J-POP, focus on sulla nuova serie manga Hetalia Axis Powers

di

La casa editrice J-POP ha pubblicato nel suo sito ufficiale un lungo focus on riguardante l'ultimo acquisto che andrà a far parte del già corposo catalogo manga di questa società, ovvero Hetalia Axis Powers, l'opera seinen di Hidekaz Himaruya con protagonisti tutti i paesi del mondo! Per capire il fenomeno Hetalia, occorre tenere conto della componente “tecnologica” che ha fatto da piattaforma e trampolino di lancio a questa fortunatissima serie. Negli ultimi anni in Giappone si è diffuso il fenomeno del “cellulare come forma di intrattenimento”: Oltre a TV, internet e videogiochi, i cellulari nipponici offrono la possibilità di leggere online, tramite appositi servizi a pagamento, anche manga e veri e propri romanzi a puntate (keitai shosetsu). È così che Axis Powers Hetalia ha trovato la sua diffusione.

Partito nel 2008 come web comic, ovvero manga online, il fenomeno si è diffuso tra internet e cellulari fino alla creazione, tra il 2009 e il 2010, di ben quattro serie dell'anime online (sempre visualizzabile su cellulare) dal nome Hetalia: Axis Powers, dal particolare formato in mini-episodi di cinque minuti di durata. Entrambe le serie sono ancora in corso e la loro fama le ha precedute in occidente grazie principalmente grazie a un'attivissima "fandom" su internet.

Tra il 2008 e il 2010 il sito ufficiale Animate.tv ha ricevuto 200.000 click per Hetalia Axis Powers e 60.000 download degli episodi su cellulare, trovandosi costretto a dover chiudere le registrazioni per evitare la congestione derivante dalla troppa utenza. I primi due volumi hanno venduto in patria 900.000 copie nei primi due anni dalla loro pubblicazione, ma hanno ottenuto importanti risultati anche all'estero: basti pensare che il primo volume del manga è rimasto per 21 settimane nella Top 10 della New York Times manga best-seller list. Questi risultati sono notevoli, soprattutto considerando la quasi totale assenza di promozione pubblicitaria dell'opera all'estero. Questo è dovuto soprattutto al passaparola su internet, che ha reso Hetalia famoso in occidente prima ancora che i primo volume venisse pubblicato in Giappone. Una prova può essere data dall'enorme quantità di gadget di Hetalia in vendita alle nostre fiere del fumetto.

La storia di Hetalia è la Storia che più o meno tutti conosciamo. Sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale, le nazioni del mondo sono le protagoniste. Ogni paese viene personificato, dotato di un aspetto e di un carattere unici che rispecchiano appieno tutti i luoghi comuni e gli stereotipi che li caratterizzano. Il risultato è una parodia delle nazioni divertente e ironica che, grazie anche a una serie di strisce e side stories, copre la storia mondiale sin dal medioevo. La Storia, raccontata attraverso questi personaggi, è il racconto comico di risse, dispetti e amicizie di un qualunque gruppo di ragazzini. La crisi economica è un raffreddore, la guerra dei cent'anni è una scazzottata, le Olimpiadi sono un pretesto per Francia per correre nudo per Olympia. Ma partiamo dal principio. Il protagonista che dà il nome all'opera è L'Italia. Il titolo è infatti un gioco di parole tra il nome della nazione e il termine giapponese "Hetare" (goffo, maldestro). Secondo lo stereotipo nazionale, Italia è un ragazzo allegro e ingenuo che ama follemente la pasta e le belle ragazze. Per la disperazione del suo alleato Germania, non è una nazione bellicosa, e per questo subisce spesso le angherie degli altri paesi. Il suo hobby è fabbricare in serie bandiere bianche e la sua specialità è la ritirata.

Italia, il cui vero nome è "Italia Veneziano", ha un fratello, "Italia Romano", che rappresenta il sud Italia anticamente subordinato alla Spagna. Entrambi discendono dal famoso "Nonno Impero Romano", nonostante tutti si stupiscano di questa parentela data l'incapacità del nipote in battaglia. Durante la Seconda Guerra Mondiale si allea con Germania e Giappone, creando L'Asse. Germania è serio ed efficiente, letale in battaglia ma inesperto nelle relazioni interpersonali. Ovviamente ama i wurstel e la birra, e la sua devozione per la vita militare lo porta ad assumere la leadership dell'Asse e il compito di addestrare gli inesperti Italia e Giappone. I temi dell'olocausto non sono minimamente contemplati in Hetalia, ma a un certo punto della serie Germania è in difficoltà per colpa di un certo "Leader Psicopatico" che fa richieste assurde.

Giappone è un personaggio solitario e un gran lavoratore. Ha problemi nelle relazioni interpersonali e non è a suo agio quando gli altri invadono il suo spazio vitale, lo toccano o si avvicinano troppo. A causa della sua inesperienza nei confronti dell'occidente, è molto propenso allo shock culturale, ma tende anche a essere molto influenzabile dalle altre nazioni. Giappone non riesce mai a dire ciò che pensa e l'unica cosa per cui è veramente disposto a combattere è il cibo. A contrastare l'Asse, le forze alleate! Neanche questi paesi sono risparmiati dagli stereotipi.

USA ha forti manie di protagonismo e mangia hamburger a ripetizione. E' stato cresciuto da Inghilterra, ma durante il periodo di ribellione adolescenziale combatte per l'indipendenza, ottenendola. Il suo migliore amico è un alieno grigio di nome Tony. Inghilterra è un ragazzo dalla lingua tagliente e le sopracciglia spesse. Ha un conto in sospeso con Francia dovuto alle antiche rivalità, ed è famoso per la sua pessima cucina. Francia è un narcisista amante del vino, ossessionato dall'idea di conquistare le nazioni limitrofe, che spesso molesta anche sessualmente. Francia attribuisce la sua lunga serie di insuccessi sul campo di battaglia a un capriccio di Dio, nonostante sia chiaro che spesso il problema stia nella sua uniforme alla moda troppo sgargiante. Russia, nonostante il suo aspetto pacifico e innocente, è incredibilmente minaccioso e tiene in ostaggio le nazioni baltiche (Estonia, Lettonia e Lituania), costringendole a lavorare per lui. Ha due sorelle: Ucraina, che lo ha lasciato per stringere amicizia con le altre nazioni, e Bielorussia, che lo terrorizza continuamente con la sua ossessione di sposarlo. Cina è un amante di Hello Kitty e dei panda, e la sua arma letale è un Wok (tipica padella della cucina cinese). Il suo capo è un dragone, ed è considerata la più vecchia delle nazioni, dati i suoi quattromila anni.

Oltre a loro, quasi tutti gli stati del mondo fanno la loro apparizione. Dalla Prussia allo sconosciuto stato di Sealand, ogni stato si ritaglia il suo spazio all'interno del teatrino allegorico di Hetalia.

Hetalia è l'opera che ha letteralmente conquistato il mondo, sempre preceduta dalla sua fama, e che ci ha dimostrato di essere più autoironici di quanto pensassimo.
J-POP, focus on sulla nuova serie manga Hetalia Axis Powers

Hetalia Axis Powers

Hetalia Axis Powers
  • Tipo: Manga
  • Tipo Fumetto: Manga
  • Autore: Hidekaz Himayura
  • Disegnatore: Hidekaz Himayura
  • Casa Editrice: J-Pop
  • Serie: No
  • Sovracoperta: Si
  • Prezzo: 6,90