Speciale Myth Cloth - Guida parte II

Seconda parte della nostra guida all'acquisto!

Articolo a cura di

La seconda parte del nostro speciale!

Continua con questa parte conclusiva il nostro reportage sulla serie Myth. Proseguiamo con la descrizione dei pezzi più rari e ambiti dai collezionisti. Buona lettura!

Myth Premium, Limited Edition e Memorial

Andiamo ora ad analizzare i Myth che esulano dalla linea principale della serie e che servono ad ampliare, completare e aumentare di valore e prestigio una collezione.

I Premium ad oggi usciti sono 4: Sion Pope (il Grande Sacerdote in abiti civili), Pandora, Shun Hades e Saori Kido - Athena. Si tratta di speciali uscite con personaggi non in armatura ma piuttosto in tunica, veste o abiti civili e ricche di extra e sorprese per i collezionisti. Le modalità per ottenere questi modelli sono differenti in Giappone rispetto al resto del mondo. Nel paese del Sol Levante solitamente, verso marzo, viene lanciata una campagna promozionale, da 4 anni a questa parte, che preannuncia l'uscita di un Myth speciale in autunno e per ottenerlo bisogna inviare i bollini che si trovano sulla linguetta sinistra interna superiore del box entro una certa data. Poi, il Myth viene recapitato a casa automaticamente. Le versioni giapponese hanno una tiratura inferiore rispetto a quella dei modelli classici e non vengono ristampate normalmente. Nel resto del mondo tuttavia, i Premium sono stati distribuiti regolarmente come se appartenessero alla serie classica e mentre è abbastanza raro trovare i modelli giapponesi, quelli appartenenti agli altri mercati sono facilmente reperibili.
Il primo Premium ad uscire fù Sion, grande sacerdote deceduto nel manga per mano di Saga, in tunica nera, accompagnato dalla presenza all'interno della confezione di ben 13 piedistalli bianchi, appositamente pensati per i Gold Saint e i Bronze e un mantello per Sagittario, l'unico Gold a non averlo incluso nella confezione. Un Premium che negli anni è stato acquistato più volte da diversi collezionisti, sia per la presenza dei piedistalli, sia per la possibilità di far indossare a Sion l'armatura dell'ariete.
Il secondo Premium uscito è Pandora. In concomitanza con l'annuncio degli OAV del Meikai Hen, Bandai ci propone la sacerdotessa di Hades, accompagnata da tre piedistalli con attaccatura apposita per i tre giudici infernali, un'arpa, una lancia e un doppio vestito nero da farle indossare. Rappresenta la prima donna Myth e sembra complementare al terzo Premium, ovvero Shun posseduto dallo spirito di Hades.
Uscito in concomitanza alla seconda parte del Meikai Hen, è un netto balzo in avanti rispetto ai primi due, sia a livello di extra sia a livello di resa estetica. I volti di Shun, uno con testa nera e uno con testa rossa, la tunica, il mantello e soprattutto il trono, sono curatissimi. Il trono ha una colorazione metallica molto bella e alcune crepe per l'effetto rovinato.
Il quarto Premium, ed anche il più recente, è Saori Kido. Annunciata più di un anno fa, è uscita solo nel mese di marzo scorso, a causa dell'edizione speciale di Poseidone del settembre 2008. Criticato dalle foto, si è rivelato un modello bellissimo, esile e snello come deve essere Saori, con un volto adatto e abbinati accessori per vestirla come la si vede nella guerra galattica, un trono enorme e identico a quello visto nell'anime, il vaso di Poseidone per Kanon e il vaso di Hypnos in cui rinchiudere il suo corpo, abbinato ad una testa appositamente inserita nella confezione.

Le Exclusive invece sono una serie speciale di figure che escono legate al magazine giapponese Figure Ou, ovvero una delle due riviste principali dalle quali provengono le scansioni mensili dei Myth. Sono uscite due figure per ora, il Crystal Saint (Maestro dei Ghiacci) uscito a novembre 2007 e Pegasus in armatura V2 danneggiata uscito ad aprile 2009. Entrambe le uscite sono a tiratura limitata ma comunque facilmente reperibili e sono state distribuite regolarmente nel resto del mondo.

