30
Initial D

(Serie in 26 ep, Doppiata)



Interessante serie proposta da Shin Vision, questo Initial D parla di corse clandestine, con tutte le conseguenze del caso. Nonostante la parte migliore di questo anime dal character design (e animazioni) deludente e dalla CG approssimativa siano proprio le corse automobilistiche, in questo improponibile collage di più puntate proposto da Mtv non se ne vedeva neppure una. Per sapere com'è realmente la serie vi invitiamo a leggere la recensione.



ore 23:00
I'll Generation Basket

(Miniserie OAV, Sottitolata)



La prima impressione è quella di trovarsi di fronte ad un qualcosa di diverso da Slam Dunk. Generation Basket difatti è un'altra serie dedicata al tema sportivo e in particolare al basket. Probabilmente però il tema del basket non sarà quello preponderante, difatti dal primo episodio sembra esser lasciato ampio spazio al rapporto che i protagonisti hanno tra di loro e con la famiglia di Hiiragi. Hiiragi è infatti un ribelle che vive con il costante complesso di inferiorità rispetto al padre allenatore e al fratello, grande cestista. La cosa che risveglia in lui la voglia di giocare a basket è l'incontro con Akane Tachibana, che nonostante abbia potuto appurare il loro difficile rapporto, non prova pietà per lui e lo sfida. I due giocheranno insieme o si sfideranno da avversari?
Dotato di buone animazioni, è una serie abbastanza curata che probabilmente può piacere agli amanti degli anime a sfondo sportivo.




ore 23:30
Dokkoider

(Serie, Sottitolata)



Anime comico targato Media Works che vede alla regia Matsui Hitoyuki (Getter Robot: Armageddon) e Nonaka Takuya (Armitage III - Tenchi Muyo), Dokkoider ha per protagonista Suzuo Sakurazaki, un ragazzo che vive da solo in città lontano dai suoi parenti, mantenendosi grazie ad un lavoro part-time. Al ritorno dalle vacanze in casa dei suoi, Suzuo scopre suo malgrado che il negozio presso cui lavorava è fallito. Disperato e senza soldi, si imbatte in Tanpopo, una aliena che lo convince ad indossare una cintura con la quale si trasforma in Dokkoider, un superereoe.
Tanpopo gli promette quindi uno stipendio ed un alloggio in cambio del test della cintura. Purtroppo però testare la cintura vuol dire affrontare dei nemici, è così che Dokkoider si trova sin da subito a dover fronteggiare il dottor Marronflower, un criminale spaziale di livello A. Suzuo è un fifone ed odia la violenza, ma per lavoro dovrà affrontare questo e molti altri nemici.
L'anime pseudo comico e demenziale si contraddistingue per uno stile molto colorato e morbidoso. Certamente è adatto per un target di giovanissimi, vuoi per la scarsa caratterizzazione dei personaggi, vuoi per la trama assai lacunosa.
Dokkoider è stato proposto in versione sottotitolata, e forse questo è il primo anime in cui i doppiatori Giapponesi davvero mi sembrano fuori luogo, Tanpopo in particolare sembra una trombetta starnazzante. Nel complesso un titolo tutt'altro che interessante, adatto soprattutto per i più piccoli.




ore 0:00
Gad Guard

(Serie in 26 ep, Sottotitolata)



Anime dai connotati molto "metropolitani" questo Gad Guard, che propone delle ambientazioni e delle animazioni di alta qualtià, partendo col piede giusto. La storia vede Sanada Hajiki, un giovane ragazzo impiegato come corriere, consegnare uno strano - e ambito - artefatto denominato "GAD". Peccato che il destinatario in realtà l'abbia truffato e preso l'oggetto indebitamente. In seguito a varie peripezie, in un incidente il GAD viene attivato e con la forza magnetica attira tutti gli oggetti metallici nelle circostanze, trasformandosi in un robot (il cui design ricorda un po' Megaman, se non fosse per le dimensioni) che Sanada cerca di controllare. Serie interessante ma non per tutti, questo Gad Guard inizia tutto sommato in maniera interessante, anche se dalla prima puntata è difficile capire se è destinato a cadere nel dimenticatoio o a imporsi nell'affollato mondo degli anime.



