Speciale Yaoi - Omosessualità a Fumetti

801: La nuova etichetta Yaoi di Magic Press!

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Testi di Valentina Coppola
Che si sia più o meno fan, ma anche nel caso in cui il genere non faccia né caldo né freddo, non è passato in sordina il fatto che sugli scaffali delle nostre fumetterie abbiano fatto la loro comparsa volumetti dalle copertine con personaggi maschili in atteggiamenti più o meno affettuosi, disegnati con un tratto femminile ed indirizzati ad un pubblico maturo.
Per coloro che ancora non sapessero di cosa stiamo parlando, i manga yaoi parlano di relazioni romantiche (più o meno esplicite) tra ragazzi omosessuali. Si tratta di un genere pensato per un pubblico prevalentemente femminile e da autrici femminili creato, molto diffuso in madre patria e all'estero, con linee editoriali ad esso dedicato e fiere specifiche del settore. In Italia, purtroppo non ha avuto una simile fortuna, fino ad ora...difatti, la pubblicazione degli yaoi da noi è iniziata già dallo scorso decennio, ma è stata piagata da edizioni poco curate, in termini stilistici e di traduzione. Senza dubbio, non hanno aiutato in questo senso neanche i prezzi a cui questi volumetti venivano venduti...d'altronde si trattava di un prodotto di nicchia, che tutti leggevano, ma che pochi potevano acquistare.

Come dicevamo, la situazione negli ultimi due anni è andata migliorando: la concorrenza ha portato più titoli, edizioni più curate ed un adeguamento del costo degli yaoi a quello degli altri manga. La Magic Press sicuramente ha avuto un ruolo importante in questo senso: con la sua etichetta MX, sotto cui ha pubblicato titoli già noti al grande pubblico, ma in splendide edizioni completamente riviste (su tutte citiamo RG Veda), ha portato in Italia la nota autrice yaoi Naono Bohra con una delle sue poche opere non a sfondo omoerotico, I Guardiani del Sigillo. Della stessa autrice ha recentemente pubblicato anche il volume unico Three Wolves Mountain. Ma prima ancora di questo titolo, la pubblicazione yaoi della MX che ha riscontrato maggior successo è stato Mi vergogno da morire!, i cui primi due numeri sono andati esauriti in pochissimo tempo.

Sull'onda di questo successo, la Magic Press non solo ha realizzato il sogno di molte lettrici di poter avere tra le mani l'edizione italiana di altri tra i loro yaoi preferiti (parliamo anche di BrotherxBrother ed Il Mio Detective), ma ha deciso di investire in questo settore creando una intera linea ad esso dedicata: 801 - la notizia è recente ed è stata annunciata nel corso della fiera del fumetto di Roma appena conclusasi, Romics. Il tutto è accaduto durante lo Yaoi Day creato da Magic Press, con ospite dell'evento Alberto Galloni. Si scrive con i numeri, ma si legge yaoi (l'8 si legge "ya", lo 0 stà per la "o" e l'1 si legge "i"), con la nuova linea la casa editrice di Roma si propone di riunire sotto un unico marchio tutti i loro titoli e di assicurare in questo modo una pubblicazione costante ed all'altezza degli standard cui ci ha abituato fino ad ora con le altre sue linee.

In questo modo, c'è da sperare che gli yaoi abbandoneranno definitivamente il loro posto nell'angolino buio della classe per poter stare a pieno diritto in mezzo ai loro compagni, così come accade da anni all'estero. D'altronde la Magic Press non è nuova alle rotture con gli schemi editoriali del passato: è sua infatti Black Magic, l'etichetta dedicata ai manga erotici, i ben noti "hentai". Anche in questo caso, quello che è iniziato come un esperimento con la pubblicazione di Witchcraft si è trasformato in un appuntamento costante per gli appassionati del genere con le opere di Haruki.

Yaoi Ora non ci resta che aspettare e vedere quali altri titoli la Magic Press tirerà fuori dal cilindro per finire direttamente nella nostra libreria!