Anche la serie regolare ha al momento delle edizioni speciali. Ora come ora, tali possono definirsi il Boxset V2 recolor, ovvero il valigione contenente le armature di bronzo V2 leggermente migliorate e ricolorate (di cui abbiamo già parlato) e l'edizione Royal Ornamental di Poseidone, comunemente chiamata ROE. Questa, si differenzia dall'edizione base per un discreto numero di extra all'interno della confezione, tra cui un bellissimo trono e un set di mani per Kanon e soprattutto per un'armatura totalmente ricolorata, di una tonalità rosso accesa che non ha nessuna fedeltà ne col manga ne con l'anime ma, visivamente, rappresenta forse il Myth di maggior impatto finora uscito. La vernice è tuttavia bella quanto delicata e questa edizione ha un costo non certo indifferente.

L'unico Memorial per ora uscito è rappresentato dal Seiya 24K, ovvero una versione dell'armatura V3 di Seiya, bagnata in oro a 24 carati. Bellissima da vedersi, è contenuta dentro una confezione davvero di lusso e contiene alcuni extra molto graditi, tra cui le parti dell'armatura dell'Appendix e la statua dell'armatura di Athena in versione oro.

I Myth Tamashii

Un paragrafo a parte lo meritano quelli che ormai sono diventati, soprattutto i primi due usciti, modelli leggendari e bramati dai collezionisti di tutto il mondo.
Nel mese di marzo 2008, oltre alle uscite di Seiya 24K e quella regolare di Thanatos, Bandai sorprende tutti annunciando che durante l'edizione annuale del Tamashii Nation (fiera in cui vengono presentati i planning futuri e le principali linee di produzione che si tiene annualmente in Giappone), dedicata per l'occasione alla linea dei Myth, sarebbe stato venduto un modello speciale in una tiratura poco più alta di 5000 copie. Il modello in questione era un recolor di Aries Sion, Myth universalmente riconosciuto tra i migliori mai usciti. L'armatura è di un color nero fumé, più simile a quello dei tre Kyoto e i capelli sono di un verde più scuro dell'edizione normale. Quel che sollevò molte critiche da parte degli appassionati, è che abbinato al recolor vi era un Sion Pope in tunica bianca, ovvero quello che si vede nelle prime puntate dell'anime. Proprio per la presenza del Pope bianco, l'acquisto divenne irrinunciabile per i fan. Il doppio Myth era racchiuso in un'elegante scatola di colore nero con il logo della fiera sulla parte frontale. Oggi, viste la scarsa tiratura, la difficolta di reperirlo e la scarsa reperibilità, la quotazione del Myth si aggira attorno ai quattrocento euro. Alla fiera invece veniva venduto abbondantemente sotto i cento. Rappresenta il primo vero limited, ogni copia è numerata ed è il vero fiore all'occhiello di una collezione completa.
A dicembre 2008, Bandai spiazza gli appassionati e, in occasione del Tamashii Nation in Asia, fiera analoga a quella di marzo ma con sede ad Honk Kong, propone un'ulteriore versione di Sion. Le differenze con l'edizione precedente sono sufficienti ai fan per acquistare il pezzo a tutti i costi. L'armatura nera e la tunica bianca sono identiche ma i capelli dei due corpi sono fedeli al manga e quindi di colore biondo per il Saint e di colore castano per il Pope. Inoltre, nella confezione, bianca e non più nera, è presente un trono identico a quello offerto come extra col cavaliere dei gemelli ma cromato oro, di grande resa estetica. Il valore di questa seconda uscita oggi è inferiore a quello della prima, ma si aggira comunque attorno ai trecento euro.
Sempre a dicembre 2009 inoltre, parte una campagna promozionale sul sito Tamashii per prenotare una edizione color oro (manga) di Seiya in armatura divina. Per ottenerlo, bisogna essere residenti in Giappone e bisogna ordinarlo e pagarlo entro il 31 dicembre. La consegna avverrà a marzo. Il cavaliere si presenta di un oro elegante, differente da quello dei Gold Saint e rende sicuramente di più della normale versione anime. In aggiunta, il viso è più fedele alla penna di Kurumada, autore del manga, che non a quella di Araki, responsabile del character design dell'anime. Come extra, viene offerta la spada di Hades e una seconda pettorina in cui agganciarla per creare la famosa scena dell'anime. Difficile dare una quotazione per questo Myth. Sia per la sua recente uscita, sia perchè non è ancora ben chiara la sua tiratura. Comunque, reperirlo non è semplice e a livello economico, e la spesa si fa sentire.
Per l'ultimo Tamashii Nation, i fan si aspettavano da Bandai un nuovo Myth ma a sorpresa, viene presentata un'Appendix speciale. Saga Original Color Edition è acquistabile solo nei giorni della fiera e offre due volti per il cavaliere del gemelli con colorazione fedele al manga: occhi rossi e capelli neri per la testa cattiva e occhi chiusi e capelli biondi per la testa buona. Rispetto all'Appendix normale, inclusi nella confezione vi sono due bracciali, sono presenti le capigliature lunghe complete e il colore dell'armatura è monocromatico, di un oro molto più chiaro rispetto a quello della Gold Cloth. Tiratura al momento sconosciuta, è fortunatamente reperibile a prezzi ancora accettabili.

