Intervista a Marco Schiavone, editor delle Edizioni BD e J-POP

di
INFORMAZIONI SCHEDA

In rete abbiamo trovato un' interessante intervista fatta dal portale Mondi Sommersi e riportata dal sito ComicsBlog a Marco Schiavone, editor di Edizioni BD e J-POP

Vi riportiamo l' intervista integralmente:

Premessa: dopo avere letto queste domande posso iniziare la mia settimana lavorativa con rinnovato entusiasmo. È bello avere a che fare con lettori appassionati, curiosi, preparati. Grazie, Max, per aiutarci a coltivarne ogni giorno di nuovi.

1) Una casa editrice come Jpop riesce a proporre manga a prezzi inferiori di quelli di case editrici più illustri; il tutto tenendo altissima la qualità di stampa. Questo dipende da un vostro spirito di sacrificio o effettivamente è possibile, senza troppi affanni, non imporre una campagna di sfruttamento dell'utente finale?


1) Bella domanda. Quando si produce qualcosa, ci sono sempre dei costi diretti (nel nostro caso sono traduzione, diritti, pubblicità, tipografia)e indiretti (l'affitto degli uffici, la bolletta del telefono, gli stipendi, etc). Sicuramente abbiamo cercato di contenere il più possibile i costi indiretti, per evitare che pesassero sul nostro lettore, cercando allo stesso modo di pagare dignitosamente i nostri autori, grafici e traduttori. Non è che noi siamo eroi e gli altri farabutti, intendiamoci. Noi siamo arrivati a mercato già maturo, mentre altre aziende probabilmente hanno visto crescere le loro strutture negli anni migliori.

2) Che fine ha fatto il manga "L'Isola dei Tokkou"? (sul sito non ce n'è nemmeno l'ombra!)


2) Abbiamo fatto un errore su quel manga: metterci il numero uno. Abbiamo poi capito che intenzione dell'autore era procedere con one-shot, senza vincoli di continuità. Se in Giappone uscirà un secondo volume, stai certo che lo proporremo.

3) Jpop ha pronto un altro titolo da lanciare che sia di forte richiamo? 666 Satan, per esempio, aveva tutte le carte in regola per rientrare in questa categoria di "potenziali successi" (come è stato), ed è stato promosso benissimo.

3) In questo momento non abbiamo altri titoli paragonabili a 666 Satan. D'altro canto, non ce ne sono. Forse l'unico poteva essere Souleater, che è a nostro avviso per lettori un po' più giovani. Non che non abbiamo provato a prenderlo ugualmente, eh. Non faccio la volpe con l'uva. Devo anche dirti che nella tradizione JPOP i successi sono spesso stati quei titoli a cavallo tra shonen e seinen, come Hellsing, Trigun, Jackals, Ubelblatt... ed è a questi che stiamo aggiungendo delle robe decisamente fiche. Le prime, che troverete sulla prossima Anteprima, sono Brave Story e Satanister.

4) Quale manga consiglieresti ad un lettore di graphic novel? Quale graphic novel consiglieresti ad un lettore di manga?

4) Bella domanda. Sta per uscire il nostro Kamunabi, di Hoshino, un mangaka ancora sottovalutato ma che per profondità di tematiche e abilità con le chine non ha nulla da invidiare a nessun artista europeo. Anche Duds Hunt è un manga che può assumere forma di "libro", come testimonia l'edizione negli Oscar Mondadori. E la saga Manhole, sempre di Tetsuya Tsutsui, può essere piacevole per un lettore abituato a tavole sincopate e testi più corposi.
Per quanto riguarda il processo inverso, consiglierei Fun Home, di Alison Bechdel, a chi è appassionato di letteratura; Tre Ombre, di Cyril Pedrosa, a tutti i papà e le mamme; L'Incal, di Jodorowsky e Moebius, a tutti gli appassionati di esoterismo e disegni spettacolari; 1890, di Francesco Ripoli, per un assaggio di storia vera del brigantaggio italiano, e infine Il curioso caso di Benjamin Button e Whiteout, a tutti coloro che saranno trascinati al cinema dalle loro fidanzate per vedere Brad Pitt, e potranno consolarsi con le immagini di Kate Beckinsale.

