Ascender: la nuova serie di Jeff Lemire edita BAO Publishing

Jeff Lemire e dustin Nguyen tornano con il sequel di Descender: Ascender è in fumetteria dal 13 febbraio, edito BAO Publishing.

anteprima Ascender: la nuova serie di Jeff Lemire edita BAO Publishing
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Quello di Jeff Lemire è un nome che gli appassionati di fumetto hanno scolpito nei cuori. Che sia da indipendente, o sotto il blasone di grandi major come Marvel o DC, l'autore canadese ha sempre lasciato la propria firma con progetti di grande spessore e valore artistico. Tra il 2015 e il 2018, con l'ausilio del disegnatore Dustin Nguyen, Lemire ha dato vita a Descender, un'interessante rilettura del contesto sci-fi in una serie di grande successo, pubblicata nel nostro Paese da BAO Publishing. A distanza di pochissimi anni, sia Lemire che Nguyen tornano con Ascender, un sequel ambientato circa 10 anni dopo i fatti di Descender in un mondo molto diverso da quello in cui si svolsero le avventure di Tim-21. Il primo volume, sempre edito BAO, arriva in fumetteria il 13 febbraio: lo abbiamo già letto, ed ecco le nostre impressioni preliminari.

Da Descender ad Ascender

Partiamo dalla più banale delle domande: si può leggere Ascender anche senza aver letto il suo predecessore? A nostro parere sì: non fraintendeteci, già dalle prime pagine si percepisce l'ampiezza di un worldbuilding sconfinato, con una storia antecedente e diverse premesse fondamentali per conoscerne a fondo ogni singolo elemento.

Ma è una storia che parte sostanzialmente da zero, in un mondo completamente rinnovato rispetto al precedente e in cui si muove un crogiolo di personaggi ben amalgamati tra new entry e alcuni volti noti. Ciononostante la lettura procede molto scorrevolmente e, seppur con qualche spunto più criptico, il primo volume di Ascender spiega al lettore tutto ciò che occorre sapere sull'universo creato da Lemire.

Chi ha già letto Descender potrà ovviamente cogliere moltissimi retroscena politici e narrativi, e inoltre non faticherà a riconoscere alcuni personaggi comparsi nella serie precedente. Ascender, soprattutto nei primi capitoli, dipinge minuziosamente uno scenario complesso e affascinante: una nuova civiltà, totalmente "pre-tecnologica" è risorta dalle ceneri di un mondo futuristico ormai distrutto, ma le vecchie gerarchie ed istituzioni resistono nonostante la magia abbia ormai soppiantato la tecnologia.

Mentre un potente e minaccioso ordine estende la propria crudele egemonia su un universo che cerca di rimettersi in piedi, la storia di Ascender ci racconta le origini di un viaggio, di un padre ed una figlia, che devono sfuggire alla tirannia di un potere dispotico che vuole eliminarli sulla base di una misteriosa profezia.

Un universo affascinante

Il primo volume termina con una vicenda che scuote prepotentemente il viaggio della protagonista, la giovane Mila, che si ritroverà costretta a cavarsela da sola in un mondo selvaggio e profondamente ostile. Come già dicevamo in precedenza, Jeff Lemire costruisce in Ascender un worlduilding agli antipodi rispetto al suo precedente lavoro. Rimane, comunque, la grande cura nei dettagli e lo storytelling avvincente, profondo e ben costruito cui l'autore ci ha sempre abituato.

Particolarità dell'opera è la contrapposizione tra sci-fi e fantasy, contaminati da Lemire in uno scenario dal fascino sublime. Un fascino arricchito dalle splendide tavole di Dustin Nguyen, che regalano uno splendido effetto acquerello e una varietà cromatica importante, dalle location naturalistiche, verdeggianti e calorose, al freddo cupo e silenzioso dello spazio. Un comparto visivo impreziosito da un design variegato e originale, che spazia da mostri e alieni di ogni tipo a creature robotiche eterogenee. Un'opera, insomma, le cui premesse (soprattutto artistiche) ci sembrano di indubbio valore: il primo volume di Ascender è ora disponibile, e se siete fan degli universi creati da Jeff Lemire vi consigliamo assolutamente di dargli un'occhiata.