Speciale Stagione autunnale anime 2007

Alla scoperta delle ultime novità dell'animazione giapponese

Articolo a cura di

Introduzione

Come ogni anno in Giappone l'arrivo della primavera e dell'autunno non hanno solo una valenza meteorologica ma corrispondono anche all'inizio delle nuove stagioni più importanti degli anime sulle emittenti televisive nipponiche. Nonostante ci siano diverse serie brevi, quelle più corpose iniziano proprio in questi due periodi protaendosi per sei mesi fino appunto alla stagione successiva. In questo articolo andremo a conoscere gli anime più interessanti proposti nella stagione autunnale di quest'anno e che tuttora è in pieno corso in terra nipponica. Per ogni serie verrà fornita una piccola scheda riassuntiva unita ad un breve commento in modo da fornire una panoramica il più ampia possibile.

Bamboo Blade

Titolo: Bamboo BladeGenere: Sportivo - Kendo - ComicoStudio di produzione: AIC A.S.T.A.Numero episodi: 26Descrizione:Kojirou, un professore nonchè allenatore del club di kendo di una scuola superiore, accetta la sfida di un vecchio amico: entrambi dovranno radunare 5 ragazze le quali si dovranno sfidare in una gara di kenjutsu! Uno dei maggiori punti di forza di Bamboo Blade è sicuramente il buonissimo cast di personaggi, parecchio variegati tra loro: si va da Tama-chan, ragazzina piccola e timida ma che in realtà è un vero e proprio genio della spada, a Miya-Miya, il cui carattere molto mite e allegro cela però un lato oscuro e malvagissimo, nel senso comico del termine ovviamente! Una serie davvero molto carina e ben realizzata, che sa unire una buona dose di comicità ad una componente sportiva più seria e appassionante sia che il kendo piaccia o meno. Anzi, come accade spesso per gli anime sportivi anche questo potrebbe farvi avvicinare ad una nobile disciplina poco conosciuta nel nostro paese.

Clannad

Titolo: Clannad

Genere: Drama, Romance, Fantasy, Commedia

Studio di produzione: Kyoto Animation

Numero episodi: 24

Descrizione: Tomoya Okazaki, studente di terza superiore, conduce una vista piuttosto ordinaria, tra amici di scuola e coinqulini, anche se in realtà dietro tutta questa felicità si nasconde una profonda malinconia derivata dal fatto che la madre è morta qualche anno prima in un'incidente d'auto e il padre si è dato all'alcool. Ma un giorno incontra per caso una ragazza della sua stessa scuola, Nagisa Furukawa, la quale sembra avere problemi a relazionarsi con gli altri, a dispetto della sua famiglia che al contrario è molto casinara e rumorosa. Tomoya è attirato fin da subito da questa ragazza e da qui in poi la vita di entrambi comincerà a cambiare. Dopo il remake di Kanon, i Kyoani tornano a produrre un anime tratto da un gioco della Key, l'atmosfera è infatti molto simile fin dall'inizio. Di altissimo livello la realizzazione tecnica, come d'altronde ci ha sempre abituati questo studio. Senza dubbio una delle opere più pregevoli e ben fatte della stagione.


Ef - A tale of memories

Titolo: Ef - A tale of memories

Genere: Drama, Romance

Studio di produzione: SHAFT

Numero episodi: 12

Descrizione: Hiro è uno studente povero che si guadagna da vivere scrivendo shoujo manga (ovvero per ragazze). La notte di Natale si sta recando in bicicletta dalla sorella per una festa, e durante il viaggio incontrerà una ragazza di nome Miyuki alla quale hanno appena rubato la borsa. Il ragazzo gli porgerà il suo aiuto e da qui cominceranno a conoscersi. Questa è però solo una delle storie narrate in questo anime, la cui pecurialità è appunto quello di intrecciare fra loro diversi fili narrativi. Ad esempio nel primissimo episodio oltre alla storia già citata assistiamo anche all'incontro fra un ragazzo ed una ragazza ad una stazione del treno apparentemente abbandonata; i due sembrano legare fin da subito, ma la giovane sembra nascondere un alone di grande solitudine, e ovviamente verrà tutto approfondito con il proseguire della serie, fino allo scioglimento dell'intreccio. Quello che ci sentiamo di dire fin da subito è che in mezzo a tanti anime dello stesso genere Ef sa ritagliarsi il suo spazio, peoponendo qualcosa di più innovativo rispetto ai soliti cliché del genere, risultando un'opera davvero meritevole di attenzione.


