Universo DC, la rinascita di Kid Eternity

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Nel 1994 si conclusero le avventure di Kid Eternity, un personaggio ritenuto sempre marginale nella schiera di eroi dell' Universo DC. Ma ora sembra che per questo personaggio ci sia un' occasione per resuscitare a nuova vita grazie ad uno story arc Sean McKeever che lo inserisce come membro dei Giovani Titani. In arrivo le avventure di questo eroe da Ann Nocenti e Sean Phillips in territorio italiano grazie a Planeta DeAgostini.

Una vita di seconde oportunità

La vita, gli artisti e, in generale, le opere intellettuali sono tutti accomunati da una caratteristica: a volte, quando la loro fine sembra ormai inevitabile, hanno l'innata capacità di rinascere dalle proprie ceneri. Il malato terminale trova miracolosamente una cura al male che lo affligge; il romanzo invecchiato e dimenticato in qualche scaffale polveroso di una biblioteca viene finalmente riportato alla luce; il creatore incompreso -quando era ancora in vita- viene riscoperto da qualche esperto contemporaneo. Tutti questi sono casi che dimostrano come, di tanto in tanto, la Storia conceda una seconda opportunità. Non è poi così inusuale che anche i personaggi partoriti dall'immaginazione di scrittori e sceneggiatori possano godere dello stesso trattamento, ovvero, ricevere una seconda chance. In un certo senso, l'arte imita la vita, in tutti i suoi aspetti e in tutte le sue sfaccettature, anche quelle più bizzarre come questa che abbiamo appena descritto. Kid Eternity è senza dubbio un fumetto (un'opera d'arte) che imita la vita reale. Ma andiamo con ordine.

Nel dicembre del 1942, sul numero 25 della testata Hit Comics, pubblicata dalla Quality Comics, esordisce Kid Eternity. Non si conosce il suo nome. Si sa solo che è morto a seguito dell'affondamento del suo modesto peschereccio da parte di un sottomarino tedesco durante la II Guerra Mondiale. Un evento tutt'altro fuori dal comune, visti i tempi che correvano. Solo che, secondo i disegni divini, il ragazzo sarebbe dovuto morire settantacinque anni più tardi. Con il proposito di rimediare a un errore così grossolano, al ragazzo vennero concessi due doni e un obbligo: gli sarebbe stata concessa la possibilità di ritornare in vita fino a completare il suo "periplo vitale" a patto di diventare il difensore della giustizia sulla Terra. Per portare a termine questo importante incarico, Kid Eternity avrebbe potuto convocare qualsiasi personaggio storico o mitologico benigno semplicemente pronunciando la parola "Eternity", espressione che, fra le altre cose, usava per materializzarsi o svanire a piacimento. Nasceva così un nuovo supereroe (di secondo piano) della Golden Age.

Nel 1956, però, il proprietario della Quality decise di vendere l'azienda e la proprietà intellettuale delle opere prodotte alla diretta rivale, la DC Comics, includendo nel pacchetto anche Kid Eternità e il personaggio cadde ben presto nel dimenticatoio. Solo negli anni Settanta, la casa editrice decise di mettere a frutto l'acquisto e introdusse nel proprio cosmo alcuni dei fumetti comprati dalla Quality. Il nostro personaggio venne infine battezzato con il nome di Christopher "Kit" Freeman e inserito, come membro della Famiglia Marvel, all'interno della continuity di Terra-S. Questo era il mondo che faceva da sfondo alle sue avventure e dove affrontava una nutrita galleria di nemici (facendo, di tanto in tanto, anche qualche incursione nelle storie di Shazam!).

Quello di Freeman fu però un ritorno in scena davvero breve. Nel 1985, la casa editrice riorganizzò il suo universo narrativo con la leggendaria Crisi sulle Terre Infinite; il crossover determinò la scomparsa di decine di personaggi, tra i quali il nostro Kid Eternity. Solo sei anni dopo, la Storia concesse un'ennesima "seconda chance" al nostro eroe. Nel 1991, Grant Morrison e Duncan Fegredo unirono i loro incredibili talenti dando vita a una miniserie di tre numeri che ridefiniva il personaggio. I due autori reinterpretarono il giovane eroe dando alle sue avventure un taglio molto più adulto e dark, ignorando la continuity DC e riportando il personaggio alle origini. Morrison e Fegredo aggiunsero al loro cocktail esplosivo tematiche scottanti, come gli abusi sui minori, e mostrarono le macchinazioni ordite dai Signori del Caos (che, insieme ai loro antagonisti, i Signori dell'Ordine, reggono i destini della magia nell'Universo DC) per alterare la realtà.

Nel maggio del 1993, nasce la linea Vertigo e Kid Eternity passa nelle mani di Ann Nocenti e Sean Phillips. I due autori firmano una serie regolare durata sedici numeri, che trae ispirazione dal lavoro di Morrison. Il lavoro della Nocenti e di Phillips contribuì a un'ulteriore definizione di alcuni aspetti essenziali del personaggio, in modo da rendere la collana più fruibile a tutti i lettori.

Nocenti e Phillips, Phillips e Nocenti, rinascita e consacrazione. Per la Nocenti, scrittrice dalle tendenze progressiste e proveniente da un lungo e fortunato periodo come editor e sceneggiatrice alla Marvel -con creazioni come Typhoid Mary e Blackheart, e una storica run su Daredevil #236-291-,
Kid Eternity è stato il primo lavoro targato Vertigo (linea editoriale della DC che offriva finalmente agli autori l'opportunità di dare libero sfogo alle proprie pulsioni creative senza alcuna costrizione). Per Phillips, nato artisticamente sulle pagine di Judge Dredd e già visto all'opera su alcuni numeri di Hellblazer, la serie rappresentò il primo vero importante incarico che gli aprì le porte per la definitiva consacrazione avvenuta prima con il ritorno sulla collana di John Constantine, e poi con l'inizio della collaborazione con uno dei più rinomati scrittori della Nona Arte: Ed Brubaker.

La collana della Nocenti e di Phillips si concluse nel 1994. Dopo la sua morte, avvenuta su
JSA nel 1999, Kid Eternity è divenuto un personaggio marginale dell'Universo DC, apparendo di tanto in tanto o venendo soltanto nominato sulle pagine di JSA, di Giovani Titani e perfino su 52. Il futuro, però, sembra riservare a Kid Eternity un ruolo di grande protagonismo: prossimamente lo vedremo in azione come nuovo membro dei Giovani Titani nel brillante story arc scritto da Sean McKeever.

 

Universo DC, la rinascita di Kid Eternity

Planeta DeAgostini

Planeta DeAgostini