ore 0:30
Ali Grigie

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Haibane, donne con un aureola e ali che si trovano a vivere tutte sotto lo stesso tetto in una sorta di comunità. L'inizio di "Ali grigie" è davvero particolare, come pur lo è il resto della serie, difatti ci mostra la nascita di una Haibane: Rekka cade dal cielo e si sente benissimo. Tutto ad un tratto si risveglia in un bozzolo, nella comunità appunto. Così viene accolta dalle compagne che l'aiutano a superare il trauma della nascita delle ali. La cosa che più colpisce è come quest'anime possa mescolare tante sensazioni diverse: da atmosfere oniriche, da sogno si passa ad momenti immediatamente più crudi, come la fuoriuscita delle ali tra grida e fiotti di sangue, passando a situazioni più tenerie e divertenti come quando la nuova Haibane si deve pettinare. Il primo impatto ci mostra che non è sicuramente una serie "facile".
Le atmosfere, il charadesign e la presenza di un'ottima colonna sonora palesano la classe con cui questa serie è stata realizzata. Il primo impatto è stato senza dubbio positivo e tra i tanti anime mediocri che son stati proposti su Mtv questo è senza dubbio da segnalare.




ore 1:00
Ikki tousen

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Regione del Kanto, Giappone: i cinque principali istituti superiori della regione vivono però una vita più movimentata del previsto, in quanto i loro studenti si combattono fisicamente in risse che assomigliano piuttosto a vere e proprie battaglie, per il controllo della zona. Ma c'è qualcosa dietro a tutto questo che va ben oltre il mero teppismo... infatti ogni singolo iscritto di questi cinque istituti possiede un magatama, un ciondolo che conserva in sé il karma e il destino di un antico guerriero; chi possiede uno di questi ciondoli viene detto Combattente.
Ed è così che in questi istituti si rivive idealmente la guerra che portò l'antica Cina al periodo dei tre regni, con scontri all'ordine del giorno i quali esiti, inesorabilmente, riscontrano perfettamente quelli delle battaglie di più di mille anni prima. Tutto ciò però sembra smuoversi quando giunge nella zona Sonsaku Hakufu omonima e idealmente reincarnazione dell'eroe del lontano conflitto, tanto forte, intelligente e scaltro, da essere chiamato "dominatore dei dominatori"...
A dir la verità, la nostra Hakufu, è non eccessivamente forte (anche se non è certo debole), è ingenua come una bambina e ha l'intelligenza di un muro in tufo... oltre ad essere una bomba sexy...
Nessuno si spiega quindi il perché sia proprio lei la reincarnazione del dominatore supremo, ma tutti in tutti i cinque istituti, i vari leader ("casualmente" proprio corrispondenti a quelli dell'epoca) cominciano a muoversi, chi contro di lei, chi a suo favore, chi cercando di ingraziarsela, chi cercando di sfuggire al proprio inesorabile destino e infine chi seguendola ciecamente. A fare le spese di tutto questo sarà Shuuyu Koukin, nel conflitto precedente seguace e guardia del corpo del Dominatore, e ora cugino di Hakufu costantemente impegnato nel tenere fuori dai guai l'avventata cugina (verso la quale prova altalenanti sentimenti decisamente ambigui...)
Insomma, una dose massiccia di violenza, belle e prosperose ragazze e tanta ironia... anche se con un risultato generale magari non ottimo, ma che supera ampiamente la sufficienza.




ore 1:30
Hellsing

(Serie in 13 ep, Sottotitolata)



