Panini: Che la forza sia con voi... - Part II

di

Fonte: Panini Comics

Recentemente ci siamo soffermati sull'importante notizia che vede tornare nei palinsesti editoriali di Panini Comics uno dei titoli più amati e applauditi di sempre: STAR WARS.
Dopo due anni di assenza, i cavalieri Jedi e l'Impero Galattico tornernno protagonisti delle nostre letture con Rebellion, che a partire da febbraio ci descriverà gli eventi successivi alla battaglia di Yavin. Rimandiamo alla nostra news precedente per ulteriori informazioni su questa gustosissima uscita che ci attende per il prossimo mese.
Oggi vorremmo infatti focalizzare la nostra attenzione su un importante evento di casa Dark Horse: stiamo parlando del crossover Vector, che integra e coinvolge tutte le serie di Star Wars sotto il marchio della casa editrice americana.

Questo megaevento occuperà un intero anno di pubblicazioni, a partire dall'albo Knights of the Old Republic #25, in uscita il 30 gennaio; Vector non sarà una miniserie a sé stante, né sarà composto di speciali, ma semplicemente abbraccerà le quattro collane già esistenti nella resa fumettistica dell'universo creato da George Lucas, e specificamente:

- Knights of the Old Republic #25-28
- Dark Times #11-12
- Rebellion #15-16
- Legacy #29-32

A fornirci questi appetitosi dettagli è lo sceneggiatore della serie regolare Knights of the Old Republic, John Jackson Miller, che continua facendoci notare come uno dei punti di forza dell'evento sia rappresentato dall'asincronismo fra le epoche descritte nelle quattro collane sovracitate. I quattro titoli del mondo di Star Wars non sono ambientati tutti nel medesimo periodo temporale, ma abbracciano in momenti diversi un lasso di ben 4.100 anni. In un mondo in cui non si è trovato mai spazio per i viaggi nel tempo, ci chiediamo come sarà possibile portare avanti una storia univoca narrandola dalla prospettiva di epoche così lontane nel tempo. La risposta di Miller è ovviamente evasiva, eppure allude a una soluzione geniale che sicuramente non lascerà deluso il pubblico della serie. Sempre nelle parole dell'autore, Vector ha tutte le potenzialità per essere letto come un nuovo starting point che possa avvicinare nuovi lettori alla serie. Pur coinvolgendo tutte le testate attualmente esistenti, questa storia non necessita di grossi background sulle vicende precedenti per essere letta e goduta.
Una nuova accattivante pagina sembra essersi aperta per i fumetti di Star Wars in America, ed è un dovere e un piacere rendervene partecipi con costanti aggiornamenti. Vi invitiamo comunque a entrare nel vivo di questa "rinascita" direttamente nelle vostre case, non perdendovi STAR WARS: REBELLION a partire da febbraio! Che la forza sia con voi, sempre!