5) Quale è la migliore casa editrice italiana del momento? Quali sono i suoi pregi e i suoi difetti?


5) Urca. Domandona. Migliore da che punto di vista? Chiaro che l'editore più bello sono io. Non sono il più ricco, purtroppo. Non ancora, perlomeno. Colpa di Max che non vende abbastanza fumetti BD e JPOP. Dai, sbrigati! Se poi divento ricco quando non sono più bello a che mi serve? Toccherà buttarmi in politica, a quel punto. A parte gli scherzi (ho il fondato sospetto di non essere davvero il più bello degli editori italiani), è difficile giudicare. Posso dirti quali sono secondo me i pregi e i difetti di BD: siamo entusiasti, abbiamo la freschezza tipica di chi ha iniziato da poco, e quasi tutti arriviamo da esperienze professionali extra fumetto, che ci aiuta a vedere le cose con un punto di vista meno scontato. Il nostro difetto principiale è che abbiamo iniziato da poco, veniamo considerati un po' gli ultimi arrivati e dobbiamo faticare di più per essere visibili. Spesso ci facciamo distrarre troppo da ciò che ci piace personalmente, e dobbiamo ascoltare di più il mercato. Infine, dobbiamo migliorare la comunicazione e la puntualità delle nostre uscite. Ah, e dobbiamo diventare anche i più ricchi. Così da abbassare tutti i prezzi e fare uscire ancora più fumetti. 

6) Quando esce Fell 3?

6) L'editore ti risponde: quando Warren Ellis si decide a scriverlo. Spero presto.

Il lettore ti risponde: secondo me, mai. All'inizio di febbraio 2009 Ellis non pare avere ancora finito lo script di Fell 10 (americano). Peccato: oltre a essere una gran bella lettura, aveva anche incontrato un buon successo di pubblico. Temo che Ellis non riesca a trovare spunti decenti per continuare una serie di qualità molto alta, e preferisca dedicarsi a sceneggiature più ordinarie e lucrative per i big. Un gran peccato. Possiamo solo (ri)leggere i primi due Fell, e farli conoscere a chi non ha ancora avuto la fortuna di sfogliarli.

7) Avete intenzione di rifare il BDDay quest'anno?

7) Sì. Ci stiamo lavorando.

8) Avete in cantiere altre miniserie italiane tipo Garrett?

8) Sì. Ci stiamo lavorando.

9) Quanti numeri durerà Underskin? Per quando è previsto il prossimo volume? Pubblicherete altre opere degli stessi autori?

9) Underskin è previsto in quattro numeri. Mentre il secondo sta uscendo ora dalla tipografia, Massimo sta finendo di disegnare il terzo volume. Il lavoro di Andrea e Massimo ci è piaciuto molto, loro sono due ottimi ragazzi, e spero proprio di continuare a lavorare con loro. Anzi, ora che ci penso, abbiamo già in cantiere un volume disegnato da Massimo, scritto da Adriano Barone. Si chiama l'Era dei Titani, e dovrebbe vedere la luce a novembre.

10) Quale sono i tre manga che vi hanno dato maggior soddisfazione e quali progetti Bd?


10) Se per soddisfazione intendiamo vil denaro, direi: Warcraft, 666 Satan, Hellsing. Anche pubblicare i lavori di Tsutsui e di Nightow è stato molto piacevole perchè abbiamo potuto invitare in Italia gli autori, conoscerli e passare del tempo con loro. Riguardo BD, direi per la pecunia: La Roma dei Cesari, La Lunga Strada della Vendetta e Slash. In questo caso le "soddisfazioni" quasi coincidono, dei primi due ho conosciuto con gran piacere gli autori, e ho avuto il privilegio di potere passare del tempo con loro. Slash purtroppo non siamo riusciti a coinvolgerlo direttamente. L'avrei visto bene a Lucca a fare disegnini. Sul serio: sapevate che il logo dei Guns'n'Roses è opera sua? Sapevatelo, con la sua bella autobiografia!