Ed ecco infine una serie horror in piena regola.
Siamo in un periodo più o meno prossimo al nostro e nella Gran Bretagna: l'Hellsing, una società segreta alle dirette dipendenze della corona, lavora per tenere sotto controllo (e nascosta all'attenzione della popolazione) la minaccia che da millenni grava sull'umanità, quella dei vampiri!
E l'inviato speciale e agente più temibile dell'Hellsing è proprio un vampiro, Alucard, signore dell'oscurità e promessa di una morte certa per tutti i suoi avversari. Come l'Hellsing sia riuscita ad aggiudicarsi i servigi di Alucard è un mistero, ma di fatto si è procurata uno dei migliori agenti sulla piazza...
In questo episodio troviamo Alucard, impegnato in una missione di sterminio del solito vampiro esaltato dall'immortalità che si diverte a fare la divinità scesa in terra... nel corso di questa missione incontrerà la giovane Seras Victoria, poliziotta inviata nel villaggio a controllare, e ormai vittima del vampiro che vi si era stabilito; nel corso dello scontro la ragazza viene ferita a morte, ma prima che lei deceda, Alucard (non certo preda della pietà, ma dandole la libertà di scegliere) la tramuta in un vampiro, rendendola propria infante e consegnandola per sempre al mondo delle tenebre.
Questo l'incipit di un anime molto singolare per tematiche e tratto... in quanto se è vero che gli antagonisti sono i cattivi, anche i protagonisti non sono poi degli esempi di bontà, e anche la facilità con cui viene data la morte spesso lascia perplessi.
Comunque la cosa sicura è che non è adatto agli stomaci delicati...

Domenica 11/9

ore 20:30
Kyashan

(Serie in 35 episodi, Doppiata)



Probabilmente la miglior serie tra quelle restaurate da Dyinit, Kyashan torna in questa versione messa a lustro. Il ragazzo androide, aiutato dal suo cane robotico Flander, dovrà sterminare le orde di robot impazziti creati erroneamnete dal padre, riscattando così anche il suo onore, oltre ovviamente a salvare l'intera umanità. Serie storica e molto apprezzata, è appena stata proposta da Dynit in DVD, e naturalmente recensita da Animeye.


ore 21:00
Ayashi no Ceres

(Serie in 24 ep, Sottotitolata)



Questo invece è quello che si può chiamare uno shojo d'azione, tutt'altro che lacrime e sospiri, ma un anime veloce che, seppure con i suoi alti e bassi, può interessare anche i meno sentimentali. Da provare.




ore 21:30
Witch Hunter Robin

(Serie da 26 ep, Sottotitolata)



Le atmosfere cupe ci portano subito in una realtà parallela: streghe e stregoni convivono nel mondo degli umani e un'organizzazione per la quale lavorano sia esseri umani che esseri dotati di poteri sovrannaturali. Protagonista della serie sarà Robin, una ragazza di 15 anni che è stata "rieducata" in un convento italiano e che è dotata del potere del fuoco, da usare contro i Witch. Subito infatti ci vengono mostrati Amon, un carismatico quanto oscuro guerriero, in azione insieme ai suoi compagni dell'organizzazione contro questi temibili mostri. L'incipit ci mostra una serie che per certi versi ricorda molto Hellsing: le atmosfere cupe, un sapore quasi gotico e mai con colori accesi, che pare però decisamente più lento e meno d'azione. La serie, prodotta dalla fenomenale Sunrise nel 2002, e arrivata con 3 anni di ritardo, non sembra però mancare dal punto di vista tecnico rispetto alle serie più recenti.
Il primo episodio potrebbe far quindi gola agli spettatori amanti del genere. Resta però da vedere se questa serie subisca o meno cali qualitativi nell'arco dei 26 episodi dalla quale è composta. Saprà ben mixare momenti lenti e introspettivi con scene d'azione e suspence? In sostanza il giudizio per il primo episodio è buono.




ore 22:00
FLCL

(Miniserie in 6 OAV, Doppiata)



Follia. Apparente.
FLCL (leggi Furikuri) è il più atipico prodotto di Gainax, e verrebbe da dire 'il più geniale', se non fosse per un certo signor Evangelion. Stile, stile, stile, colonna sonora da infarto e ancora stile per questi 6 oav (3 dvd da Dynit) che travologono i sensi e appagano qualsiasi gusto estetico. Per quanto riguarda la trama... forse è meglio leggere la recensione di Animeye, ma non sperate di capirci qualcosa.




ore 22:30
Soul Taker

(Serie in 13 ep, Doppiata)



