Fool Frame: arriva la versione noleggio di Battle Royale!

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Il sito MANGAFOREVER ha inserito nelle sue news giornaliere la scheda dell' edizione noleggio del film live action di produzione giapponese del 1999 Battle Royale, pubblicato da Fool Frame e distribuito da Exa Cinema che distribuisce anche l' intero catalogo anime di questa nuova casa editrice, nata dalle ceneri della defunta Shin Vision, azienda che doveva pubblicare precedentemente il film.

BATTLE ROYALE!


A noleggio da agosto. Regia: Kinji Fukasaku

Basato sull'adattamento di Kenta Fukasaku del romanzo omonimo di Koushun Takami pubblicato nel 1999

Battle Royale una pellicola prodotta in Giappone nel 2000, i cui diritti per l'Italia sono stati acquisiti da Shin Vision ma mai pubblicata. ll film è stato oggetto, in Giappone, di discussioni parlamentari e, in altri paesi, è stato bandito o censurato a causa della sua estrema violenza. Questo non ha fatto altro che accrescere l'attesa del pubblico e su Internet sono proliferati centinaia di forum di discussione sull'argomento. Il film è stato trasmesso, sottotitolato, solo nei festival cinematografici.

Un fan su tutti: Quentin Tarantino!
La potenza espressiva di Koushun Takami (autore del romanzo Battle Royale), Kinji Fukasaku (regista di ‘Tora! Tora! Tora!') e Beat Takeshi Tikano (Leone d'Oro a Venezia con Hana Bi), insieme all'energia dei quarantadue giovani selezionati per interpretare i ragazzi protagonisti delle vicende, hanno impresso su questa pellicola una delle storie più viscerali del cinema mondiale, dipingendo un dramma universale che come sospeso tra le atmosfere visionarie dell'originale ‘Grande Fratello' di George Orwell e quelle ancestrali del ‘Signore delle Mosche' di William Golding, è capace di sconvolgere il pubblico e di insinuarsi nei luoghi più intimi dell'animo umano.

L'inatteso - quanto gradito - "patrocinio" di Quentin Tarantino ha definitivamente consacrato il fenomeno. Il regista americano non solo ha in più occasioni declamato il suo amore per il film («I love Battle Royale!»), ma ha anche indicato il resista Kinji Fukasaku come uno dei suoi maestri alla macchina da presa ed ha scritturato Chiaki Kuriyama (una delle protagoniste di Battle Royale) per interpretare Go Go Yubari nel suo recente Kill Bill.

Una storia cruda e senza compromessi grazie alla quale il romanzo è diventato un best‐seller e il film un successo inarrestabile, nonché fonte di un'interrogazione parlamentare in Giappone.

*************

Sinossi:
Il film ha luogo in un futuro prossimo nel quale le dinamiche sociali moderne hanno visto diminuire pericolosamente l'autorità della popolazione adulta; tutto ciò si riflette soprattutto nell'ambiente scolastico.

Le autorità, preoccupate per la vertiginosa crescita della criminalità giovanile, decidono di varare la "Millenium Educational Reform Act" conosciuta anche come "Battle Royale Act". Si tratta dell'estrazione a sorte di un gruppo di studenti delle superiori che dovrà partecipare al Battle Royale, un crudele gioco di sopravvivenza nel quale i ragazzi avranno il compito di uccidersi a vicenda per difendere la propria incolumità al fine di essere eletti vincitori e poter tornare finalmente a casa. Solo l'ultimo sopravvissuto potrà fregiarsi di tale riconoscimento. Se, allo scadere dei tre giorni durante i quali si svolge il gioco, saranno in vita più individui, il comitato supervisore dei ragazzi ucciderà tutti facendo esplodere il collare elettronico legato al collo di ogni giocatore.

Fa parte del comitato, oltre ai militari, il prof. Kitano (interpretato da Takeshi Kitano). Ogni concorrente ha in dotazione, oltre al collare‐bomba, una bussola, una mappa dell'isola, viveri per 3 giorni e un'arma.

Le armi spaziano dai mitragliatori ai bastoni, dalle balestre alle accette.

Le regole del gioco sono semplici:

1 ‐dura tre giorni

2 ‐ogni giocatore parte con cibo, acqua e ‘un'arma'.

3 ‐Se più di un giocatore sopravvive, muoiono tutti.

4 ‐Non c'è via di fuga.

... la battaglia per la sopravvivenza ha nuovamente inizio!

 

Foolframe

Foolframe
  • Casa Editrice: Non disponibile