Gambling Apocalypse Kaiji

Titolo: Gambling Apocalypse Kaiji

Genere: Drama, Gioco d'azzardo

Studio di produzione: Madhouse Studios

Numero episodi: 26

Descrizione: Ito Kaiji è un ragazzo che ama follemente il gioco di azzardo in ogni sua forma, però è anche terribilmente sfortunato, e ciò lo porta ad indebitarsi sempre di più fino ad arrivare ad un punto insostenibile. Un giorno però una persona gli propone una soluzione, partecipare ad un immensa rassegna di giochi d'azzardo che si tiene su di una nave nel bel mezzo dell'oceano; in questo modò potrà ripagare tutti i suoi debiti e anzi, addirittura guadagnare grosse somme di denaro! Ma ovviamente non sarà tutto così facile.... Kaiji è un anime che spicca subito sulla massa per il character design davvero particolare, ma ha anche il grande pregio di avere una storia mai scontata che sa dare allo spettatore la tensione propria del gioco di azzardo. Ma è anche molto intrigante il modo in cui indaga sulla indole e sulla psiche umana, certe volte arriverete veramente a stupirvi nel vedere di cosa sono capaci certe persone in determinate situazioni! Assolutamente uno degli anime più interessanti di questa stagione.


Genshiken 2

Titolo: Genshiken 2

Genere: Commedia, Seinen

Studio di produzione: ARMS

Numero episodi: 12

Descrizione: Tornano le avventure del "club per lo studio delle arti visive moderne" il cui manga si è appena concluso qui da noi in Italia con il nome di "Otaku Club". Ovviamente gli eventi narrati in questa stagione riprendono esattamente da dove si erano interrotti prima con la serie e poi con gli OAV usciti successivamente l'anno scorso. Probabilmente la storia è ben nota: in sostanza quest'opera parla delle vicende di un gruppo di otaku e non solo, trattando temi appunto loro legati come cosplay, modellismo, doujinshi ecc... Importante dire che l'anime è si molto fedele al manga ma aggiunge anche molte scene o ne approfondisce altre accennate nell'opera cartacea, rendendolo così molto appetibile anche a chi ne ha già letto l'opera originale.


Ghost Hound

Titolo: Ghost Hound

Genere: Drama, Horror

Studio di produzione: Production I.G

Numero episodi: 22

Descrizione: Il mondo nel quale noi viviamo, cioè "Il mondo apparente" ha anche una sua controparte apparentemente invisibile chiamata fin dai tempi antichi "Mondo non-visto" dove ad esempio dimorano enttà come fantasmi, anime o semplicemente ricordi del passato. Taro, Makoto e Masayuki, sono tre ragazzini che abitano a Suiten, un paese isolato di montagna. Ciò che li accumuna è che tutti e tre da bambini hanno avuto un qualche tipo di trauma psicologico; Taro specialmente fu rapito in tenerà età e assistette alla morte della sorella poco più grande. I ragazzi cercheranno di andare nel "Mondo non-visto" per capire meglio le cause dei loro traumi e cercare di superarli. Questa è la trama dell'ultimo lavoro partorito dallo studio produttore di serie come Ghost in the Shell e Blood+, una elevata realizzazione tecnica unita a dei temi molto adulti e interessanti che in certi momenti ricordano quelli di un thriller, rendono Ghost Hound un anime estreamemente meritevole di attenzione.