Soul Taker è una delle grandi novità Dynit di quest'anno, e una delle più attese nella giornata di domenica. Difficile farsi un'impressione data la opinabilissima scelta di trasmettere direttamente il secondo episodio della serie. Le poche informazioni che si riescono a cogliere in mezzo ai seppur emozionanti combattimenti, è che il protagonista, Kyosuke, può trasformarsi in una strana creatura e che sta cercando di incontrare sua sorella. Le atmosfere ci hanno ricordato quelle di Kaguro, e sia i disegni che le animazioni si assestano su buoni livelli. Notevoli alcune scene a livello visivo, ma l'impressione generale che resta è irrimediabilmente confusa, per quanto ottimista.




ore 23:00
Kenshin, samurai vagabondo

(OAV, Doppiata)



Il personaggio creato dalla matita di Nobuhiro Watsuki è il protagonista di questa serie di OAV che rivisita in maniera più realistica e drammatica il passato del celebre samurai. Musiche, animazioni e chara design tutti ai massimi livelli in quella che probabilmente è la miglior proposta della settimana.



ore 23:30
Samurai Deeper Kyo

(Serie in 26 ep, Sottotitolata)



Secondo anime di samurai dopo Kenshin, questo Samurai Deeper Kyo ha l'onore e l'onere di chiudere questa Anime Week.
Il leggendario samurai Kyo dagli occhi demoniaci è uno dei più temuti del Giappone e ha sterminato più di mille persone con grande ferocia; davanti a lui c'è Kyoshiro il samurai, suo avversario nella battaglia chiave di una nazione in guerra. Improvvisamente una cometa cade proprio in quel punto radendo al suolo l'intera zona.
Anni dopo Yuya, una cacciatrice di taglie, è alla ricerca di Kyo, ma si dovrà accontentare di Kyoshiro, un giovane medico abbastanza imbranato. Ma dentro di lui alberga lo spirito del grande assassino...
Serie tipicamente "shonen", che a tratti ricorda Inuyasha, nonostante condivida l'ambientazione del Giappone feudale con Kenshin, presenta anche elementi fantastici (i nemici sono spesso dei mostri). I disegni sono curati, i colori vivi e in generale siamo su un livello discreto dal punto di vista tecnico. Alcune musiche sono parecchio azzeccate, e nel complesso siamo davanti ad una serie che non presenta assolutamente niente di nuovo a prima vista, ma che pare ben bilanciata e con la possibilità di offrire ugualmente qualcosa di buono.

MTV Anime Week Nonostante la bontà dell'iniziativa, che ha tra i suoi pro sicuramente il fatto di avvicinare persone al mondo degli anime e di proporre per chi è già appassionato moltissimi episodi, noi crediamo che il bilancio complessivo non sia poi così positivo. I motivi sono presto detti. Innanzitutto abbiamo riscontrato diverse scelte opinabili: impossibile non citare Giant Robot, di cui è stato trasmesso un episodio di metà serie, o Initial D, di cui abbiamo potuto vedere solamente un dubbio collage di varie puntate che snaturano un po' il senso della serie. Altri titoli, invece, avrebbero invece meritato un episodio in più, per poter dare l'idea allo spettatore della loro vera natura. Scelte spesso incomprensibili che non giovano a nessuno. Ma anche tralasciando queste considerazioni, fa quasi spavento la grande quantità di anime sottotitolati che abbiamo visto: probabile che alcune di queste serie saranno proposte in DVD in tempi decenti, ma si tratterà di una larga minoranza. Indubbia la volontà da parte delle case editrici (soprattutto Shin Vision) di scremare il proprio parco titoli e decidere quindi cosa merita di essere portato avanti (magari proprio su Mtv) e cosa merita soltanto di restare in magazzino. Di quest'ultima tipologia nessuno sentirà la mancanza probabilmente: il problema più grande dell'Anime Week è infatti a nostro avviso la qualità media tutt'altro che esaltante, soprattutto nei primi giorni di programmazione. Consci dell'esistenza di nomi decisamente più blasonati nel Sol Levante, ci chiediamo il motivo di un così alto numero di titoli che non hanno riscontrato molto consenso, nonostante sia assodato che molti siano una conditio sine qua non per l'acquisto delle serie di punta. In definitiva, onore all'Anime Week, ma forse, ad un'analisi più attenta, il mercato italiano ha bisogno di qualcos'altro.