Appendix e combatibilità tra personaggi e armature

Veniamo ora alle Appendix e alle possibilità di upgrade offerte dal continuo uscire di modelli sempre nuovi e che sempre più frequentemente alzano lo standard della qualità generale.
Gli Appendix, fonti di molte domande e curiosità, rappresentano lo strumento più efficace per non far sfigurare i modelli più vecchi di fronte alle nuove uscite. Si presentano come dei busti raffiguranti i Saint ma la loro utilità va ben oltre le apparenze.
Ad oggi, sono usciti un totale di 8 Appendix divisi in tre set (nel corso di 3 anni), più lo speciale Saga Tamashii di marzo 2009. Prima di tutto, il busto offre nella confezione in tutti i casi, una testa, uno o due volti completamente nuovi da apporre sul Myth e un nuovo collo. Solo questi tre elementi migliorano tantissimo il Saint di riferimento, specialmente per quel che riguarda i primi cavalieri d'oro usciti sei anni fa. Ogni modello poi, offre parti da sostituire a quelle originali dell'armatura per migliorarla e adattarla agli standard odierni. Il cambio è radicale. Anche se bisogna lasciare nella scatola del cavaliere dei pesanti pezzi in metallo (le armature dei busti sono in plastica), è impossibile pentirsi del cambio. Degli 8 busti fino ad oggi usciti, quelli dello scorpione, dell'ariete e del leone offrono un upgrade totale, che riguarda ovvero tutta la parte superiore alla cintura dell'armatura, i bracciali e il diadema; gli altri offrono un upgrade più o meno parziale, minimo in Rhadamantis (l'elmo), Camus (bracciali, diadema e spalline) e Shaka (busto a v), con più accessori per quel che riguarda Seiya (parte superiore dell'armatura e un ricco set di mani) e l'Appendix doppio che comprende nuovi volti per Kanon e Saga di Gemini (spalline e bracciali nuovi). Consigliatissimi, gli Appendix sono in assoluto, assieme agli stand, gli acquisti indispensabili che esulano dalla serie di Myth regolari. Va detto che anche esposti come semplici busti, fanno una gran bella figura e possono intendersi come collezione a parte.
Della serie degli Appendix, fanno inoltre parte due Plain Cloth, ovvero personaggi proposti con abiti civili e non in armatura. Raffiguranti Seiya e Shiryu, offrono come gradito extra gli scrigni delle loro armature (i Pandora Box) e delle mini-rappresentazioni dei totem delle Cloth.
Per ottenere deteminati personaggi come Seiya con l'armatura del sagittario, Hyoga con quella dell'acquario e Shiryu con quella della bilancia, l'unico modo è quello di prendere i corpi dei Saint di bronzo e fargli indossare le Cloth. Le armature infatti, sono compatibili con una grande quantità di corpi e il limite unico, è dato dal distacco temporale tra il corpo e la Cloth. Va detto infatti, che per esempio le Gold Cloth, risultano inadatte ai corpi dei Bronze Saint v2, in cui stanno troppo larghe.
I corpi dei Bronze G2 (vedere lo speciale precedente) risultano sicuramente i più adatti per questo tipo di ibridi e si adattano molto bene anche alle armature V2, rendendo decisamente più appaganti visivamente i cinque Bronze nella loro prima versione, ormai con diversi anni alle spalle.
Un altro esempio dell'universalità delle Cloth è dato dalla possibilità di ricreare, sempre tramite "fusione", Sion dell'ariete o Kanon di gemini. Per ultimo, va citato il fatto che nella recente linea dei Rinnegati, che comprende Camus dell'acquario, Shura del capricorno e Saga dei gemelli, vi sono volti compatibili con le armature d'oro. In tutti e tre i casi, i volti rendono davvero molto e specialmente per Camus, la cui Appendix è risultata quanto meno deludente e per Shura, il cui busto deve uscire, se possibile è un upgrade consigliato.