11) Quando riprenderanno Priest e Blood Alone?

11) A proposito di Priest, non saprei. Probabilmente c'è di mezzo l'Opus Dei. Non si capisce altrimenti perché un artista molto apprezzato e tradotto in vari paesi non si decida a continuare un manga di successo che ha anche un film in lavorazione. Per Blood Alone, presto, credo tarda primavera.

12) Avete in programma altre raccolte in volumi economici come Torpedo?


12) Seppur tipograficamente meno prestigiosa, anche le riedizioni dei libri di Moebius seguono lo stesso copione: l'edizione più economica possibile. Dopo Arzach, La Pazza del Sacro Cuore e L'Incal, quest'anno riproporremo Il Garage Ermetico. Ancora una volta con una nuova grafica e traduzione.

13) Dopo il bellissimo volume "Battaglia - Le Guerre di Pietro" di Recchioni e Leomacs ci sarà un seguito con altre avventure del nostro vampiro?

13) Lo spero proprio! Peraltro a breve uscirà l'edizione francese, che sarà sicuramente di stimolo a Rrobe e Leomacs. Tengono moltissimo a Battaglia, che ha sempre avuto una gestazione non semplice proprio per il grande affetto che gli autori provano per Pietro. L'anno scorso ci si è anche distratti per la prospettiva di una riduzione cinematografica, poi purtroppo sfumata.

14) Uscirà mai il secondo volume di KANE di Paul Grist?

14) Non nel breve periodo. L'accoglienza del pubblico italiano per il primo volume è stata piuttosto tiepida.

15) Sareste interessati a pubblicare in Italia il manga di sicuro successo School Rumble? So che i diritti appartenevano alla Play press ormai defunta o presunta tale, che lo pubblicava a puntate sulla rivista Yatta!. Considerato che è finita in Giappone pochi mesi fa con 22 volumi e che ha avuto un successo clamoroso, tanto che in Italia è arrivato anche l'anime, non pensate possa essere un ottimo investimento? Fra l'altro questo è un periodo in cui alcune case editrici stanno ristampando opere Play press come Love Hina e Battle Royale. School Rumble al contrario di queste serie non ha mai avuto un'edizione monografica, quindi sarebbe gradito a tantissimi lettori, che lo invocano su molti forum!

15) Grazie del consiglio!

16) Avete mai fatto un pensierino alla pubblicazione del manga Nodame Cantabile? Perchè secondo lei un titolo così importante non riesce a trovare pubblicazione in Italia, sebbene tutti gli editori italiani continuano a dire che la casa che lo pubblicherà farà un colpaccio?

16) Il pensierino l'abbiamo fatto, lo stiamo facendo. Abbiamo affrontato il settore degli shojo con i piedi di piombo, puntando su un paio di titoli piuttosto attesi e che ci parevano essere di qualità. È presto ora per valutarne i risultati, anche se è un dato di fatto che gli shojo abbiano in Italia un mercato inferiore a quello di shonen e seinen. Il fatto che un editore dica di non potere pubblicare un titolo, ma che per chi lo farà sarà un colpaccio, mi pare un po' un ossimoro (vale a dire, una fregnaccia). Perché non lo fa lui?

17) Sareste interessati alla pubblicazione di titoli come i manga Vinland Saga e Yokohama Kaidashi Kikou?

17) Non al momento.

18) Pubblicherete il terzo e conclusivo volume di Requiem
?

