Milano: al via da oggi una mostra sui samurai

di

I samurai, misteriosi combattenti con favolose tecniche leggendarie e alle volte che sfidano la legge della fisica con le loro spade, misteriosi uomini che il più delle volte si portano dietro un fardello troppo grande nel cuore pieno di dolore, povere anime che hanno dietro a sè un triste passato fatto di sangue, morte e dolore, saranno protagonisti di una mostra nella città di Milano per ben quattro mesi.

Da oggi a Milano in scena un' interessante mostra sui samurai che si concluderà il 2 giugno prossimo che vedrà lo svolgersi di tante iniziative dedicate ad essi, dalla gastronomia a retrospettive, sfiorando anche la storia dei samurai narrata nei lungometraggi di animazione giapponese, nei manga, ecc...insomma un appuntamento da non perdere per chi si trova a Milano e soprattutto per chi è appassionato di questi spadaccini. Maggiori dettagli dal sito Yamato Video:

SAMURAI
Opere dalla collezione Koelliker
A cura di Giuseppe Piva e della Fondazione Antonio Mazzotta

24 febbraio - 2 giugno 2009
Palazzo Reale -Piazza del Duomo 12, Milano

Catalogo Edizioni Gabriele Mazzotta
www.mostrasamurai.it

Palazzo Reale in collaborazione con la Fondazione Antonio Mazzotta presenta la prima mostra in Europa dedicata al complesso mondo dei samurai, alla loro storia, al loro mito. Attraverso l'eccezionale nucleo di armature, oggetti e accessori della collezione Koelliker di Milano, oltre a una serie di manufatti provenienti dalle Raccolte d'Arte Orientali del Castello Sforzesco, verrà ripercorsa la storia sociale, politica ed economica del Giappone puntando soprattutto sul periodo compreso tra il Sei e l'Ottocento, il periodo Edo (dal nome antico di Tokio), l'epoca d'oro dei samurai (o shogun) durante il quale la nazione conobbe un'epoca di pace quasi assoluta. Nel 1870 il Giappone entra in una nuova fase storica, il potere imperiale viene restaurato e lo shogunato definitivamente abolito.
L'esposizione, promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, è prodotta da Palazzo Reale in collaborazione con la Fondazione Antonio Mazzotta. La mostra si avvale inoltre del contributo della Regione Lombardia - Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie e di alcune importanti realtà private.
L'allestimento presso l'appartamento della Reggia di Palazzo Reale e i percorsi didattici assumeranno un ruolo essenziale in questa mostra. Numerosi eventi collaterali (dal cinema alle lezioni sul teatro, sulla musica, ma anche appuntamenti dedicati alle arti marziali, ai fumetti e cartoni giapponesi e alla gastronomia) coinvolgeranno la città di Milano nell'esplorazione dell'immaginario samurai che in Occidente suscita grande fascino e curiosità e che ancora sopravvive come modello di comportamento e pensiero nel Giappone moderno.