Kodomo no Jikan

Titolo: Kodomo no Jikan

Genere: Commedia, Romance, Drama

Studio di produzione: Studio Barcelona

Numero episodi: 12

Descrizione: Anime tratto dal manga che in America è stato al centro di uno scandalo che lo ha portato addirittura alla sua interruzione dopo appena tre volumi pubblicati. Trattasi infatti di una storia che parla di un gruppo di bambine delle elementari di cui una di loro è infatuata del suo professore 23enne. Nell'anime stesso sono presenti diverse censure sia a livello video che a livello di dialoghi molto "coloriti". Un anime senza dubbio controverso ma dietro questa semplice facciata di "immoralità" si nascondono in realtà delle storie ben narrate e a tratti commoventi dato che queste bambine all'apparenza allegre celano invece alcuni problemi psicologici e non solo.


Minami-ke

Titolo: Minami-ke

Genere: Commedia, Slice of Life

Studio di produzione: Doumu

Numero episodi: 12

Descrizione: "Questa è solo un'accurata descrizione della vita quotidiana delle tre sorelle Minami. Per favore non aspettatevi troppo." Queste sono le testuali parole con le quali comincia questo anime. Ma non fatevi ingannare perchè altrimenti rischierete di perdervi quella che con molta probabilità sarà la serie comica più riuscita della stagione! A dire la verità l'anime in questione parla esattamente di ciò che viene scritto nella prima frase, vale a dire la vita quotidiana delle tre sorelle Minami: Chiaki la più piccola, Kana la secondogenita e Haruka la maggiore. Il bello sarà appunto vedere i continui sketch comici che avverranno sia a casa loro che a scuola, sketch derivati dal carattere delle sorelle che differscono molto tra di loro. Kana ad esempio è dannosa quanto un tornado, nonchè parecchio stupida, cosa che gli fa continuamente notare Chiaki, mentre Haruka si occupa di fare da pacere tra di loro ma anche lei nasconde un carattere tutt'altro che debole! Ovviamente con il procedere della serie verranno introdotti altri personaggi, per lo più compagni di scuola, autori anch'essi di vere perle di comicità, ma ovviamente non vi vogliamo anticipare nulla, guardare per credere!


Mobile Suit Gundam 00

Titolo: Mobile Suit Gundam 00

Genere: Fantascienza, Mecha, Drama

Studio di produzione: Sunrise

Numero episodi: 25 con una seconda stagione già prevista per la fine del 2008

Descrizione: Torna sugli schermi quello che è uno degli anime robotici più famosi del mondo nonchè un'icona del genere, vale a dire Gundam. Iniziamo con il dire che questa serie non si collega in alcun modo con quelle già prodotte ma inizia un arco di storia a se stante. Siamo nel 2307 e le fonti di energia sulla terra sono quasi totalmente esaurite. Per ovviare a questo problema vengono costruiti tre enormi piloni che si innalzano dal suolo fino allo spazio; scopo di queste strutture è ricavare energia dal sole e distribuirla sulla Terra. La formazione di questi piloni spacca il mondo in 3 fazioni ben distinte, e chi non fa parte di nessuna di queste non ha diritti sullo sfruttamente dell'energia, e questo sarà all'origine di numerose sanguinose guerre, finché all'improvviso non compare un'associazione chiamata Celestial Being che annuncia al mondo intero di porre fine a tutti i conflitti con la forza, forza che verrà esercitata tramite dei nuovissimi Mobile Suit chiamati Gundam...


Moyashimon

Titolo: Moyashimon: Tales of Agriculture

Genere: Commedia, Documentario (?)

Studio di produzione: Shorogumi Inc.

Numero episodi: 11

Descrizione: Non è semplice parlare di questo anime, perchè Moyashimon è senza dubbio una delle cose più strane che vi capiterà mai di vedere; del resto come descrivere un anime che tratta di batteri, reazioni chimiche e biochimica in generale? Se questo poi vi sembra bizzarro pensate che il protagonista della storia ha un dono fin dalla sua nascita, quello di poter vedere qulasisi tipo di microrganismo (batterio, muffa, virus...) ad occhio nudo ed essere anche in grado di interagire con essi! Egli infatti vedrà i batteri come simpatici esserini di vario aspetto (li vedete rappresentati nell'immagine) in grado anche di parlare! Comunque, follie a parte, questo è un anime davvero ben realizzato ed è anche molto interessante da seguire per scoprire in maniera molto divertente come agiscono certi batteri al contatto con altri e simili. Di sicuro un titolo originale.


