Star Comics: Tutto ciò che dovete sapere per il 2008

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Fonte: Star Comics


"Per chi non fosse riuscito a partecipare a Lucca Comics & Games, ecco il riassunto (be', più o meno) di quello che accadrà entro la prossima primavera: lo diffondiamo prima che il classico tam-tam trasformi gli annunci ufficiali in leggende metropolitane, cosa che accade piuttosto spesso quando le informazioni vengono passate di bocca in bocca tra amici e conoscenti, evocando il divertente (ma impreciso) effetto "mio cuggino mio cuggino" di elioelestorietesiana memoria.

Innanzi tutto, arrivano un paio di belle ristampe dedicate a Inu-Yasha e One Piece: non Perfect Edition, ma 'semplici' nuove edizioni nel formato standard, magari con qualche particolare differente (colori, logo, e così via) e qualche correzioncina qua e là, che non guasta mai. Per quanto riguarda Inu-Yasha, inoltre, ripristineremo la lettura alla giapponese, e uscirà tutto nell'attuale formato di circa 200 pagine, a differenza dei primissimi numeri, che - come ricorderete - apparvero in formato 'sottiletta' secondo gli standard dell'epoca.
Perché ristampare queste due serie? Per due ragioni fondamentali.
Prima di tutto, rendiamo noto che nonostante l'altissima tiratura, gli arretrati più datati di entrambe le serie sono del tutto esauriti ormai da tempo, e i successivi si contano sulle dita di due mani e un piede: in fondo, stiamo parlando dei due manga (Dragon Ball a parte) più venduti oggi in Italia. In secondo luogo, però, ci siamo anche resi conto che pubblichiamo Inu-Yasha e One Piece da quasi sette anni (rispettivamente, febbraio e luglio 2001), e migliaia di nuovi lettori che oggi vorrebbero seguirli all'epoca non avevano ancora imparato a leggere, e quindi non possono farlo perché non trovano i primi numeri: calcolando che in molte città non esistono fumetterie a cui rivolgersi per gli arretrati (peraltro ormai inesistenti, come dicevamo poc'anzi), significa che moltissimi giovani italiani non avrebbero mai la possibilità di godersi queste due belle serie. Dunque, l'unica possibilità è che questi due amatissimi serial tornino in distribuzione nei primissimi mesi del 2008: prenotateli subito (diciamo sul serio!), perché come capita sempre in questi casi andranno decisamente a ruba. Così come andrà a ruba anche One Piece Yellow, la terza 'onepiececlopedia' ricchissima di materiale inedito, schede, fumetti, illustrazioni e follie, tutto frutto del genio di Eiichiro Oda, in Italia già nella prima metà del nuovo anno.
Sempre a Gennaio un grandissimo ritorno in versione extralusso, I cavalieri dello zodiaco - Saint Seiya - Perfect Edition. Tornano Pegasus e compagni in una nuova edizione completamente "rimasterizzata" e arricchita dalle tavole a colori originali. Tutte le tavole a colori (originariamente apparse solo su rivista).Vignette e dialoghi aggiornati, nuovissime copertine inedite, nuovo adattamento, volumi enormi, dalle 232 alle 256 pagine ciascuno, grande formato 14x21 cm.
Un'occasione imperdibile per tutti i giovanissimi lettori che non hanno mai letto uno dei manga più celebri e avvincenti, nella stessa edizione 'perfect' che ha riportato all'apice del successo Dragon Ball! Altra attesissima novità arriva dalle mani di Hiro Mashima, già autore di Rave: the groove adventure, che ci presenta Fairy Tail, una storia di avventure magia e tanto divertimento. Da febbraio prepariamoci poi a divertirci tutti insieme grazie allo spirito e all'originalità di Ai Morinaga, che con Boku to Kanojo no XXX (Himitsu) gioca all'inversione dei ruoli elevandola al quadrato: un ragazzo timido e quella scalmanata di cui è invaghito, per una serie di circostanze decisamente 'pseudo'scientifiche finiscono per scambiarsi i ruoli... rimettendo solo apparentemente le cose a posto, ma dando origine a una serie di esilaranti equivoci! A questo titolo, che ha generato nientemeno che un telefilm live-action, leghiamo un piccolo sondaggio: come lo intitolereste, voi? Noi abbiamo alcune idee, e ci piacerebbe conoscere la vostra opinione: (a) IL NOSTRO SEGRETO, (b) 1 SEGRETO X 2, (c) IL SEGRETO DI LUI & LEI. Avanti coi voti (e con le eventuali nuove proposte)!
Dopo le risate, è necessario però anche tornare seri. Dopo averci affascinato con la più bella saga fantasy-horror di ogni tempo, Yuzo "3x3 Occhi" Takada scende di nuovo in campo senza mostri vari, a sensibilizzarci su un argomento importante che per una serie di ragioni lo ha coinvolto molto da vicino: la donazione degli organi. Grazie a una miniserie di appena due volumi, Booking Life vi toccherà 'angelicamente' il cuore, e forse vi farà vedere sotto una nuova luce questo atto estremamente umano.
