Boom di vendite per la versione manga del manifesto nazista Mein Kampf di Hitler

di
INFORMAZIONI SCHEDA

L' editore giapponese East Press ha venduto 45000 copie della versione manga ispirata al manifesto del dittatore nazista Adolf Hitler, Mein Kampf, dopo molti richiami per eliminare il divieto di esporre il manifesto in Germania. La pubblicazione di Mein Kampf era divenuta illegale in Germania dal 1945, quando il governo impose il divieto di applicazione tramite un' insolita legge sul copyright.

Da quando lo stato tedesco di Baviera ha ereditato i diritti di stampa sul suicidio di Hitler verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, il detentore del copyright (che è attualmente il Ministero delle Finanze bavarese) può impedire ad altri di pubblicare il libro in Germania. Tuttavia, poiché i diritti d'autore scadranno nel 2015 (che corrisponde al 70° anniversario della morte di Hitler), alcuni rappresentanti del governo e degli ebrei hanno chiesto che la pubblicazione sia effettuata sotto il controllo di alcune condizioni. L' autore ebreo tedesco Rafael Seligmann è stato richiamato per la sua pubblicazione all' inizio del 2004. In giugno, il Ministro della Scienza e Ricerca bavarese è stato favorevole per una "edizione critica ben fatta e decentemente realizzata" per contrastare "ciarlatani e neo-nazisti che potrebbero riprendere questo lavoro vergognoso alla scadenza dei diritti in possesso alla Baviera". Stephan Kramer, il segretario generale del Consiglio Centrale degli Ebrei in Germania, ha approvato la possibilità di una edizione commentata del 5 agosto "per evitare che i neo-nazisti possano trarne profitto da essa" e per "rimuovere molti dei suoi falsi miti persistenti".

Tuttavia, la Baviera ha confermato il divieto lo scorso mese e ha rifiutato la richiesta di pubblicazione del libro dall' Istituto di Storia Contemporanea con sede a Monaco. Il portavoce del Ministro delle Finanze bavarese Horst Wolf, ha affermato che "anche se gli obbiettivi dell' Istituto sono didattici, noi non abbiamo volontà di revocare il divieto, osa che sicuramente farebbe anche l' estrema destra".

Sul problema della versione manga, il ministro ha affermato al quotidiano Asahi Shimbun, che "abbiamo molta difficoltà a considerare un manga come il mezzo appropriato per presentare in modo critico materiale cosi delicato". Kōsuke Maruo, un editore 32enne della East Press, ha spiegato il motivo per cui la sua compagnia ha prodotto una versione manga di Mein Kampf: "E' un libro famoso, ma in pochi lo hanno letto. Io penso che sia materiale (di studio) per conoscere Hitler, un uomo il cui suo sinonimo era la parola "diavolo", e che tipo di suo ragionamento abbia creato una cosi simile tragedia".

Mentre la sua compagnia non ha nessuna aspettativa sulle vendite del manga, ha tuttavia venduto 45000 copie dallo scorso novembre, cifra che si trova nella media delle 35000 copie vendute degli altri libri della serie Manga de Dokuha dell' East Press.

East Press ha pubblicato 43 guide della serie di "Manga de Dokuha" per Das Kapital di Karl Marx, La Divina Commedia di Dante, I fratelli Karamazov e Crimine e Punizione di Fyodor Dostoevsky, Faust di Johann Wolfgang von Goethe Franz, La Metamorfosi di Kafka, Il Principe di Niccolò Machiavelli, Zarathustra di Friedrich Nietzsche, Night Flight di Antoine De Saint-Exupéry, King Lear di William Shakespeare, Il Rosso e il Nero di Stendhal, Guerra e Pace di Leo Tolstoy e altri titoli. Uno dei titoli, quello di Kenji Miyazawa, Night on the Galactic Railroad, è stato trasporto anche in un film animato da Gisaburô Sugii e Group TAC. Il pionere dei manga Osamu Tezuka ha creato invece Adolf, un manga di cinque volumi di tre uomini che si chiamavano Adolf — incluso Adolf Hitler.

Fonti: Asahi Shimbun, Los Angeles Times, Bloomberg, Forward e Anime News Network

 

Boom di vendite per la versione manga del manifesto nazista Mein Kampf di Hitler

Manga

Manga