18) Requiem è stato oggetto di una ristampa riveduta e corretta in Francia, avremmo dovuto forse riproporre la saga daccapo e probabilmente così faremo in futuro.

19) Come mai la pubblicazione di un titolo come "I Luv Halloween" va così a rilento?

19) I Luv Halloween è una miniserie di tre numeri. Il secondo è uscito a ottobre 2008, il terzo e conclusivo a gennaio 2009. Potevamo forse essere più veloci, ma abbiamo preferito fare uscire almeno i primi due in occasione di Halloween, per coerenza.

20) A me piacerebbe sapere di quanti numeri è composto hellsing se magari il manga dragon head fa gola alla bd per la stampa.

20) Hellsing è composto di 10 numeri. Il decimo dovrebbe uscire in Giappone a fine marzo, e saremo lesti a proporlo entro la fine della primavera. Dragon Head non è un titolo che ci interessa, al momento.

21) Sono un aspirante fumettista (sia disegnatore che sceneggiatore) e vorrei avere qualche consiglio per riuscire a sfondare in questo campo alquanto ostico. Ad esempio, se dovessi venire da lei e propormi come disegnatore, cosa dovrei fare per colpirla?

21) Spero non tirarmi un cartone.

22) Cosa porterebbe a scegliere me anzichè un altro disegnatore? Solo ("solo" si fa per dire) un buon book di disegni e uno stile grafico vicino alle pubblicazioni della casa editrice?

22) No di certo. Anche offerte in denaro, o in natura: siccome sei un uomo e ti manca il fisico da velina, puoi cavartela con casse di champagne e caviale. Non c'è nulla come il Taittinger e il beluga per farci firmare i contratti!
Scherzi (?) a parte, un disegnatore di fumetti deve farci vedere delle tavole in sequenza interessanti, e poi dopo avere passato un primo filtro, consegnarci in tempi non eterni le prove cui lo sottoporremo.
Le caratteristiche devono essere la puntualità rispetto agli impegni, la curiosità di capire a che cosa e per chi si sta lavorando, l'attenzione alle esigenze dello scrittore e dell'editore, oltre ovviamente alla qualità di base nel disegno.

23) Gli editori, al giorno d'oggi sono propensi ad accogliere e ad aver fiducia negli esordienti?

23) Uhm. Se penso che molte delle case editrici di fumetto popolare hanno dirigenti over sessanta, se non settanta (Astorina, Bonelli, Eura) la vedo dura, poichè è normale che con l'età ci sia meno voglia di rischiare, più voglia di affidarsi ai professionisti conosciuti. Però poi sento che Il Giornalino torna a mettere in cantiere produzioni italiane, e anche Panini ci riprova, e allora penso che la propensione in generale ci possa essere.

24) Dopo Moebius e Bernet avete da presentarci altri Maestri del fumetto? Mi piacerebbe tanto avere le opere di Eisner per esempio.

24) Pure noi? Già Eisner è stampato da Kappa, Einaudi, Fandango, Rizzoli, e qualcun altro che forse ora non ricordo... Mi sa che saremmo decisamente in troppi. Regis Loisel è un maestro del fumetto? Leggendo Peter Pan, mi verrebbe da pensarlo. Stiamo anche lavorando al libro definitivo su un autore un po' misconosciuto, sottovalutato, che forse solo alcuni di voi hanno sentito nominare. Si chiamava Jack Kirby. Si dice che, dei comics, lui fosse il Re.

"Grazie e complimenti per le vostre meravigliose edizioni, non vi ringrazierò mai abbastanza per Welcome to N.H.K."

Ma grazie a te, per comprare e leggere i nostri fumetti. Perché li hai comprati, vero? Non è che li hai rubati al buon Max... o, peggio ancora, li hai letti su internet? Non facciamo scherzi, eh.

Come dicevo più sopra, bella cosa questa. Mi è piaciuta. Quando volete rifarlo, io ci sto.

Alla prossima,
Marco Schiavone

Manga

Manga