A marzo, per tutti i fan di Mitsuba "Lui il Diavolo" Takanashi, ecco che arriva finalmente Crimson Hero: una ragazza un po' maschiaccio divisa a metà tra la passione per lo sport e la famiglia, con due genitori che le mettono i bastoni tra le ruote appena possono, e che la vorrebbero concentrata sulla sofisticata attività di famiglia. E quando parliamo di bastoni tra le ruote, includiamo addirittura la soppressione della squadra di pallavolo femminile a cui la ragazza vorrebbe iscriversi! E allora, ecco il colpo di genio... Iscriversi alla squadra maschile! Avete idea di quanti equivoci possono capitare, in una situazione in cui è necessario tenere nascosti ben due segreti, e su due differenti fronti?!
Ma non dimentichiamoci di Mayu Shinjo, che continua a mietere successi tra i lettori di entrambi i sessi, grazie ai suoi shojo deliziosamente piccanti: sarà di nuovo dei nostri con Virgin Crisis, una mini-mini-serie in cui una liceale come tante decide che per conquistare il ragazzo che le piace c'è solo un sistema, e cioè stringere un patto col diavolo ed esprimere un desiderio. Ovviamente il sulfureo risolutore, in questi casi, chiede sempre qualcosa in cambio, e qui nascono una serie di problemini. Benché si tratti pure di un bel diavolo, la cosa che viene chiesta in cambio all'ingenua ragazza è... ecco... be', insomma, lo si capisce abbastanza bene dal titolo, no? Siete abbastanza grandicelli senza che vi stiamo a spiegare tutto quello che riguarda la faccenda delle api e dei fiori. A partire dalla primavera, ecco che arrivano altre leccornie.
Iniziamo innanzitutto con le miniserie di Mag-Garden, fra cui spicca il fanta-action-dark-steampunk (hanf hanf...) GunDolls di Kenjiro: una nuova iniziativa di Star Comics per dimostrare che per leggere una bella storia d'azione e mistero non sono necessari diecimila volumi, e che con la tecnica della narrazione "a storia iniziata" è possibile focalizzarsi immediatamente sul nucleo centrale della vicenda. Insomma, questa nuova iniziativa, che chiamiamo in codice "Two-Shot" (miniserie in due volumi) è volta a portare in Italia i migliori nuovi autori e titoli di genere, permettendo una panoramica vastissima e soprattutto poco gravosa per le tasche di ognuno: oltre ai prezzi di per sé contenutissimi, in un paio di mesi, senza gli eterni e ripetitivi power-up dei personaggi principali, si entrerà da subito nel vivo della storia e si giungerà alla sua conclusione, senza tanti fronzoli. Subito dopo avrete modo di godervi - sempre in formato "Two-Shot" - il piacevolissimo Death God Four di Sho Satogane. Insomma: se vi piacciono le serie d'azione e siete snervati dalla loro abituale lunghezza, in questo modo avrete la parte migliore... concedeteci il parallelismo gastronomico... il filetto di manga, senza ossa e senza grasso! Insomma: dù volùm is mègl che uàn!
E andiamo avanti con un'altra bella sorpresa: Elemental Gerad: Flag of Blue Sky ci porterà la serie parallela di Mayumi Azuma, che dopo il clamoroso successo della saga principale, ci racconterà la storia di un tradimento, a causa del quale un intero regno si vede deportare tutte le donne dalla famigerata organizzazione che tanti danni fa alle Adil Raid: la principessa Ashea riesce a sfuggire e a organizzare una resistenza insieme a un piccolo gruppo di amici - fra cui la Adil Raid personale del re assassinato - e a Melfond... la sorella della ben nota Cisqua di Elemental Gerad!
E poi ancora Mitsuru Adachi con il nuovissimo Short Program, in cui dimostra tutta la sua bravura anche in storie non a sfondo sportivo; e poi una grande Rumiko Takahashi con One Pound Gospel, che conclude col quarto volume la dolce (ma divertente!) miniserie della suora e del pugile: in seguito a una specifica richiesta di Shogakukan, ve la presenteremo daccapo, in una bella confezione sovracoperinata e con lettura alla giapponese. Chi ha già i primi tre volumi, comunque, non disperi: il quarto volume avrà le stesse dimensioni dei precedenti tre, e potrà essere letto consecutivamente.
Successivamente sarà poi la volta di Steamboy di Katsuhiro Otomo e Yu Kinutani, in due meravigliosi volumi da collezione e da leggere e rileggere nel corso degli anni, il vero e proprio prequel al celeberrimo film d'animazione dello stesso Otomo.
