La sala da tè dell'orso malese, edizione Tunuè per il graphic novel di David Rubin

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Torna in tutte le librerie con un nuova nuova edizione il graphic novel di David Rubín, La sala da tè dell'orso malese, in uscita dal 24 febbraio 2012. Graphic novel vincitore di premi nazionali e internazionali, la sala da tè dell'orso Sigfrido è il punto di partenza, che dà adito ad ogni tipo di storia e permette a Rubín di esplorare tantissime situazioni, personaggi e, perfino, generi. Storie tristi e storie felici, sempre poetiche, drammi di ogni giorno, sogni d'amore e gloria. L'anteprima è disponibile a questo indirizzo.

L'evento: In occasione della presentazione di La sala da tè dell'orso malese, David Rubín sarà a Roma per un incontro sul fumetto spagnolo, il 29 febbraio 2012, ore 19:00, presso l'Istituto Cervantes di Roma - Sala Mostre, Piazza Navona, 91 (Roma). Per maggiori informazioni: Eventi Tunué.


La sala da tè dell'orso malese: storie ed emozioni
"David Rubín riesce a confermarsi come uno degli autori spagnoli più interessanti.
Storie brevi cariche di energico e rabbioso lirismo, con un sviluppo grafico che
imprigiona la retina e intrighi che costringono alle lacrime".

Andrés S. Braún, El Pais
David Rubìn
La sala da tè dell'orso malese
Tunué, 2012 - Collana «Prospero's books» n. 22
17x24; pp. 192 b/n; brossurato, rilegato filo refe,
copertina plast. opaca
Euro 14,50
ISBN 978-88-89613-68-9
Premi

La sala da tè dell'orso malese (Tunué, prima edizione 2009) ha avuto quattro
nominations ai premi della 25° edizione del Salone del Fumetto di Barcellona:
"Miglior opera nazionale", "Miglior sceneggiatura", "Miglior disegno" e "Autore
rivelazione", vincendo poi il premio in quest'ultima categoria. Il graphic novel è
stato vincitore anche dei Premi della Critica 2007 nella categoria "Miglior opera
dell'anno" e ha permesso all'autore di concorrere come finalista nella Prima edizione del Premio Nazionale di Fumetto. Nel palmares internazionale di questo fumetto figurano premi come quello di "Migliore opera straniera" del 2009 al Komikfest di Praga e "Miglior autore straniero al Festival FullComics & Games di Sarzana, in Italia. Torna in una nuova ristampa il graphic novel che ha illuminato l'ascesa del talentuoso David Rubìn all'Olimpo dei fumettisti più apprezzati d'Europa. Una sala da tè è il punto di partenza, che dà adito ad ogni tipo di storia e permette a Rubín di esplorare tantissime situazioni, personaggi e, perfino, generi. Quella di Sigfrido, l'orso saggio che offre da bere ai più diversi ospiti protagonisti dei vari racconti, è più di tutto una sala di sostegno terapeutico. Ogni singolo cliente porta con sé il proprio inferno personale, in cerca di una consolazione. Storie tristi e storie felici, sempre poetiche, drammi di ogni giorno, sogni d'amore e gloria.

L'autore
David Rubìn (1977) studia design grafico alla scuola di arte Antonio Faílde.
Nel 2006 vince il primo Premio come miglior fumetto al festival de La
Coruña e ottiene una nomination come miglior autore rivelazione al Salone
internazionale del fumetto di Barcellona con la storia Dove nessuno può
arrivare, pubblicata in Spagna e poi tradotta in Francia e in Italia (Tunué, 2007). Il suo graphic novel, La sala da tè dell'orso malese (Tunué, 2009) ha
vinto il premio "Autore rivelazione"al Salone del Fumetto di Barcellona e i Premi della Critica 2007 nella categoria "Miglior opera dell'anno". Membro fondatore e disegnatore attivo del collettivo di autori di fumetto Polaqia, Rubín concilia il suo lavoro come autore di fumetto e illustratore con quello di regista di cinema di animazione per la casa di produzione Dygra Films. L'ultima uscita per Tunué: il primo volume di L'Eroe (2011). Attualmente l'autore è impegnato a completare quest'opera con il secondo (atteso) volume.

Tunuè

Tunuè