Giappone: la crisi dell' animazione

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Yasuo Yamaguchi, direttore managing dell' Association of Japanese Animations (AJA, letteralmente l' Associazione delle Animazioni Giapponesi), ha tirato le somme di un quadro nero sulle vendite e i prodotti realizzati dell' animazione del suo paese.

Ha definito l' industria animata del Giappone, come una "bolla che è in procinto di scoppiare da diversi anni", affermando che c' è stato un declino di vendite di dvd, hd dvd, blu-ray e vendite di prodotti animati all' infuori del paese. Pochi anni prima le vendite in terra nazionale e in altri paesi per l' acquisizione di varie licenze da parte, ad esempio, del mercato americano, raggiungevano cifre strabilianti solo con i dvd, secondo i dati forniti negli anni 2003 e 2004. Nel 2007 invece, queste vendite sono state quasi raggiunte grazie all' accorpamento di tutti i formati come dvd, hd dvd e blu-ray. Dopo vari numeri, Yamaguchi conclude che il Giappone è finito addirittura dietro alla Cina in numero di prodotti realizzati nello scorso anno. Se volete saperne di più, andate alla notizia originale in inglese, al sito Anime News Network. La notizia è stata scritta grazie anche ai dati ripresi dal quotidiano giapponese Asahi Shimbun.

Anime

Anime