Il governo nipponico stanzia 214,5 milioni di yen per i giovani animatori

di

L' Agenzia per gli Affari Culturali del governo giapponese ha stanziato una spesa di 214,5 millioni di yen (circa 1,9 milioni di euro) per seguire dei giovani animatori sul lavoro durante la produzione di quattro corti animati questo anno.

L' agenzia ha incaricato la Japan Animation Creators Association (JAniCA) del progetto "2010 Young Animator Training Project" dopo aver accettato la proposta di offerte per il piano di investimento nel mese di aprile. Ulteriori dettagli riguardo questa iniziativa verranno forniti appena si saprà qualcosa sul meeting degli studi di produzione anime interessati a partecipare al progetto, che si è svolto venerdi scorso. La produzione di quattro corti animati originali della durata di 30 minuti ciascuno con una spese di 38 milioni di yen (circa 320,000 euro) per ogni produzione, verrà lanciata questo giugno e durerà circa un anno e mezzo. La produzione dell' animazione per ogni corto richiede di essere realizzata in Giappone, per far si che i professionisti trasmettano la loro esperienza ai giovani animatori attraverso la formazione sul posto di lavoro. Una delle ragioni per cui l' Agenzia degli Affari Culturali stia sostenendo questa iniziativa è la preoccupazione che la maggior parte del processo di realizzare degli anime giapponesi si stia espandendo all' estero, fattore che ha portato ad un calo della possibilità di insegnare le tecniche sull' animazione all' interno del Giappone. La JAniCA è un lavoro di gruppo istituito da registi, animatori ed altri componenti dello staff con varie mansioni nel 2007.

Fonti: Asahi Shimbun, animeanime.biz e Anime News Network

 

Il governo nipponico stanzia 214,5 milioni di yen per i giovani animatori

Anime Jap

Anime Jap