Stand, Metal Plate, Metal Mat, Pandora'x Box

Molti accessori, ufficiali e non, sono usciti nel corso degli anni ad accompagnare ed abbellire le collezioni di tutto il mondo. Indispensabili sicuramente, gli stand ufficiali Bandai. Indispensabili perchè con una base su cui poggiare il cavaliere, non si corre il rischio di vederlo a terra ed è possibile realizzare pose che altrimenti ci sogneremmo soltanto.
Gli stand Bandai venivano inizialmente venduti in abbinamento al Pope. Da un paio d'anni, sono venduti a parte, in confezioni da 5 e in tre colori diversi, bianchi neri e blu trasparente. Essenzialmente lo stand si compone di una base, un'asta regolabile a diverse altezze, due tipi di aggancio per il Saint e delle piastrine col segno zodiacale o la divinità d'appartenenza da collocare alla base dello stand. Proprio delle piastrine è stata realizzata una versione speciale in vendita solo al Tamashii Nation 2009. La preziosa scatolina contiene infatti 24 pezzi, cromati in oro o argento, dedicati a Gold Saint e Rinnegati. Nella confezione degli stand inoltre, troviamo degli adesivi con il nome del cavaliere e dei tappetini vellutati anti-scivolo di diverse colorazioni. Rosso per gli stand bianchi, viola per quelli neri e bianco per quelli blu.
Abbinati ai Myth, nel corso degli anni sono stati venduti alcuni tipi di accessori più o meno allettanti. I principali sono le Metal Plate, le Special Plate e le Metal Mat. Entrambi i tipi di Plate, non sono altro che delle targhette in metallo raffiguranti il segno (nel caso delle Metal) e il Saint (nel caso delle Special). Le prime erano destinate al mercato di HK e le seconde al mercato taiwanese. Nessuno dei due tipi è attualmente in produzione e sono reperibili anche venduti singolarmente, senza il bisogno di acquistare il Saint.
Le Metal Mat, forse più utili e per questo di maggior successo, sono le eredi delle Plate e hanno la forma del tappetino che può essere messo sopra i piedistalli. In metallo e ben particolareggiate, sono molto ricercate e per questo vendute pressochè sempre singolarmente.
Finiamo la lista di accessori con i Pandora's Box, ovvero gli scrigni in cui viene tenuta l'armatura. Ufficialmente, Bandai ha prodotto solo le due Pandora di Seiya e Shiryu e una versione dello scrigno del Sagittario molto carina a vedersi ma non cromata e che per questo stona un po di fianco alle altre due. Il rilascio degli scrigni delle 12 armature d'oro è comunque stato ufficializzato, manca solo la data.
Ben più variegata si presenta la situazione per quel che riguarda i Pandora's custom. Pur non essendo prodotti ufficiali, sono di grande qualità e impatto visivo, spaziano tra tutte le serie e hanno diverse variazioni nel colore. Sappiamo che gli scrigni esistono solo per quel che riguarda i cavalieri di Atena ma la serie dei Perfect Version (nome proprio dei box della migliore qualità), offrono anche originali interpretazioni per le altre caste. Importante sottolineare che i Pandora non ufficiali sono in metallo mentre quelli Bandai sono in PVC.

