Dynit: nuovi manga in arrivo

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Dynit presenta:

 - Rose Hip Rose;

 - Miho Obana Trilogy.


ROSE HIP ROSE


Dopo il successo internazionale riscosso da GTO - Great Teacher Onizuka, da Shonan Junai Gumi e dal prequel Bad Company, il maestro Toru Fujisawa torna in Italia, a grandissima richiesta, con Rose hip Rose!
La vita del liceale Aiba, annoiato e senza scopo, viene a dir poco sconvolta dall'incontro con la bella Kasumi Asakura, compagna dalle incredibili abilità acrobatiche che collabora con il nucleo anti-terrorismo in veste di agente speciale. Il suo nome di battaglia: Rose hip. Il suo punto debole: l'amnesia. L'agente Rose hip non ricorda nulla del proprio passato, di cui conserva però la mira straordinaria che la rende una sorta di macchina per uccidere ad altissimo potenziale.
Una serie densa di azione e avventura, a cui il successo in Giappone e nel mondo ha persino meritato un seguito, Rose hip Zero.

MIHO OBANA TRILOGY

  
Arrivano finalmente anche in Italia i tre volumi a fumetti che raccolgono le più belle storie brevi e auto conclusive di Miho Obana ( già autrice de Il giocattolo dei Bambini - Rossana, Partner, Andante, Honey Bitter), indicate a ogni tipo di pubblico a prescindere dal sesso e dall'età.
Dynit ha scelto di pubblicarli nell'edizione poket che tanto è piaciuta ai fan giapponesi, e nello stesso ordine; a partire dal mese di ottobre e con cadenza mensile troverete quindi in fumetteria Fa così male! (Setsunaine!), Non lasciare questa mano (Konote no Hanasanai) e L'Isola dei Gatti (Neko no Shima), tre piccoli-grandi albi di straordinaria intensità, raccolti in una preziosa miniserie: Miho Obana TRILOGY.
Sogni di bambini si mischiano a sentimenti d'amore, situazioni di quotidiana difficoltà, drammi a lieto fine.
I più esperti vi coglieranno anche l'evoluzione cronologica del tratto dell'autrice, ma tutti saranno semplicemente catturati dalla bellezza dei disegni, dall'espressività dei personaggi, dalla complessità degli intrecci, al cui bandolo umano e narrativo la Obana giungerà nel giro di poche pagine di rapida fruizione, ma con la consueta e shakespeariana competenza.

Dynit

Dynit