Myself; Yourself

Titolo: Myself; Yourself

Genere: Drama, Romance

Studio di produzione: Dogakobo

Numero episodi: 13

Descrizione: Durante la sua infanzia, a causa del lavoro dei suoi genitori, Hidaka Sana è costretto a trasferirsi a Tokyo. Cinque anni dopo, ormai diventato uno studente delle superiori, Sana torna nel suo paese natale. Tuttavia non sarà un ritorno motlo felice, tutt'altro; egli troverà il proprio paese molto cambiato dopo questi anni di assenza e non solo il luogo ma anche i suoi vecchi amici non sono più come se li ricordava, soprattutto la sua cara amica Yatsushiro Nanaka: da bambina solare e allegra, adesso è diventata una ragazza circondata da un alone di tristezza, e starà a Sana scoprire il perchè di questo cambiamento. Altro drama piuttosto interessante, parte in maniera simile ad altri del suo genere, ma certi sviluppi futuri possono renderlo molto appetibile agli appassionati del genere nonostante la agguerrita concorrenza di questa stagione.


Shakugan no Shana II

Titolo: Shakugan no Shana II

Genere: Fantasy, Romance, Shounen

Studio di produzione: JC Staff

Numero episodi: 24

Descrizione: Si tratta della seconda stagione delle avventure riguardante la giovane Flame Haze dai capelli rosso fiamma. La trama infatti riprenderà nel punto esatto dove si era interrotta la precedente serie. Un anime che almeno nella sua parte iniziale pare più incentrato sulla vita scolastica e le relazioni sentimentali fra certi personaggi, ma non mancherà di certo anche una buona dose di azione. Per chi comunque non conoscesse questa produzione JC Staff, in breve parla di un mondo nel quale esiste un potere chiamato "dell'esistenza" e tutte le forme di vita ne possiedono, umani stessi. In poche parole è il potere stesso che fa in modo che si possa esistere nel mondo. Il problema è che degli esseri chiamati Tomogara divorano il potere dell'esistenza delle persone, causando così gravi scompensi nell'equilibrio del mondo stesso. Shana, la protagonista, è una Flame Haze, vale a dire coloro che si occupano di dare la caccia ai Tomogara ristabilendo così l'ordine delle cose. Ella nella prima serie incontrerà per caso un umano di nome Yuji, che apparentemene sembra un ragazzo normale, ma che in realtà nasconde più di un segreto...


Stagione autunnale anime 2007 In definitiva, questa stagione autunnale ha prodotto dei bei titoli fra cui vere e proprie sorprese come Bamboo Blade, Minami-ke o Moyashimon, ma anche conferme importanti come quella di Kyoani con Clannad o di Madhouse con Kaiji. Gli unici appunti che si possono muovere è che forse mancano i titoli per così dire "assolutamente imperdibili"; per intenderci manca un Death Note o un Gurren Lagann, cioè anime capaci di impremere alla massa un ricordo indelebile come era accaduto per questa stagione primaverile con i due sopracitati titoli (e non solo). Inoltre un genere forse è un po' troppo affollato, stiamo parlando di quello dei "drama" che ha almeno 6 o 7 rappresentanti, forse un po' troppi, anche se gli appassionati del genere saranno di ben altro avviso. Questo comunque non toglie nulla all'indubbia qualità di certi anime, molti dei quali ci auguriamo di vedere anche nel nostro paese prima o poi. Non scordiamoci poi che verso Marzo 2008 partirà l'ancora più importante stagione primaverile che tanto per citarne un paio prevede un paio di ritorni importanti, come le seconde stagioni di Code Geass e The Melancholy of Haruhi Suzumiya. Insomma si prospetta un'altra grande annata per l'animazione giapponese! Stay tuned!