Netflix

Castlevania Stagione 2: cosa aspettarsi dalla serie Netflix in arrivo a ottobre

La seconda stagione di Castlevania, famosa serie di videogiochi creata da Konami, è pronta a tornare a ottobre con alcune interessanti novità.

anteprima Castlevania Stagione 2: cosa aspettarsi dalla serie Netflix in arrivo a ottobre
Articolo a cura di

Castlevania, celebre serie di videogiochi sviluppata da Konami a partire dal 1986, è tornata recentemente a far parlare di sé grazie all'omonima serie animata targata Netflix, di cui uscirà la seconda stagione a ottobre. Recentemente abbiamo assistito, oltre che all'annuncio relativo all'uscita dei nuovi episodi in autunno e alla produzione di una Stagione 3, alla release di un nuovo trailer, che ci permette di avere le idee più chiare su cosa possiamo aspettarci dalla nuova produzione di Powerhouse Animation. Andiamo quindi alla scoperta di quali sorprese potrebbe riservarci l'anime targato Netflix.

Dove eravamo rimasti

Ci troviamo in Valacchia, nel 1475. Lisa Tepes, donna di scienza e moglie di Dracula, viene condannata ingiustamente al rogo per stregoneria. Il Principe delle Tenebre, letteralmente disgustato dalla meschinità umana, decide di richiamare un esercito di creature mostruose in grado di portare morte e distruzione praticamente ovunque, così da vendicare la sua amata.
La prima stagione di Castlevania, composta da quattro episodi dalla durata di circa venticinque minuti ciascuno, può essere considerata come una sorta di prologo in cui facciamo la conoscenza di alcuni personaggi cardine della serie.
L'opera, a livello narrativo, prende spunto dalle vicende viste in Castlevania III: Dracula's Curse, avvicinandosi anche ad altri capitoli della saga videoludica come Symphony of the Night, da cui sono stati presi i concept per il character design dei personaggi.
Già in questa prima stagione sono state gettate le basi introspettive dei protagonisti, in cui vediamo Trevor Belmont nel ruolo dell'eroe scettico e quasi senza speranza, che vivacchia attraversando lande ormai devastate da una minaccia che sembra impossibile da fermare e ancorato al triste passato della sua famiglia, bandita dalla Chiesa e osteggiata dalle persone comuni.
Sypha Belnades rappresenta invece un personaggio leggermente più positivo e a tratti maggiormente idealista, in grado di affrontare gli eventi senza piangersi troppo addosso, ma forse troppo legato alle leggende tramandate dai Parlatori, gruppo di sagge persone che tentano in ogni modo di aiutare il prossimo e di cui anche lei fa parte.
La prima season si dimostra in linea generale scorrevole, con un'alternanza abbastanza buona tra le scene di dialogo e quelle action, soprattutto in funzione della durata piuttosto breve di ogni singola puntata.
L'ultimo episodio ha poi gettato le basi per l'intera seconda stagione, presentando uno dei personaggi più iconici dell'intera saga videoludica: Alucard, figlio mezzosangue di Dracula. L'improbabile alleanza nata dal gruppo formato da Trevor, Sypha e Alucard diventa quindi il punto di partenza perfetto per far continuare la saga espandendola in varie direzioni.

Le tenebre vinceranno?

Il recentissimo trailer mostrato fornisce alcuni interessanti dettagli da cui si può partire per capire cosa ci attende e cosa potremmo aspettarci da questo seguito diretto della prima stagione. Uno dei primi dettagli che salta all'occhio è quello relativo al numero degli episodi, raddoppiato rispetto al passato, particolare che lascia ben sperare per il futuro della serie, di cui è stata confermata anche la terza stagione. A livello narrativo, la trama potrebbe espandersi in varie direzioni, andando ad ampliare il terreno di scontro tra Dracula e i suoi avversari, non soffermandosi più sulle sorti di una singola città ma, anzi, sul destino dell'intera Valacchia e del mondo intero.
Per quanto riguarda i personaggi, Alucard rivestirà un ruolo sicuramente più importante rispetto a quanto visto in precedenza, diventando forse il protagonista assoluto delle vicende, seppur sempre supportato da Sypha e Trevor Belmont, quest'ultimo ora possessore di una nuova e più potente frusta adatta a sconfiggere le pericolose minacce che lui e i suoi alleati si troveranno di fronte.
Dati poi i numerosi rimandi che fa Trevor sulla sua nobile casata durante tutto l'arco narrativo della prima stagione, sarebbe interessante poter assistere a qualche breve flashback dei suoi antenati, così da fornire agli spettatori maggiori dettagli sul background storico dei Belmont e sulle loro imprese passate.
Nell'ottica di espandere tutti gli elementi caratteristici della season 1, in questa nuova carrellata di episodi probabilmente ci sarà anche più azione, supportata al contempo da una sana dose di violenza in cui il sangue scorrerà a fiumi e gli smembramenti saranno all'ordine del giorno (come è giusto che sia in una serie dove i vampiri sono al centro della scena).

Lasciano ben sperare anche i generali a cui Dracula si affida per schiacciare qualsiasi forma di resistenza, in modo da fornire il pretesto perfetto per una serie di spettacolari combattimenti corpo a corpo che sicuramente spingeranno al limite le abilità di Alucard, Trevor e Sypha.
Vista poi la grande cura riservata alle animazioni, potrebbe essere interessante vedere i personaggi usare maggiormente la magia, specialmente quella oscura, così da sfruttare al massimo anche la bellezza visiva data dalle esplosioni e/o dagli effetti particellari di eventuali attacchi speciali. Oltre alle nuove creature demoniache, lo stesso Dracula potrebbe comparire più spesso rispetto al passato, ritrovandosi magari già verso metà serie a doversi confrontare con i suoi avversari.

Castlevania - season 2 In definitiva, la seconda stagione di Castlevania sembra avere tutte le carte in regola per raccogliere a testa alta l'eredità del nome che porta; non resta che attendere ottobre per scoprire se le tenebre verranno finalmente debellate o se il mondo sprofonderà per sempre nel caos.