E poi alcuni graditissimi ritorni, come quello di Yaiba (che, possiamo dirlo?, è per noi il miglior manga di Gosho Aoyama, senza nulla togliere a Detective Conan), e poi quello di Zetman, e Claymore (che finalmente Katsura e Yagi hanno ripreso a disegnare quasi al doppio della velocità), e ancora Chevalier e Gyuver; e senza dimenticare ovviamente il ritorno a cadenza bimestrale di B.O.D.Y, High School Debut e di Clover, di Ransie - Batticuore a Mezzanotte.
E, dulcis in fundo, una sorpresona attesa già da almeno un paio di anni, che dopo lunghe trattative è finalmente pronta per entrare nelle vostre librerie e nei vostri cuori: Una Ragazza alla Moda, ovvero Haikarasan ga Tooru, meglio nota ai più per la serie TV Mademoiselle Anne, un grande classico di enorme prestigio pubblicato svariati anni fa a episodi su rivista, e finalmente raccolto, riveduto, corretto e con lettura alla giapponese, in una bella edizione libraria. Non mancheranno poi, per nessun motivo al mondo, i nuovi volumi di Cesare - Il creatore che ha distrutto, che Fuyumi Soryo ci ha promesso a cadenza semestrale, e che nel corso di Lucca Comics & Games 2007 hanno ottenuto un tale successo da finire esauriti ogni singolo giorno della manifestazione, sia allo stand Star Comics, sia allo stand Star Shop, e non solo perché era presente l'autrice, ma perché il pubblico italiano ha accolto questa storia a fumetti con un calore e un entusiasmo che non hanno precedenti. Tanto per dirvene una, alcune importanti personalità italiane della letteratura, del giornalismo e dello spettacolo se ne stanno interessando, e sul terzo e quarto volume potrebbero essere pubblicate entusiastiche introduzioni scritte di loro pugno: una cosa mai vista in Italia, e che una volta per tutte metterebbe il fumetto in generale - e il manga nel dettaglio - sotto una luce nuova, zittendo chi lo ha sempre bistrattato, e consacrandolo una volta per tutte come un efficace mezzo di narrazione e divulgazione. Restate in attesa, perché fra qualche mese potremmo dare annunci davvero incredibili in merito a questo argomento: pensate in grande.
E intanto, la timidissima (non avete la minima idea di quanto lo sia, parola nostra) Fuyumi Soryo ringrazia tutti per l'affetto dimostrato dai lettori italiani, un'ondata di calore che la ha investita lasciandola letteralmente senza fiato: tenete presente che, per dedicarsi anima e corpo a Cesare, quella di Lucca è stata la sua QUINTA uscita dalla porta di casa in tutto il 2007, il primo incontro pubblico dopo anni e anni, e in assoluto il primo e unico incontro in merito a questa nuova serie. Provate a immaginare un bagno di folla del genere dopo mesi di letterale auto-reclusione e isolamento! Quindi, chi è riuscito ad accaparrarsi il suo autografo lo conservi come un tesoro prezioso: chi era presente ha assistito a un evento senza precedenti e - lo sottolineiamo - in esclusiva mondiale.
Qualcuno, poi, nella conferenza di chiusura a Lucca (a proposito, grazie per aver riempito la sala nonostante l'orario barbino: le 17:00 di domenica, quando normalmente tutti sono già di ritorno verso casa! Vi vogliamo bene!) ci ha chiesto di Hirohiko Araki. Ebbene, anche Steel Ball Run procede a gonfie vele, e facendo qualche pausa qua e là riusciremo di volta in volta a proporvi almeno tre volumi tutti insieme, a cadenza mensile. E dato che ormai "The Genius" si appresta a tirare le somme di questa serie (dovrebbe capitare tra il 18° e il 20° volume) molti si chiedono «...e dopo?». Be', intanto stiamo a vedere se e come il racconto si ricollegherà al filone narrativo principale, quello del JoJo-universo originale nato vent'anni fa e rivoltato come un guanto in Stone Ocean; poi teniamo le orecchie alzate sul soggetto delle ventilate prossime due serie jojesche, quasi certamente conclusive; restiamo in attesa di una nuova raccolta di storie brevi che avranno come protagonista il fumettista portatore di stand Rohan Kishibe (quello della quarta serie di JoJo), e infine iniziamo a pensare che molti non hanno mai potuto mettere gli occhi sulle prime avventure de Le Bizzarre Avventure di JoJo, iniziato in Italia ben quindici anni fa, e cioè quando migliaia dei nostri attuali lettori non erano nemmeno ancora nati. Che ne dite? Potrebbe essere l'occasione buona per iniziare a pubblicare un certo Phantom Blood? Secondo noi potrebbe. Ma noi non abbiamo detto niente, intesi? Tenetelo per voi.

Nel frattempo, buona, buonissima lettura con i manga Star Comics!"