Diffidare dalle imitazioni

Concludiamo la lunga rassegna nel mondo dei Myth, parlando dei custom e dei prodotti non originali legati al marchio.
Purtroppo è inevitabile che per una serie come quella dei Myth Cloth, il nome venga sfruttato da altre ditte per lanciare sul mercato scialbe imitazioni dei prodotti originali, come ad esempio i modelli della Best Toy, la cui diffusione è stata soprattutto in America dopo il lancio della serie animata; pur riprendendo le foto dei Myth originali all'esterno delle scatole, all'interno propongono prodotti in PVC invece del metallo con giunture assolutamente scadenti e dettagli nella rifinitura e nella colorazione nettamente inferiori. Il marchio Bandai viene sostituito dal marchio Best Toy, e la sua assenza rappresenta il modo più semplice per notare la differenza tra l'originale e l'imitazione.
Negli anni inoltre, anticipando le uscite dei modelli regolari, sono usciti sul mercato diversi custom fatti discretamente bene che, seppur non reggendo il paragone con gli originali, si integrano nelle collezioni in attesa del rilascio dei Myth Bandai. I più famosi sono i custom dell'armatura divina di Seiya e Hyoga, e l'Odin Robe, ovvero l'armatura di Odino vista nella serie di Asgard nell'anime. Le armature sono per lo più in plastica e risultano godibili soprattutto se messe a segno. Acquistando uno di questi modelli, bisogna comunque essere consci che il prodotto originale, quando uscirà, sarà ben altra cosa.
Da affiancare agli originali invece si trovano in vendita invece, una lunga serie di prodotti, principalmente statuine in PVC, raffiguranti i personaggi che probabilmente non vedremo mai da Bandai. Ecco cosi il vecchio maestro dei cinque picchi, Pandora e Ikki bambini con Shun in fasce, Kiki, Euridice, ma anche troni per il Pope custom, una vastissima serie di diorami che spaziano dai terreni di battaglia più famosi alle dodici sacre case dei Gold e mantelli fatti in casa che sul Saint, rendono nettamente di più di quelli Bandai.
Bisogna fare i complimenti infine, ai Myth custom, fatti da appassionati, spesso e volentieri di qualità molto vicina a quella degli originali e che spaziano dalle armature di bronzo V1, ai personaggi di Episode G, lasciando l'acquolina in bocca a tutte le persone che li vedono e che sanno, che sono e probabilmente rimarranno un'esclusiva davvero di pochi.

Myth Cloth - Guida Con questa guida, abbiamo cercato di rispondere a molti dei dubbi e delle domande dei fan dei mitici Cavalieri e della linea dei Myth Cloth. Focalizzandoci sugli aspetti principali e sulle estensioni della serie principale, abbiamo cercato di dare una panoramica il più possibile ampia e il più possibile ricca di informazioni. La speranza, è che possa essere utile per sapere a cosa si va incontro al momento dell'acquisto e non si rischi più di farsi fregare da chi specula su bollini o spera di far passare dei custom per dei modelli originali. Buona collezione a tutti.

Altri contenuti per Myth Cloth - Guida